username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Poesie di Cesare Moceo

Visita la scheda completa e tutti gli altri testi di Cesare Moceo

  • 24 aprile alle ore 20:32
    Momenti di pace

    Leggo

    e rimango immobile
    dentro ai miei sogni

    dov'e' immediato
    il fare amicizia con la passione

    prima che al loro avverarsi
    piu' non accada

    La' io sento
    note di musiche lontane

    rimasugli di antiche afflizioni

    spinte dal vento dell'odio

    la' io vedo il mio sorriso
    a richiamar la bellezza del sole

    e farne scintille d'amore
    .
    Cesare Moceo destrierodoc @
    Tutti i diritti riservati

  • 24 aprile alle ore 20:30
    Aprirsi al mondo

    Incontrarci

    dialogare

    raccontarci tra noi
    la nostra esperienza

    nella scelta curiosa
    che diviene sorpresa

    a opporre resistenza

    alla difficolta' d'avere pazienza
    con chi erge la vita

    a copertura delle frustrazioni

    E vivere dell'incontro fra anime
    con interiorita' spiccate

    anche violente

    riempiendole di gioia

    poiche' e' quella
    che permette di aprirsi al mondo
    .
    Cesare Moceo destrierodoc @
    Tutti i diritti riservati

  • 24 aprile alle ore 20:29
    Lacrime inaridite

    Cammino

    col passo pomeridiano
    e gli occhi fissi sul passato

    a srotolare le mie ombre e i ricordi

    Il mio pensiero va
    a chi non puo' starmi piu' vicino

    nel rimprovero che mi faccio

    per la scarsa comprensione
    che la vita non e' eterna

    sbriciolando richieste di perdono

    per traguardi non raggiunti
    e inquietudini mostrate

    E vado

    solo con me stesso
    mano nella mano

    a condividere ancora
    il tempo concessomi

    e ringraziando Iddio
    per non essermi perso

    Ma inutile e' il mio pensare
    impregnato ormai di lacrime inaridite
    .
    Cesare Moceo destrierodoc @
    Tutti i diritti riservati
     

  • 24 aprile alle ore 20:27
    Uomo, perché?

    Pensieri macabri e teneri
    attraversano lucide follie
    e intenti di giustizia sommaria
    Lunghi viaggi negl'inferi
    in compagnia di se stessi
    e dei propri malesseri
    nella solitudine che coltiva
    fissazioni sempre verdi
    e aneliti d'amore non corrisposto
    E perdersi e lasciarsi andare
    macchiandosi l'anima
    di quei ricordi e quei profumi
    che arman le mani
    di volonta' assassine
    .
    Cesare Moceo destrierodoc @
    Tutti i diritti riservati

  • 22 aprile alle ore 20:51
    Il mio viver d'amore

    Traccio rime
    quale pellegrino in adorazione...nonostante nulla

    neanche una misera ombra

    il mio andar

    dona al mio viver d'amore

    Esso rimane là

    lucente e fresco
    come appena sgorgato

    a non temer rivali

    oltre al cuore

    con le sue parole

    a innamorarsi di me
    e del mio esser

    riflesso sui fogli
    della sua stessa passione

    E la'

    ho il destino d'essere soltanto la tela
    su cui dipinge i suoi sogni
    .
    Cesare Moceo destrierodoc @
    Tutti i diritti riservati

  • 22 aprile alle ore 20:46
    Tra urla e silenzi

    Sapori di futuro armonizzano
    a piacimento il mondo
    specchiandosi
    su alte onde frastagliate
    e creste disperate
    Anime in fuga
    legittime figlie del loro Dio
    erose dal loro stesso passato
    sereno riposo cercano
    al di la' della paura
    e in fila pregano quel mare
    rapiti dalla speranza
    d'andare oltre i sogni
    .
    Cesare Moceo destrierodoc @
    Tutti i diritti riservati

  • Ancora in coda
    per un tozzo d'amore

    interessato al futuro

    vivo la fame nei miei viaggi
    indietro nel tempo

    Travolto da suoni
    sconosciuti e raffinati

    che elettrizzano lo splendore
    della strada verso l'inconscio

    prima del tracollo

    trovo surrealismi e marciumi
    nella celebrazione della natura umana

    prigioni misteriose d'energie

    dove rinchiudere il mondo interiore
    e rivelare fantasie senza fantasia
    .
    Cesare Moceo destrierodoc @
    Tutti i diritti riservati

  • E m'accorgo che niente e' cambiato

    io malvivente di gioventu'

    conservo ancora nell'armadio dei ricordi

    quel sapore dolce
    delle nostre labbra che si uniscono

    del palati che s'incrociano
    a suggellare il sentimento

    Noi giovani acerbi
    a conoscerci incoscienti

    a sottrarci al nostro passato

    e varcare le soglie del Paradiso
    .
    Cesare Moceo destrierodoc @
    Tutti i diritti riservati

  • 22 aprile alle ore 20:39
    Orizzonti di sogni

    Vado avanti e indietro

    a chiedermi chi sono oggi io

    gravato delle parole che ho detto
    e delle rime che ho scritto

    sognatore incallito
    senza intenzione di smettere

    tra i sospiri che accompagnano
    il mio andare

    E rimango ancora qui
    ad amare questo mio mare

    sotto questo mio sole

    avvolto in tutto cio'
    che mi sgorga dall'anima

    senza paura

    a dimenticare le mie domande
    e non cercare piu' alcuna risposta
    .
    Cesare Moceo destrierodoc @
    Tutti i diritti riservati

  • 22 aprile alle ore 20:33
    Aprirsi al mondo

    Incontrarci

    dialogare

    raccontarci tra noi
    la nostra esperienza

    nella scelta curiosa
    che diviene sorpresa

    a opporre resistenza

    alla difficolta' d'avere pazienza
    con chi erge la vita

    a copertura delle frustrazioni

    E vivere dell'incontro fra anime
    con interiorita' spiccate

    anche violente

    riempiendole di gioia

    poiche' e' quella
    che permette di aprirsi al mondo
    .
    Cesare Moceo destrierodoc @
    Tutti i diritti riservati

  • 19 aprile alle ore 20:38
    Non mi servono i ricordi per amare

    Assorto

    ho deciso

    per il bene che mi voglio

    di spedirmi
    i pensieri orlati di rosso tramonto

    per non perderli
    e conservarli tra i sorrisi dei trionfi

    E rivedo i miei giorni
    in frenetici raggi di sole
    .
    Cesare Moceo destrierodoc @
    Tutti i diritti riservati

  • 19 aprile alle ore 20:36
    Languori

    Attimi
    messaggi inviati
    di lacrime incantevoli
    risorse degli occhi
    a amare se stessi
    memori dei loro piaceri
    a combattere
    contro i pensieri
    che affollano la mente
    Vivere
    con la pace nel cuore
    e sentirne il profumo ammaliante
    nei fremiti impazziti
    che avvolgono l'anima
    E non vi saranno altari
    ad accusare d'apatie
    né cime di monti
    dalle quali rotolare a valle
    .
    Cesare Moceo destrierodoc @
    Tutti i diritti riservati

  • 19 aprile alle ore 20:31
    Schiere di rotta memoria

    Suggestive rime

    scolano dalle ribellioni dell'anima
    e rimescolano pensieri

    ubriachi di tormento

    La'

    nel tempo del mio scrivere
    intriso d'occulto sopore

    con lo sguardo impreparato al volere

    io attraverso le mie notti

    incurante dei barlumi di fioca luce
    che la ragione invia agli indugi

    raggi tenui e incestuosi
    colmi d'insonnia e d'infamie

    a giocare con le catene del vivere
    .
    Cesare Moceo destrierodoc @
    Tutti i diritti riservati
     

  • 19 aprile alle ore 20:30
    Tra incubi e verità

    Pensieri intinti di futuro

    espongono la mente
    a sciupate emozioni

    ansie

    dolori

    depressioni

    a creare paure e afflizioni

    E annego nella visione
    del mare in tempesta

    immerso in turbini d'onde
    con l'anima a gridare il mio nome

    disperso nei fondali del desiderio
    dove il silenzio nutre le illusioni
    .
    Cesare Moceo destrierodoc @
    Tutti i diritti riservati

  • 19 aprile alle ore 20:29
    La mia ambizione

    ...e quando i miei occhi
    vedranno la collina degli stivali
    s'ammainino le bandiere
    di questa mediocre vita
    e s'innalzino su alti pennoni
    le bandiere della vita celeste
    affinche' il mondo ammirandole
    possa ricoprirsi di felicita'
    Efficacia
    rapidita' di comprensione
    assenza di effetti collaterali
    con i sentimenti
    senza il timore
    d'interferenze col mondo
    in una parola...liberta'
    Liberta' d'arrivare a chiunque
    e comunque pur nel rispetto
    imposto dalla propria fede
    Questo chiedo ai miei pensieri
    "...restar vivo nelle menti
    fino a quando il mondo avra' un'anima..."
    .
    Cesare Moceo destrierodoc @
    Tutti i diritti riservati
     

  • 19 aprile alle ore 20:27
    La mia adolescenza con Joan Baez

    Provocazioni scherzose
    in mie conversazioni private
    divengono apposta
    di pubblico dominio
    a influire sulla formazione
    d'ogni giovinezza
    Ed e' in quelle volte
    che ricordo a me stesso
    d'essere stato
    quell'adolescente di una certa eta'
    che non aveva peli sulla lingua
    e si ritrovava spesso da solo a cantare
    "C'era un ragazzo che come me
    amava i Beatles e i Rolling Stones "
    .
    Cesare Moceo destrierodoc @
    Tutti i diritti riservati

  • 19 aprile alle ore 20:26
    Tra sogno e realtà

    Tra sogno e realta'

    Vivere

    costruendo nella propria interiorita'
    una realtà parallela

    onirica

    dove tutti i desideri siano permeati
    dalla volonta' di poter sfuggire alle paure

    creandosi nella mente un mondo perfetto

    diverso e uguale nello stesso tempo

    nella speranza che la vita
    doni ancora una volta

    la possibilità di ricominciare

    guarendo dalle proprie paure inconscie

    e colmando la distanza
    tra i sogni e la realta' con le azioni

    E non mollare mai

    anche quando la strada diventa irta di ostacoli

    poiche' la'

    tutto e' possibile
    per chi non smette mai di crederci

    trasformando la forza della mente
    in un'arma imbattibile

    Solo cosi' i sogni potranno divenire realta'
    .
    Cesare Moceo destrierodoc @
    Tutti i diritti riservati

  • 18 aprile alle ore 22:16
    Noi, solo noi

    Condividiamo
    ancora nel piacere
    i momenti importanti
    della nostra vita
    rendendoci partecipi
    delle nostre emozioni
    attimi nei quali si conferma
    l'immensa fortuna d'averci
    E ci apparteniamo
    nei nostri pensieri
    negli sguardi intensi
    che esprimono l'amore
    onde d'urto aperte al futuro
    dentro cui ci libriamo
    indispensabili a noi stessi
    prigionieri delle nostre ali
    E fino a che
    il desiderio di volare
    sara' piu' forte
    della paura di cadere
    niente e nrssuno
    potra' fermarci
    .
    Cesare Moceo destrierodoc @
    Tutti i diritti riservati

  • 18 aprile alle ore 22:15
    Momenti di vita privata

    Continuo a indossare
    la mia anima rammendata

    non piu' abitata da alcuna verita'

    E non la sento piu l'isola felice

    che nel tempo e nel suo scorrere
    dava udienza alle emozioni

    il mio vanto e la mia gioia
    che avvolgeva le passioni

    Oggi arrogante e senza regole
    nel suo gioco ripugnante

    vive solo per non morire
    .
    Cesare Moceo destrierodoc @
    Tutti i diritti riservati

  • 18 aprile alle ore 22:11
    La mia adolescenza con Joan Baez

    La mia adolescenza con Joan Baez

    Provocazioni scherzose
    in mie conversazioni private
    divengono apposta
    di pubblico dominio
    a influire sulla formazione
    d'ogni giovinezza
    Ed e' in quelle volte
    che ricordo a me stesso
    d'essere stato
    quell'adolescente di una certa eta'
    che non aveva peli sulla lingua
    e si ritrovava spesso da solo a cantare
    "C'era un ragazzo che come me
    amava i Beatles e i Rolling Stones "
    .
    Cesare Moceo destrierodoc @
    Tutti i diritti riservatiAltro...
     

  • 18 aprile alle ore 22:10
    Voi, fini palati d'umiltà

    Ogni giorno ci bagnamo
    sotto il getto dei pensieri

    alimentato nell'essenza
    dalla sorgente del nostro estro

    nella visione unica e bene accetta
    di una celestialità candida e prospera

    E nel piacere di tutti i miei ospiti
    tavole imbandite d'ogni voluttà

    offro a Voi fini palati d'umiltà
    ai vostri gusti e alle vostre diete.

    Cesare Moceo destrierodoc @
    Tutti i diritti riservati

  • 18 aprile alle ore 22:08
    Idiopatie persistenti

    La maggior mia felicita'
    e' di aspettarmi
    per seguirmi
    nei miei viaggi della mente
    E dialogo con Voi
    miei compagni d'avventure
    gia' esperti
    che m'aiutate
    a superare le mie idiopatie
    attraverso universi
    di stelle splendenti
    che spazzano via dall'anima
    la caligine cieca
    che avvolge il sapere
    .
    Cesare Moceo destrierodoc @
    Tutti i diritti riservati

  • 18 aprile alle ore 22:07
    La poesia

    La poesia è casa che accoglie

    con i suoi odori

    nell'alito del suo dire

    con le sue finestre
    sul visibile e l'invisibile

    su cio' che ci accade attorno

    nel sentire
    con tutte le sue gradazioni e degradazioni

    E edifica mondi interiori

    pensa

    sospingendo il pensiero
    fino alla soglia dell’impensato

    La poesia incorpora il silenzio
    e intraprende nel suo Essere

    una lotta singolare e strenua
    contro l’oblio

    E mi raccontano
    che la mia gara non è persa

    la mia prodondità d'animo

    la mia sensibilità

    il mio cogliere la bellezza delle cose

    del Creato

    mi ripetono...ti pare niente?

    Tu sei esperienza

    sei poesia

    valori

    dolcezza

    La tua storia ti ha plasmato
    e reso unico e...potente

  • 17 aprile alle ore 20:41
    Tra le pieghe stropicciate

    Aprono limpide rotte

    le rime

    nel cammino che mi resta

    la mia anima

    vorrei guarire tra gli umori dei libri

    e gli occhi luccicar di parole

    affinche' il sapere
    lenisca le ferite del mio ignorare
    .
    Cesare Moceo destrierodoc @
    Tutti i diritti riservati

  • 17 aprile alle ore 20:40
    Stanotte,in mezzo alla tempesta

    Vago nel mio passato
    e nel presente

    in questa notte e nel suo silenzio

    e nei suoi tuoni roboanti
    spesso miei complici

    M'imbarco passionevole
    in navigazioni solitarie

    in compagnia dei miei pensieri

    nella mia eta'
    e nei suoi ormai tenui colori

    mettendo a nudo la mia anima
    contro ogni avversita'

    ogni limite ogni ostacolo

    dentro il coraggio dei sentimenti

    dove nulla mi fa piu' paura
    dell'assenza delle stelle

    nell'infinito che mi circonda

    E vivo la mia vita
    nella liberta' e l'audacia degli attimi

    talismami senza tempo

    che avvolgono le mie paure
    e le mie ali
    .
    Cesare Moceo destrierodoc @
    Tutti i diritti riservati