username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Emilio Basta

in archivio dal 21 nov 2012

28 giugno 1945, Venosa (PZ) - Italia

mi descrivo così:
Sono un sensibile sognatore, amante di tutta la poesia di autori emergenti.

13 aprile alle ore 19:55

L'Angelo Perso

Oltre l’infinito
L’angelo puro
 
La fanciulla perduta
Nel mare dell’universo
 
Fra tante speranze
E molte sofferenze
 
Aspettative perdute
Nei molti sentimenti

Desiderosa d’amore
Bisognosa d’affetti
 
Quel cuore sempre fanciullo
Cresciuto in un campo di fiori

Ringrazia il suo contesto
In attesa di un sole futuro.
 
Donna e fanciulla
Dall’animo altalenante
 
Che tanto ha dato
E poco ha riscosso
 
Dal mondo convulso
Dai valori superflui
 
Il suo destino scottato
Nella sabbia rovente.
 
L’uomo comune che tutto calpesta
Ignora la sensibilità di chi è diverso.

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento