username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Poesie di Emilio Basta

Visita la scheda completa e tutti gli altri testi di Emilio Basta

  • lunedì alle ore 13:32
    L'Amore...E'

     
    L’amore è come l’edera
    Se non si attacca muore
     
    L’amore si paga
    Solo con l’amore
     
    E tu:
     
    Ama chi ti ama
    E rispondi al suo amore.
     
    Sappi che:
     
    Nessun amore
    È senza pena
     
    È senza ragione
    È un fiore con le spine
     
    L’amore è un dono
    Si paga con l’amore.

  • lunedì alle ore 13:29
    Continuo A Pregare

    Ho visto molti giorni
    Serpeggiare nel vuoto
    Udito rumori molesti
    Dietro lo cigolio
    Della finestra del tempo
    Tante preghiere morire
    Nell'oscurità giovanile.
    Ora in età adulta
    Non posso scordarmi
    Delle notti trascorse
    Anche se l'oscurità
    Non si è del tutto levata
    Gli ostacoli di oggi
    Sono meno duri di ieri
    Ed è per questo che io
    Continuo a pregare.

  • sabato alle ore 18:34
    Filosofia Del Vivere

    Gioca.
     
    Una luna nervosa
    Tende le mani
    Ad un giorno sereno
    Che nasce inaspettato
    Mentre il venticello della collina
    Domina il caldo e ristora la vita
    Di chi lavora la terra
    Di chi fatica il vivere.
    Giunge la sera
    La luna si arrossisce
    Il sole s'arrabbia
    Le nuvole si elettrizzano
    La vita si bagna di sudore.
    Giocano
    Gli eventi che si ripetono
    Sulla quotidianità
    Con passo laborioso.
    Questa è la filosofia del
    Vincere chi sdrammatizza
    Chi non gioca con gli attimi
    Il premio è il non morire
    Il vento spazza via le nubi
    Ed impedisce al grigio
    Di colorare la grande volta
    Il viso rotondo dorato
    Trionfa e sorride nel tempo
    Bacia la vita che cammina
    E sui cani che scappano
    Dal frastuono del progresso
    E dal buio della notte
    Che è calma per tutti.

  • sabato alle ore 18:31
    La Guerra Dei Giovani

     
    La strada infuocata
    Dal caldo di luglio
    Corre verso la scuola
    Per l'ultima prova.
    Lungo la pianura
    A petto di donna
    Dal grano mietuto
    Giganteggiano
    Sui numerosi seni
    Alberi rigogliosi  
    E solitari
    Di pero selvatico.
    Nella mia mente
    Già il domani
    Con le giovani amicizie
    Prossime a dividersi
    Come quegli alberi
    Che vivono solitari
    Il nuovo futuro.
    Gioventù bruciata
    Arsa nei giorni felini
    E frettolosi
    Giovani che si disgregano
    Fra ansie e paure
    Come ombre al sole
    Futuro arrendevole
    Tra sogno e irrealtà
    Inconscio e sub
    Felici di respirare
    Il candore degli angeli
    Creature celesti
    Con l'unico intento
    Della nuova vita
    Che bussa alle porte.
    Di aprire la strada
    A corse e gomitate.
    La giusta strada
    La retta via.

  • giovedì alle ore 19:32
    Usi E Costumi

     
    Io.
    Ho un sogno segreto
    nel cuore infantile
    a tutti sconosciuto.
     
    Io.
    Respiro gli attimi
    che il tempo consuma
    come parole taciute
    d'anonime mani
    all'uomo di oggi.
     
    Io.
    Sono sicuro…
    Verrà il tempo
    dello stupore totale
    e le cose perdute
    nell'armonia dei ricordi
    saranno certezze
    di usi e costumi
    ormai scordati.
     
    Io.
    L'ultima stella
    vicino alla luna
    che rincorre la notte.
     
    Io.
    Sogno.

  • giovedì alle ore 13:06
    Lo Diceva Mio Nonno

     
    Lo diceva mio nonno:
     
    Uccide più la lingua
    Che una spada affilata;
    Per chi se lo merita buttati nel fuoco.
     
    Lo diceva mia nonna:
     
    Non ti fidare dei taciturni
    La loro superba viaggia sulla groppa
    E pur non avendo le pecore e vende la lana.
     
    Lo diceva mio padre:
     
    Chi guarda lontano cade vicino
    Come un mercante senza soldi
    Gode, si affligge e poi muore.
     
    Lo diceva mia madre:
     
    Non salire in cielo senza scala
    Il Signore non ti aiuta
    Hai perso i buoi e cerchi le corna.
     
    Io dico:
     
    Macchia più un cattivo pensiero
    Che un calamaio d’inchiostro nero
    E chi sa fingere vince sempre.

  • 28 aprile alle ore 18:54
    Culto E Magia Della Rugiada

     
    La rugiada assomiglia
    Alle lacrime del Cielo
     
    In simbiosi e adagiata
    Sui prati e sui pascoli
     
    Fecondatrice d’Armonia
    E donatrice di Bellezza
     
    Partorisce la Vita
    Con i suoi Flussi Benefici
     
    È l’Eterno Mistero
    Dal magico Culto
     
    Capace di Lenire Ferite
    Del Corpo e dell’Anima
     
    Capace di Proteggere
    Da Creature Maligne
     
    Dai Demoni
    E dagli Elfi.
     
    È un Toccasana
    Per Problemi Esistenziali.

  • 27 aprile alle ore 13:39
    Affetti

    Affetti coccolati
    Silenziosamente nel buio
    Intensi nei sogni
    Che cavalcano le notti
    Nella luce
    Con frammenti di stelle.

  • 27 aprile alle ore 13:27
    Cariosside

     
    È novembre!
     
    Cariossidi dorate
    Appena seminate
    Dormono nel freddo letto.
     
    Han sete
    Han bevuto.
     
    Ubriache d'acqua
    Si gonfiano
    Dilatano la crosta rullata
    Aspettano il sole.
     
    Arriva il caldo dal cielo
    E l'embrione partorisce
    Radici
    Stelo
    E foglioline.
     
    Il caldo avanza
    E la piantina danza
    Cresce e matura
    Maturano i chicchi di grano.
     
    Questo è:
     
    "Il ciclo della vita.”

  • 16 aprile alle ore 19:48
    Sole

     
    Anche quest'oggi
    Si è levato il sole
    Con la sua luce
    E il tanto calore.
     
    Tutti i giorni
    Si affaccia
    Alla finestra del cielo.
     
    Non riposa mai
    E mai si lamenta
    Di lavorare troppo.
     
    Ci dona la vita
    Ci dona la luce
    Ci dona il calore.
     
    Matura i nostri frutti
    Non ci chiede mai nulla
    In cambio.

  • 15 aprile alle ore 13:40
    La Mezza Luna

    Datemi una penna
    Un foglio di carta
    La solitudine
    Il silenzio
    E vi regalerò una poesia
    Più o meno bella
    Frutto del cuore.
     
    Con un nodo in gola
    Dall’emozione ardente
    Si fermerà nella mente
    Il tempo passato
    E le speranze vissute.
     
    Una storia di vita
    Di tempo sciupato
    Fra ombre furtive
    E segreti celesti
    In squassanti silenzi.
     
    L’animo sognerà
    Quello che c’è
    Quello che non c’è.

    Dolcezze amare
    Candidi desideri
    Lancinanti dolori
    Nel sole che vive.
     
    Nelle vene bollenti
    Il sangue della verità
    Ispirerà quello che c’è.
    Nel sole duraturo.

  • 15 aprile alle ore 13:39
    Notte Solo Mia

    La neve ha smesso di fare silenzio
    Il nuovo sole si è addormentato
    Alzo gli occhi al cielo
    Desideroso
    Di penetrarlo per vedere Dio.
    Mi viene sete, mi viene fame
    Ho fame e sete di buio e d'amore.
    Ormai la vita dei vivi volge al termine
    Aspetto che tutti dormono
    E che nasca il buio.
    Sento che questa notte e mia.
    È la mia notte.
    Pigiama di luna sulla pelle
    E via per i miei vicoli deserti
    Voglio ritrovare l'amore perduto
    E mentre cammino con i miei pensieri
    Una dolce voce mi penetra il cuore
    Comincio a sentire le pene dell'amore
    Inizia una notte di malattia
    Che piange amore da ogni stella.
    Ho ritrovato l'amore
    Ora che l'ho ritrovato
    Vorrei arginare il fiume della gioia
    Per non farlo trascinare verso il mare
    Insieme ai miei sogni rinati
    Vivi negli occhi
    E nel cuore dell'anima.

  • 15 aprile alle ore 13:39
    Notte Solo Mia

    La neve ha smesso di fare silenzio
    Il nuovo sole si è addormentato
    Alzo gli occhi al cielo
    Desideroso
    Di penetrarlo per vedere Dio.
    Mi viene sete, mi viene fame
    Ho fame e sete di buio e d'amore.
    Ormai la vita dei vivi volge al termine
    Aspetto che tutti dormono
    E che nasca il buio.
    Sento che questa notte e mia.
    È la mia notte.
    Pigiama di luna sulla pelle
    E via per i miei vicoli deserti
    Voglio ritrovare l'amore perduto
    E mentre cammino con i miei pensieri
    Una dolce voce mi penetra il cuore
    Comincio a sentire le pene dell'amore
    Inizia una notte di malattia
    Che piange amore da ogni stella.
    Ho ritrovato l'amore
    Ora che l'ho ritrovato
    Vorrei arginare il fiume della gioia
    Per non farlo trascinare verso il mare
    Insieme ai miei sogni rinati
    Vivi negli occhi
    E nel cuore dell'anima.

  • 15 aprile alle ore 13:37
    Angelo Per un Attimo

     
    Ogni stella figlia del cielo
    Partorisce un angelo
    Dipinge l’arcobaleno
    E lo veste di sole e di luna.
     
    Io
    Ladro assetato
    Rubo e brillo
    Vivo e sorrido
    Nei loro colori.
     
    Io
    Volevo te
    Tu
    Volevi me.
     
    Credevo di essere un Re
    Lo sussurrava il vento.
     
    Traditrice realtà.
     
    Illusione di un’estate
    Vestita d’inverno.
     
    Inferno tutto mio
    E nei tuoi occhi.
     
    Un amore trafitto
    Da una saetta.
     
    Scoccata a ciel sereno
    Da un destino già segnato.

  • 13 aprile alle ore 19:55
    L'Angelo Perso

    Oltre l’infinito
    L’angelo puro
     
    La fanciulla perduta
    Nel mare dell’universo
     
    Fra tante speranze
    E molte sofferenze
     
    Aspettative perdute
    Nei molti sentimenti

    Desiderosa d’amore
    Bisognosa d’affetti
     
    Quel cuore sempre fanciullo
    Cresciuto in un campo di fiori

    Ringrazia il suo contesto
    In attesa di un sole futuro.
     
    Donna e fanciulla
    Dall’animo altalenante
     
    Che tanto ha dato
    E poco ha riscosso
     
    Dal mondo convulso
    Dai valori superflui
     
    Il suo destino scottato
    Nella sabbia rovente.
     
    L’uomo comune che tutto calpesta
    Ignora la sensibilità di chi è diverso.

  • 11 aprile alle ore 19:28
    Solita Routine

    Un brivido
    Mi sfiora la pelle
    Quando esili pensieri
    In un’alba colorata
    Emigrano lontano
    Fra nuvole rossicce
    Che accarezzano
    Quel sogno
    Radicato nell'anima
    Prima di svanire
    Nell’aurora avanzata
    Come neve al sole.
    Quel sogno materializzabile
    Stregato nelle notti di luna
    E partorire con l’ultima stella
    Per un nuovo mattino
    E nella luce dei giorni nuovi.

  • 11 aprile alle ore 13:10
    All'Ombra Della Vita

    Curiosa esistenza
    Il respiro della vita
    Vissuta all'ombra
    Come uno spettro.
     
    È una lotta continua
    Nel silenzio della mente.
     
    È un mare tempestoso
    In una notte intermittente.
     
    È un fiore in declino
    Predestinato a morire.
     
    Meglio reagire e vivere
    Una vita calma e serena
    Anche se vissuta all'ombra
    Ma con tanta utilità sociale.

  • 10 aprile alle ore 13:08
    Alla Ricerca

     
     
    È da un poco di giorni
    Che la luna non si fa vedere.
    C'è un velo che offusca
    Ogni speranza.
    Addio emozioni lasciate
    Da ritrovare nella coscienza
    Lungo la strada aspra
    E meno battuta da percorrere.
    Per fortuna che all'improvviso
    Schizzano fuori
    Le luci della notte
    Ed io che ci sono dentro
    Mi ritrovo in lei
    E con lei la guida dell'anima.
    Ora il fiume del tempo
    Fluisce lento
    Ed ha ripreso a sussurrare
    La serenità perduta.

  • 08 aprile alle ore 19:21
    Per non Morire Dentro

    Ogni zolla della mia terra
    Ha il sapore della mia gente
    Il mio orgoglio s'infiamma
    Senza far ombra ai loro sogni
    Tantomeno alle speranze lasciate.
     
    Quante promesse si è portato lontano
    Lasciando il canto dei grilli
    E mai hanno dimenticato le loro radici.
     
    Pensandoli, ripensandoli, aspettandoli
    Affogando in milioni di lacrime
    Senza mai far morire la speranza
     
    Al risveglio mattutino
    Uno squarcio d'oro e d'argento,
    Avvolge il mio cuore
    È l'unico pensiero è
    Vedere sorgere il sole sul campanile.
     
    Ma forse prima di morire
    Si riaccenderanno nuove passioni
    Presunte o reali… per non morire.

  • 07 aprile alle ore 20:51
    Il Mondo è Impazzito

    Nella totale confusione
    Dei segreti dell’anima
    Lacrime solcano i visi.
     
    Dentro giornate canaglie
    La monotonia del vivere
    Dei passi abbandonati.
     
    Sulla nostra terra confusa
    Anche il vento fa a pugni
    E invoca la vana giustizia.
     
    Oh come sei bello, tu cielo
    Ripulito dalla mano di Dio.
    Che Tu faccia uguale quaggiù.

  • 07 aprile alle ore 20:48
    Dolce Felicità

    In un tempo nuovo
    Con nuove albe
    E nuovi giorni
     
    Partoriti da dolci sere
    Piene di belle sorprese
    E di attimi luminosi.
     
    Si dice che la felicità
    È fatta di rinnovati sogni
    Dentro un nuovo spazio
     
    È una pura finzione
    Perché la felicità assoluta
    Regna nella Città del Sole.

  • 06 aprile alle ore 20:04
    Nuvole

    Grigi pensieri del cielo
    Come capricci della mente
    Impazzite senza meta né speranze.
    Scherzate con il sole
    Scherzate con la luna
    Giocate con le stelle.
    Brave a dipingere capolavori fugaci
    Brave a regalare magie
    Abili ad appagare ogni malizia della mente.
    Basta alzare gli occhi al cielo
    Ed ogni desiderio è realtà
    Come una fata regalate favole nuove.
    Nemmeno il tempo di fissare nella mente
    Che i vostri dipinti svaniscono come sogni.
    Amoreggiate con i monti
    Baciate l’immenso mare
    Lanciate messaggi luminosi
    Scagliate messaggi rumorosi. 
    Ora nuvole capricciose
    Ora nuvole giocherellone
    Abili a burlare gli astri
    Esperte a burlare gli uomini.
    Sapete piangere lacrime calde
    Sapete piangere lacrime fredde
    E lacrime sopra lacrime
    Elargite forti messaggi
    E immacolati paesaggi
    Per la gioia e la paura dell'uomo.

  • 06 aprile alle ore 20:03
    Metamorfosi

    Quando e come
    È l'epoca migliore
    Per un'esistenza diversa.
     
    Per una vita
    Regolare
    Bilanciata
    Rifiorente.
     
    Un vivere fruttuoso
    E quasi perfetto.
     
    Basta dare
    Un taglio netto
    All'albero del passato.
     
    Ed i suoi getti saranno
    Ricchi e ritti
    Vigorosi e puri.

  • 06 aprile alle ore 20:02
    I Mostri Della Morte

     
    Volatili metallici
    Carichi di morte
    Volano nell’aria
     
    Devastano la vita
    Su strade e palazzi
    Nei cuori solo ricordi.

  • 06 aprile alle ore 19:59
    Ella

    Ella!
    La meraviglia del silenzio
    È la natura, lei mi chiama
    E domina i miei sentimenti
    Vuole rafforzarmi l'anima.
     
    Ella!
    È l'amica che vive in me
    Mi accompagna ovunque
    Per le strade del bene
    Per i vicoli del male.
     
    Ella!
    Il più bel dono del creato
    Misteriosa e capricciosa
    Affascinante e passionale
    Basta saperla rispettare.