username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Emilio Basta

in archivio dal 21 nov 2012

28 giugno 1945, Venosa (PZ) - Italia

mi descrivo così:
Sono un sensibile sognatore, amante di tutta la poesia di autori emergenti.

15 aprile alle ore 13:39

Notte Solo Mia

La neve ha smesso di fare silenzio
Il nuovo sole si è addormentato
Alzo gli occhi al cielo
Desideroso
Di penetrarlo per vedere Dio.
Mi viene sete, mi viene fame
Ho fame e sete di buio e d'amore.
Ormai la vita dei vivi volge al termine
Aspetto che tutti dormono
E che nasca il buio.
Sento che questa notte e mia.
È la mia notte.
Pigiama di luna sulla pelle
E via per i miei vicoli deserti
Voglio ritrovare l'amore perduto
E mentre cammino con i miei pensieri
Una dolce voce mi penetra il cuore
Comincio a sentire le pene dell'amore
Inizia una notte di malattia
Che piange amore da ogni stella.
Ho ritrovato l'amore
Ora che l'ho ritrovato
Vorrei arginare il fiume della gioia
Per non farlo trascinare verso il mare
Insieme ai miei sogni rinati
Vivi negli occhi
E nel cuore dell'anima.

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento