username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Emanuela Lazzaro

in archivio dal 09 dic 2005

15 ottobre 1978, Pordenone - Italia

segni particolari:
cinema horror - gotico, muto ma d'autore, scrivo di solito dopo mezzanotte.

mi descrivo così:
Aspirante scrittore, polemico ma legale. Amo scrivere di tutto ciò che vedo, sento, tocco poichè intorno a noi ci sono parole, suoni, versi, racconti. Sono single per passione ma potrei cambiare idea,.... anzi no, meglio soli che male accompagnati!!

26 febbraio alle ore 16:04

Lo sguardo del rumore del mare.

Non è facile cominciare il giorno,
offrendo nelle mani,
illusioni e ricordi
per ritrarre lo sguardo
di chi veste del mare, il rumore
nel candore dei raggi del sole.
Sono un po’ disegnati
i suoi occhi di cobalto
in un paziente sorriso danzante,
quasi un faro d’inverno,
per dirigere diversi passi incerti.
Sono occhi che evadono le parole,
mai seri, un po’ leggeri,
ma quando essi celano l’anima,
l’eguale sentimento indifeso
pare solo vivere,
ancora, di un unico attimo eterno.
Poiché più non sono ombre,
gli amanti che guardano
camminare il presente
alla finestra l’una dell’altro.

Commenti
  • Emanuela Lazzaro poesia selezionata al Premio letterario Internazionale Città di Pomezia per opere inedite in lingua italiana XXIX EDIZIONE, POMEZIA 07/12/2019 - Istituto Culturale Centro Studi Sisyphus. il brano è dedicato ad un giovane professionista di Treviso dagli occhi azzurri.

    26 febbraio alle ore 16:12


Accedi o registrati per lasciare un commento