username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Poesie di Emilio Basta

Visita la scheda completa e tutti gli altri testi di Emilio Basta

  • 12 novembre 2017 alle ore 12:50
    Fotografia Del Mio Sindaco

     
     
     
    Il sommo,
    figlio dei re
    E degli dei
     
    Nato nel plenilunio
    Di una notte stellata
    Musicista e suonatrice
    Di una tamburiata nera
     
    Il nostro
    Il mio sindaco
    Dai due pesi
    E due misure
     
    Mah! 
    Occhi grandi
    E cuore immenso
     
    Vede tutto ciò
    Che gli occhi altrui
    Vogliono vedere
     
    E non vede quello
    Che i suoi occhi guardano
     
    Condannato
    All’inquietudine
    Eterna e tenebrosa
    Dai suoi stessi
    Angeli custodi.
     

  • 10 novembre 2017 alle ore 12:28
    A Luce Spenta

     
     
    A luce spenta
    Vortici luminosi
    Nell'aria umida
     
    Sotto una fetta di cielo
    Avvolto dalla bufera
    Danzano gli alberi
    Con i tuoi capricci assurdi
     
    Capelli al vento
    Bisbigliano al cuore
    Di quell'anima silenziosa
    Attorcigliata al calduccio
    Fra lenzuola aggrinzite
    Pur sempre stanca d'udire
    E tu di capire
     
    Ch'è
     
    Solamente un sogno.

  • 10 novembre 2017 alle ore 12:21
    Aspettative

    Vorrei fermare la sofferenza
    Gioire per stare bene.
     
    È triste varcare quella porta
    Per andare lontano
    Verso il mare
     
    La primavera è rivestita
    Ed io non vorrei andare
     
    Nessuno mi dice:
     
    "Non andar via".
     
    Questa vita è smorta,
    Se manca il necessario
     
    Ci si aspetta sempre
    Un mondo migliore.
     
    Invece…è sempre
    uguale e diverso
    per chi fugge la realtà.
     
    In certi luoghi
    il tempo non esiste!
     
    "La speranza è una fiamma che non muore mai".

  • 07 novembre 2017 alle ore 12:02
    Nozze D'Argento

     
    Oggi sedici settembre novantotto
    È una giornata da ricordare.
    Il Gargano scolpito all'orizzonte
    Felice e divertito si specchia nel mare
    Per stampare paesaggi nuovi e incantevoli
    Mentre il cielo pian piano volge al grigio
    Il sole lo penetra con le sottili lance luminose
    Divine come la luce irradiata dal Santo.
    Un mare immenso e nervoso di settembre
    Succube dei giochi della luna
    Partorisce un figlio piccolo e muto
    Cinto da un anello di sabbia dorata:
    Oasi ideale di riposo per l'uomo e per i gabbiani
    Raggruppati e segnati da una lunga e calda estate.
    Il mio passo leggero e silenzioso
    Si dimena lento e incurante
    Alla ricerca di conchiglie nude
    Ed infastidisce i spettacolari decolli
    Dei numerosi e candidi aerei viventi
    Che al segnale di pacifica tregua planano.
    La strada del ritorno spunta negli occhi
    Disegnata sulla pianura dagli animati alberi
    Simili a statuine viventi del presepe natalizio.
    L'automobile corre velocemente
    Seminando alle spalle la calma di un giorno
    E di un mare triste e sempre più solitario.
    I sette colli spuntano con il loro tramonto
    E frettolosi si avvicinano più maestosi.
    Eccomi di nuovo a casa mia.

  • 07 novembre 2017 alle ore 12:01
    Gita In Sicilia

    È il tempo dei limoni acerbi
    Sulla terra arsa dal sole
    Stanco della lunga estate
    Mentre il vento del mare
    Più sveglio, dà meno refrigerio.
    Eppure mi godo la sua musica
    Fioca, forte e dolce.
    Qui la pioggia latitante
    E tanto desiderata
    Dagli isolani ormai provati
    Si fa bramare…
    Vuole lavare tutte le città
    La gente vuole rimanere fra di loro
    Ora che l'isola di tutti
    È poco verde e tanto arida
    Con i suoi fichi d'india
    Ed i pochi fiori
    A regalare gli ultimi colori
    A questa martoriata natura.
    Sul mare e su tutto s'erge
    Mamma bontà
    Che ha saputo essere dolce
    Al momento giusto
    Ma pur sempre minacciosa…
    Sulla cattiveria umana
    Che a volte, ci fa rabbrividire.
    Fra un attimo andrò via
    E tu montagna dei cuori
    Mi mancherai!
    Ora sento nel cuore che
    Saranno gli uomini
    A sputare fuoco…

