username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Domenico Hawksland

in archivio dal 24 ott 2008

15 agosto 1974, Galway - Irlanda

28 ottobre 2008

Neve di Maggio

Nella luce del tramonto
che colora tutto d’arancio
soffia un debole vento, a smuovere le fronde
là dove fuori tutto oramai è verde, e di mille e più colori
e l’aria profuma di nuovo, di fresco, di vita
e viene facile pensare al domani, come uno dei tanti già trascorsi
e non ci sono timori, né angosce, né perchè
trascorre, quel pomeriggio, tra sorrisi sereni e leggerezze d’animo
ma come differente è poi la realtà, come è strano il destino
a trasformare il domani in  presente, il momento in un attimo
che dura per una vita, dentro
e che una vita poteva essere
quando non l’avresti mai aspettato
quando non lo immagini
perché non è mai successo, non succede mai a te
E sono ore di angoscia, di terrore reale
per molti, e  per te
cullato nelle braccia di Morfeo
inconsapevole protagonista
di una realtà cosi’ lontana dai sogni, dalle speranze, dalla vita
Ora, nel pomeriggio ancora una volta colorato d’arancio
con la neve di maggio che scende, lieve ma costante
guardo il cielo, le nuvole
le stesse di quello appartenente a un passato che vorresti cancellare
ma che non potrai mai
uguali nelle apparenze, eppure cosi diverse, nel significato
e sorrido
a ogni fiocco che passa, a ogni sfumatura di colore
al profumo dell’aria, al fresco
penso che posso ancora sognare
sperare, ridere
vedere ancora, e ancora una volta
la neve di Maggio.

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento