username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Emilio Basta

in archivio dal 21 nov 2012

28 giugno 1945, Venosa (PZ) - Italia

mi descrivo così:
Sono un sensibile sognatore, amante di tutta la poesia di autori emergenti.

07 marzo 2018 alle ore 12:20

Giovane Bizzarra

 
 
Il dì sorride e fugge
I giorni fuggono in te
Dai miei pensieri
E verso il buio che muore
Per rinascere nell’aurora.
 
La sua luce
Il suo buio
M’avvicina
Mi unisce
E come una festa
M’acquieta.
 
Giovane madre!
 
Bella e bizzarra
Sei nata negli occhi
Cresciuta nella mente
 
Hai ingarbugliato
Pensieri e sentimenti
Poi sei scivolata nel mio cuore
 
Ora lo abiti
Ora lo nutri
Lo alimenti di speranze.

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento