username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Emanuela Lazzaro

in archivio dal 09 dic 2005

15 ottobre 1978, Pordenone

segni particolari:
Mi piace il cinema horror - gotico, scrivo di solito dopo mezzanotte.

mi descrivo così:
Aspirante scrittore, dedito a fare il legale. Con tanti pensieri in testa, mi piace scrivere di quello che vedo, sento, tocco ogni giorno poichè tutto ciò che ci sta intorno sono parole, versi, racconti e la poesia è la mia Lady di un mondo di parole.

03 gennaio 2007

Clochard (Canto di strada)

Silenzio, goccia sui sassi,


l'inconsolabile luna


spia inquieti amanti,


rami tra dardi nel vento.


Lievi fiori di cristallo


piovono di luce in mano,


dietro ombre sotto un lampione.


RIT: Clochard d'amore, Clochard senza voce,


tra il cemento ed il piombo,


io qui sono e a nessuno rendo conto.


Così è già sera: in città,


sui marciapiedi logori,


degli occhi color del mare,


vi è chi dorme e spera,


un gomitolo arruginito


ed una chiave al collo,


per scaldare un po' il passato,


per sentirsi il re del mondo.


RIT: Clochard nel cuore, Clochard senza voce,


il mio migliore amico è un sordo,


viviamo e a nessuno rendiamo conto.

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento