username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Emanuela Lazzaro

in archivio dal 09 dic 2005

15 ottobre 1978, Pordenone

segni particolari:
Mi piace il cinema horror - gotico, scrivo di solito dopo mezzanotte.

mi descrivo così:
Aspirante scrittore, dedito a fare il legale. Con tanti pensieri in testa, mi piace scrivere di quello che vedo, sento, tocco ogni giorno poichè tutto ciò che ci sta intorno sono parole, versi, racconti e la poesia è la mia Lady di un mondo di parole.

18 aprile alle ore 12:56

L'onda

Cieli ameni siedono sulle sabbie deserte:
v’è un silenzio attonito
tra le immondizie sulle strade,
s'appressa strisciando l'odore di fango e sangue.
Sale il giorno sopra le case,
dopo che l’onda s’è allungata folle.
Così all'angoscia l'uomo apre.
Mentre il sole abbaglia ancora le palme straziate,
si celano un po' sugli scogli
gli echi di poche ombre perdute.
Secca in spiaggia s'arresta la morte.
Ma le grida d’un vecchio tremano nel vento,
come coltelli che affondano,
pesano sui corpi anonimi.
Ieri in una conchiglia erano chiusi i ricordi
di due bimbi compiaciuti
nel ridere d’una vacanza desiderata,
mentre oggi giacciono i rottami
tra i miliardi d’una partita mai finita.
 

Commenti
  • Emanuela Lazzaro La poesia L'onda è risultata finalista (11o posto) con diploma di merito attribuito il 05 aprile 2019 al Concorso TEMPRA EDIZIONI 2019 indetto dall’Associazione culturale Tempra Edizioni come omaggio all’illuminante sociologo e filosofo Zygmunt Bauman. è in corso di pubblicazione l'antologia.

    18 aprile alle ore 13:01


Accedi o registrati per lasciare un commento