username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Emanuela Lazzaro

in archivio dal 09 dic 2005

15 ottobre 1978, Pordenone - Italia

segni particolari:
cinema horror - gotico, muto ma d'autore, scrivo di solito dopo mezzanotte.

mi descrivo così:
Aspirante scrittore, polemico ma legale. Amo scrivere di tutto ciò che vedo, sento, tocco poichè intorno a noi ci sono parole, suoni, versi, racconti. Sono single per passione ma potrei cambiare idea,.... anzi no, meglio soli che male accompagnati!!

17 gennaio alle ore 19:52

Il buio nella tempesta

Le sei del pomeriggio e già tutto è buio,
ma è presto per uscire,
da dietro i monti spolverati dalla neve,
m'accorgo, sta per venire
ad arrestare i flebili raggi del sole,
una coltre di nubi nere,
nunziando infine una breve tempesta.
Attendo un po' alla scrivania,
mentre la pioggia investe i vetri già opachi,
ma a tradire l’ora ed ogni altra idea,
è un fuscello sferzato dal vento,
mentre un lieve solletico reca un dubbio,
confuso un po’ tra i sibili
che fischiano ad una miseria inumana.
Eppure è dato ad ogni persona
che vince le guerre nella luce propria,
di gareggiare in un'arena,
per la memoria di generazioni
che non temono un disegno senza colore,
per camminare sicuri,
anche tra i fantasmi che ululano nella bufera.

Commenti
  • Emanuela Lazzaro terza classificata al Premio Letterario Sara Sanna Edizione 2019 sezione poesia indetto dal Comune di Golasecca Provincia di Varese con la motivazione: “adunata di nubi oscure reca minaccia ai raggi di un sole in declino la pioggia veicolata dal vento graffia come la miseria eppure un uomo tende l’orecchio per distinguere oltre il buio fantasmi che ululano o forse rassicurano”.

    17 gennaio alle ore 19:53


Accedi o registrati per lasciare un commento