  • 20 settembre 2017 alle ore 19:33
    A Peppe Caro

     
     
     
     
     
    Caro Amico
    Di una esistenza
     
    Il tempo sfuma
    Appare la realtà
     
    Hai graffiato la vita
    Per indossare la gioia
     
    La tua armonia
    Ha trascurato il resto
     
    Eri felice per noi
    Ti bastava poco.
     
    Poi:
     
    Hai dovuto indossare
    Il vestito della festa
     
    Hai lacerato il cielo
    Per abitare
     
    Insieme ai puri
    Nel Regno di Dio
     
    Dove tutto è uguale
    Nulla è diverso…
     
    Sapete tutto di noi
    E noi poco di Voi.
     
    Ora il nostro bisogno
    È di pregare, pregare
     
    Per sempre lodarvi
    In attesa di riabbracciarvi.
     

     
    … una scala di seta per salire sino a Voi, sino al Paradiso.

  • 18 settembre 2017 alle ore 10:08
    Aspettando

     
     
    Il tempo vola!
     
    Vive in noi
    Nell’attesa
    Del  giorno 
    Senza speranza
    E senza scampo.
     
    Solo l’opera
    Degli eletti
    Continua a brillare
    Con la loro storia.
     
    È dono per i posteri
    Un dipinto colorato
    Ricco d'amore vero.
     
     
    Cit. “ L’Uomo non muore mai! Continua incidere nel futuro con le sue opere…”
     

     

  • 18 settembre 2017 alle ore 10:08
    Aspettando

     
     
    Il tempo vola!
     
    Vive in noi
    Nell’attesa
    Del  giorno 
    Senza speranza
    E senza scampo.
     
    Solo l’opera
    Degli eletti
    Continua a brillare
    Con la loro storia.
     
    È dono per i posteri
    Un dipinto colorato
    Ricco d'amore vero.
     
     
    Cit. “ L’Uomo non muore mai! Continua incidere nel futuro con le sue opere…”
     

     

  • 17 settembre 2017 alle ore 12:37
    Un Brivido

     
     
    Al mattino
    Alla sera
    La notte
    Nelle tante notti
    Un tiepido Respiro
    Accarezza la mia pelle
    È lei che si prende cura
    Del mio corpo.
     
    Poi!
     
    Di tanto in tanto
    Un brivido gelido
    Penetra la mia pelle
    È l'angelo custode
    Che bussa all’anima.
     
    Ed io sconvolto
    Viandante abituale
    Uomo ramingo
    Solitario me ne vado
    Sotto le luci della notte
    Alla ricerca della pioggia
    Per lavare il mio corpo
    Prima che la mia anima
    Voli via.
     
    Cit. “ Certe volte, tante volte, avvertiamo un brivido nell’anima e ignoriamo che
    Che è il brivido della morte che ci sfiora.”
     
     

  • 11 settembre 2017 alle ore 17:30
    Ombre

     
     
     
    Nel turbamento dell'aria
    La luna muove le braccia
    Limpide e pure.
     
    Il vento strofina
    Le foglie degli alberi
    Sul cane che grugnisce.
     
    Gente!
     
    Non chiedetemi nulla
    Lasciate le porte aperte
    Sento e vedo le vostra ombre
     
    E prima che l'alba
    Inizia il suo cammino
     
    Raggiungerò e poggerò
    Le mie mani luminose
    Sulla sua ombra
     
    Mentre cammina serena
    L'abbraccerò e placherò
    Il mio avido cuore.
     
     
    Cit. “ La vita è tutta una finzione, è un gioco a vivere. “
     

     

  • 12 agosto 2017 alle ore 11:49
    Corpo Di Donna

    Gioca il suo seno
    Nell’acqua di mare.
     
    Leggero il suo corpo
    Si posa sullo scoglio
    A guardare verso l’alto.
     
    Non può mancare il sole
    Con i suoi raggi di luce
    A indorare la pelle di luna.
     
    Oggi mi piace pensare
    Che lei
    È un grappolo d’argento.

  • 25 luglio 2017 alle ore 12:04
    L'Ultimo Desiderio

    L’Ultimo Desiderio
     
     
    L’ultimo desiderio!
     
    Quando sarò morto
    Adagiato nella bara
     
    Desidero realizzare
    L’ultimo mio gesto
     
    Regalare ai vicini
    Un grosso fragore
     
    Con il nobile culo
    Che fa trombone.
     
    Continuare poi! 
     
    Con l’onesto culo
    Che fa trombetta
     
    Ad impallinare quelli
    Per non fare le guerre.
     
     
    Cit. “ Eliminare il marcio per migliorare il mondo è saggio. “

  • 14 luglio 2017 alle ore 10:00
    Ti Avevo Già Dipinto E Non Lo Sapevo

    Oh Padre Pio!
    Il tuo volto uguale
    A quello di mio Padre!
     
    Solo in una stanza
    A disegnare
    La geografia della mente
    E nulla nei pensieri.
     
    Sul muro della vita
    Nasce un viso
    Dallo sguardo assente
    Espressione travagliata
    Lineamenti stanchi.
     
    Negli occhi
    Solo nebbia
    E quando si dissolve
    Solo delusione.
     
    Ti prego
    Padre mio
    Guidami
    Con il tuo Amore
    Senza fine.
     
    Cit. “ La Sua visione si dissolve, ma non il Suo Amore Infinito. “
     
     

     

  • 08 luglio 2017 alle ore 11:23

  • 08 luglio 2017 alle ore 11:23
    Meditazione Quotidiana

     
     
    L'alba di oggi
    Sfuma i suoi colori,
    Il vento frantuma
    Il vagare delle nuvole,
    La calma si fa straniera
    L'aria diventa pesante, e
    Minacciosa ma non piove
    Tutto l'ambiente è nervoso,
    E' come se grandinasse
    Sul quotidiano che scivola.
     
    Sono i sussulti della vita!
     
    Il cuore medita tenacemente
    E vola oltre l'Immenso silenzio
    Tra pace, solitudine e quiete,
    Lontano da dubbi e incertezze.
     
    Nella misteriosa meditazione
    Migliora la nostra esistenza.

  • 23 giugno 2017 alle ore 12:16
    Ri-Pensando

    Il posto è diverso
    Il panorama è lo stesso
     
    Lo sguardo all’iride
    A ruminare pensieri
    Nel buio che avanza
     
    Io ladro:
     
    Rubo le stelle
    Rubo la luna
     
    Mi rimangono
    Le Luci e Tu
     
    Il verde
    La fontana
     
    Il bosco
    E l’estasi
    Che mi assale
     
    Mi invade la gioia
    Di nutrire l’amore
    Per la Madonna.

  • 21 giugno 2017 alle ore 12:10
    Il Vivere

     
     
    Sotto un cielo terso
    Ricco di stelle
     
    Il profumo d'Eterno
    Illumina l'anima
     
    Ed io conto le lucciole
    E respiro il Tuo corpo
    Essenza di vita.
     
    Sotto i riflessi della luna: 
     
    Oltre l'Ignoto
    Riecheggia l'eco
    Immortale e Divino
     
    Qualcuno osserva
    La vita  degli altri
    Cinta di creste dorate
    Da spighe di grano
     
    Voi non sapete
    Quanto è dolce
    Camminare
    Nella Luce Divina.
     
     

     

  • 14 giugno 2017 alle ore 12:09
    Il Privilegio

     
     
    La notte
    Solo nel buio
    Respiro con Dio
     
    Governo i miei sogni
    E depuro la mia anima
     
    Desumo di tenere
    Il privilegio di un angelo
     
    Devolvo ai meno fortunati
    Quello che il divino mi dà
    In questo mondo crudele.
     
     
     

  • 07 giugno 2017 alle ore 10:03
    Meditazione

    In questa notte fanciulla
    Nella quiete di giugno
    Con i pensieri tremuli
    Via, via più intensi
    Inseguo la casa dei sogni.
    Oltre la tempesta
    Dei miei sentieri
    Solo al cospetto
    Di tanti cipressi
    Che pungono il cielo
    Nella calma prossima a morire
    La sola consolazione negli occhi
    Sono le storie passate e diverse
    Pur sempre sepolte nella vita che fugge
    E che ora rifioriscono nella mente
    Prodiga a nutrirsi per vivere meglio.

  • 06 giugno 2017 alle ore 11:28
    Passione E Ragione

     
     
     
    Non vorrei pensarci!
     
    Sé ci pensassi  un attimo
    Avrei paura di una pena
    Di amore e odio
     
    Quanta nebbia nella mia mente
    Pensieri confusi che indugiano
    Sui ricordi del passato e di oggi
     
    Chiuderei gli occhi per meditare
    Cancellerei quegli attimi indegni
    Da me desiderati e rifiutati
     
    Abbraccerei la mia solitudine
    E resteresti lontana nel nulla
    Ora sono libero!
     
     

     

  • 04 giugno 2017 alle ore 10:29
    Vaghe Emozioni

     
     
    Ho letto un libro
    Di un grande autore
    E sono rimasto deluso
     
    Ho letto un libro
    Di un piccolo autore
    E mi è tanto piaciuto
     
    L'idea fuori dal tempo
    La speranza nella luce
    Il mistero dell'ignoto
     
    Turbamento
    Inquietudine
    Fantasia
     
    Sono frutti del cuore
    Più che del cervello
    Di un titano della penna
     
    I fatti della vita
    Si cantano per magia
    Senza tanta vanità.
     
     

     

  • 31 maggio 2017 alle ore 12:22
    La Speranza

                                                                       
     
     
    Dai monti lontani vestiti di bianco
    Ai confini del cielo
    Spira un gelido vento
    Che bacia i seni di un prato
    Prossimo a rinverdirsi.
    Nel mezzo un tratturo ed un casolare
    Che imprigiona i muti sentimenti
    Di un errante pastore.
    La pioggia battente si mescola
    All'umido degli occhi intrisi di pianto
    Dell'uomo vagante dalla mille speranze.
    Il mesto compagno del gregge allo sbando
    Rincorre il crepuscolo
    Per precedere la notte che incute paure.
    Fugge da un gelido cuore
    Nel desiderio di un alito di vento
    Spazzino della malinconia
    Confida nella luna padrona
    Confida nelle stelle messaggere
    E nel calore del sole per avere certezze.
    Nel suo sguardo d'attesa
    Non più notte
    Non più miraggi
    Ma una gioia compagna
    Per guida futura.
     
    12/05/2017 –  “ La speranza ci aiuta nel cammino della vita. “
     

     

  • 26 maggio 2017 alle ore 12:12
    Il Vento Alita

                                             
     
     
     
    Alito del mio cuore
    Forte respiro
    Soffia
    Spazza via i grigi
    Disegni del cielo.
     
    Placa la tua ira
    Fai ritornare il sereno
    Fai spuntare il sole
    Per riscaldare i cuori gelidi.
     
    Disegna nel cielo il tuo arco!
     
    Celati nel misterioso tramonto
    Respira la luna
    La marea di lucciole
    Per farla brillare con essa.
     
    Apri il magico mantello stellato
    Oscura i mille pensieri dell'uomo
    E regalagli la dovuta
    E sospirata serenità.
     
     
    “ La luna con le sue amiche luci della notte, tutto può.”
     
     

     

  • 24 maggio 2017 alle ore 11:15
    L'ucciole

     
     
    C’è la luna
    Ci sono le stelle
    Ci sono quelle
     
    C’è Ella!
     
    La bambolina
    Che il vento
    Le fruga la pelle
     
    Di giorno  sogna
    E non solo quello
     
    La notte si dona
    A futili illusioni

    Il tempo di volare
    E si è in un ricordo.
     
     
    “ Le lucciole sono belle per tutti, le lucciole sono utili per pochi. “

  • 22 maggio 2017 alle ore 12:50
    Sperare

    Vorrei fermare la sofferenza
    E far stare bene tutti i popoli
     
    È triste varcare quella porta
    Per andare lontano, lontano
    Oltre il confine del cielo e mare
     
    La primavere è annebbiata
    Ed io non vorrei andarmene
    Ma nessuno me lo proferisce
     
    “ Non andare via “
     
    In questi luoghi la vita è smorta
    Manca tutto l’indispensabile
    Si aspetta un mondo migliore
     
    “ Invece… “
     
    È sempre
    Uguale e diverso
    Per chi vive la realtà
     
    In certi luoghi
    Il tempo non esiste
    E non serve sperare.
     
    “ La speranza è una aspettativa che non sempre appaga. “