username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Cesare Moceo

in archivio dal 14 mar 2012

29 settembre 1953, Palermo - Italia

segni particolari:
Ho impresso in faccia l'amore per mia moglie.

mi descrivo così:
Sono servo della mia famiglia. I miei scritti possono contenere qualche citazione da sottoporre agli obbighi di legge.
Inserito nell'antologia poetica "Voci d'autore 2013" edita da Pagine srl e nella collana dei poeti contemporanei 29/012 e 6/013.
Pubblico poesie sul giornale telematico "cefalunews"

25 settembre alle ore 12:45

Vorrei essere uno struzzo

Cerco parole dignitose per spiegare a me stesso ciò che circonda il mio fare la merda che calpesto ogni giorno e che fra non molto raccoglierò a mani nude E già ne sento nitido il lezzo che si sparge nell'aria invasa da sciami di zanzare pronte a succhiare il sangue di color che incontran per la strada Vorrei essere uno struzzo scombinato e caloroso e nascondere la testa sotto terra cieco nella mia follia bucolica che diviene il mio orgoglio il mio momento di normalità E così spira bufere di passioni il mio vivere adducendo forte ogni emozione nel cuore piangente mentre la mente gode sorretta dalla ragione e l'anima percossa e impotente sopporta i più acuti affanni e le sue lacrime scorrono invano Cesare Moceo poeta di Cefalù Destrierodoc @ Tutti i diritti riservati

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento