username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Emanuela Lazzaro

in archivio dal 09 dic 2005

15 ottobre 1978, Pordenone - Italia

segni particolari:
cinema horror - gotico, muto ma d'autore, scrivo di solito dopo mezzanotte.

mi descrivo così:
Aspirante scrittore, polemico ma legale. Amo scrivere di tutto ciò che vedo, sento, tocco poichè intorno a noi ci sono parole, suoni, versi, racconti. Sono single per passione ma potrei cambiare idea,.... anzi no, meglio soli che male accompagnati!!

24 luglio alle ore 18:22

Veleno amaro

Dopo un acquazzone e lungo il meriggio,
corre veloce il vento
a dividere i nembi dalla luce.
 
È tempo forse di tornare,
la primavera sta alle porte delle case,
goccianti d’ombre sono le grondaie,
sull’erba tra i sassi,
un tintinnio tenue cade,
poiché il ghiaccio ha lasciato ormai la sera.
 
Gli attimi da portare con sé sono fragili,
per via, di ritorno dal lavoro,
d’amore sentire poi un usignolo
non è solo un anelito,
poiché scambiano i loro sentimenti,
gli uccelli mentre stringono le piume calde,
su rami di pini carichi di giorni.
 
Sono immagini che non so più vedere:
dove è il mio cuore?
In città, restano sudori e speranze,
spogli di strenui ricordi,
come dame che vestono sgraziate,
eppure se potessi sperare,
scostando un po’ l’età con la mia mano,
non basterebbe a stendere parole,
il bianco nel finire un foglio.
 
Gli occhi s’annebbiano,
nel gustare assai un amaro veleno.
(bruciata la pausa, bene si scrive e si mangia).

Commenti
  • Emanuela Lazzaro premiata con il secondo premio nella sezione B) alla seconda edizione del Concorso "Parole senza confini" indetto dal Comune di Sciara (PA) LUGLIO 2022.

    24 luglio alle ore 18:26


Accedi o registrati per lasciare un commento