username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Emilio Basta

in archivio dal 21 nov 2012

28 giugno 1945, Venosa (PZ) - Italia

mi descrivo così:
Sono un sensibile sognatore, amante di tutta la poesia di autori emergenti.

28 febbraio alle ore 20:50

Favola Del Cuore

Vi voglio raccontare una storia
Una storiella fatta di attimi
Con le parole della notte
E la ragione dell'anima.
 
Passeggiando nel tempo
Sotto la cupola del silenzio
Lungo i sentieri delle stelle
E con la Signora della notte.
 
Sono entrato nella casa antica
Quella della mia adolescenza
Immutata, fatiscente più d'allora
Dove ho consumato le mie estate.
 
Essa giace sulla riva del silenzio
Ed il Sole antico del quartiere
In quei luoghi, un tempo della vita
Ha smesso di riscaldare le case.
 
Questa è una storia vera e vissuta
È il luogo del mio confine dall'ora
Ed ora il gelso dei giochi non c'è più
Rose e gerani della gioia sono appassiti.
 
Scrutando dalla porta divelta dal tempo
Alla ricerca di utili certezze, ormai svanite
E nemmeno quel raggio di sole ti permette
Di scrutare e carpire i segreti nascosti.
 
Niente più luce e nemmeno il tempo vive
Nemmeno luce e buio scandiscono le ore
Manca la vita di sempre e del quartiere
In quel luogo scoccano solo lacrime di cera

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento