username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Poesie di Emilio Basta

Visita la scheda completa e tutti gli altri testi di Emilio Basta

  • 03 gennaio alle ore 13:27
    Madre Natura

    Non sono un geologo
    Non un vulcanologo
    Non un esperto tellurico
     
    Per asserire
    L’utilità del pianeta
    La bontà dell’universo
     
    È terribile
    È doloroso
    Stuzzicarlo
     
    Violentarlo
    Tiranneggiarlo
    Farne uso e abuso.
     
    L’egoismo umano:
     
    Infrange lo spazio
    Trivella gli oceani
    Squarta le viscere
     
    Il pianeta è paziente
    Brillante e generoso
    Dona, toglie e punisce.

  • 03 gennaio alle ore 13:21
    Il Gabbiano

    Vola libero nel cielo
    Il gabbiano solitario
    Sorvola il mare blu
    Alla ricerca di cibo.
    Si riflette nell’acqua
    Calma e trasparente
    Dall’odore salmastro
    Quando gioioso gioca
    E si rinfresca il petto
    Tra le onde spumose.
    Serpeggia nel porto
    Fra le vele variegate
    E le prime lampare
    Che allietano la sera.
    Scompare nello scuro
    Privo della sua ombra
    Tra le stelle della notte
    Per riapparire aitante
    Nella tenera mattinata
    E riprendere rafforzato
    La scorta al navigatore
    Nel nuovo dì che danza.

  • 03 gennaio alle ore 13:14
    Venosa Mia

    Terra di Venosa
    Florida e gioiosa
    Suolo di Orazio.
     
    Lo grida ogni valle
    Lo grida ogni pendice
    Lo mostra ogni arbusto.
     
    Tutto questo lo dice
    La voce del nostro dotto
    La voce ribelle di Orazio:
     
    La verde terra, l’aria il cielo
    Le immature audaci fanciulle
    Dalle bionde chiome ed occhi neri.
     
    A Venosa ognuno onora
    La grandezza di Orazio
    Perche tutto parla di lui.
     
    Orazio:
    Dice il vento sussurra
     
    Risponde: Orazio:
    Mormora sui frutti
     
    Orazio! Orazio!
    Il canto degli uccelli.

  • 30 dicembre 2021 alle ore 18:32
    Consapevolezze

     
    Occhi densi di bei tramonti
    Pochi da dimenticare.
     
    All'improvviso spunta
    Una sera bugiarda
    E se ci penso bene
    Non è poi tanto bugiarda
    Anzi è profeta di verità.
     
    Come neve che si posa
    Il tempo s'accumula sulle spalle
    E lo spessore degli anni
    Grava sempre più
    Con la consapevolezza
    Che logora lentamente
    Mentre il corpo si ribella
    E nulla può
    Contro i fiocchi della luna.
     
    Vorrei tornare indietro
    Fermare il tempo in un attimo
    Sbriciolarlo in tutta allegria
    Sotto un unico cielo
    Ed un solo orizzonte.

  • 27 dicembre 2021 alle ore 15:10
    La Neve

    Tutto è nuovo
    Quando la neve copre
    Il sole dorme
    La neve lentamente
    Danza nell'aria
    Si posa
    Tutto è attuale
    La neve ha coperto
    Sogni e paese
    La gente al caldo
    È in meditazione
    Senza patema d'animo
    Perché lei è:
    Essenza di pace.

  • 26 dicembre 2021 alle ore 20:16
    Silenzi Sovrani

    Mi succede spesso
    Di perforare dentro
    Quei dolci silenzi
    Amici sovrani
    Della calma regnante.
     
    Già al calar della sera
    Sparpagliato fra le stelle
    Mi succede di voler ignorare
    Ricordi ed eventi da cancellare.
     
    Storie di vento
    Che forano pensieri
    E non volano via.
     
    Dolce sovrano
    Tempo che voli
    Tracciami il sentiero
    Nella notte che regna
    Sui sorrisi d'amore.

  • 20 dicembre 2021 alle ore 12:04
    I Sentieri Del Solitario

     
    Il solitario se ne va
    Lungo un sentiero
    Che porta a nulla
    Passo affaticato
    Respiro da musica
    Pensieri che urtano
    Come nuvole nel cielo.
    Arranca sotto un sole cocente
    Attraverso vallate e rigagnoli
    In compagnia della sua ombra.
    Non trova armonia
    Non trova serenità
    E passo dopo passo
    Sfinito si inchina
    Ai piedi di un tramonto.
    Il buio con le sue ali
    Oscura la sua ombra
    E con essa.
    Nel giorno che sboccia
    Svanisce ogni speranza

  • Il sommo,
    Figlio dei re
    E degli Dei
    Nato nel plenilunio
    Di una notte stellata
    Musicista
    Suonatrice
    Di una “tamburriata” nera.

    Il nostro
    Il mio sindaco.
     
    Uomo a metà
    Dai due pesi
    E due misure.
     
    Mah! 
    Occhi grandi
    E cuore immenso
    Vede solo ciò
    Che gli occhi altrui
    Vogliono vedere
    E non vede quello
    Che i suoi occhi guardano.
     
    Condannato all’inquietudine
    Eterna e tenebrosa
    Dai suoi stessi angeli custodi.

  • 19 dicembre 2021 alle ore 19:59
    Felicità

     
    Uno sguardo!
    Smarrito
    Distante.
     
    Ritrovato!
    Vicino
    Felice.
     
    Ti prego
    Rimani
    Cara felicità

  • 19 dicembre 2021 alle ore 19:28
    E Venne Il Giorno

    In questo momento
    Parla il tempo fuggito.
     
    Quanta storia bolle
    Sotto gli occhi
    Delle notti giulive.
     
    Passo dopo passo
    Ruotano nell'aria
    Spazzate dal vento
    Dei ricordi.
     
    Mi ricordo pure
    Di una saetta nel cielo
    Che fece tremare tutto
    Da parte a parte.
     
    Pure il giorno tremò
    E il nostro notturno
    Da buio si fece luce.
     
    Luna madre delle stelle
    La tua indomita luna
    Svanita come un sogno
    Nella penombra mattutina.

  • 19 dicembre 2021 alle ore 19:01
    Eloquio

     
    Innamorato
    Della propria terra
    Abitata da gente sola
    Con la voce del silenzio
    In un paese sommerso
    Dalle tante storie
    Alla continua ricerca
    Di certezze perdute.
     
    Si! è vero
    Antichi pensieri
    Si affacciano all'Infinito
    Dalla finestra della vita
    A questa splendida gioventù
    Dalle braccia forti.
     
    Albe radiose
    Fruscii d'esistenza
    Sentieri silenziosi
    Animano ogni movimento
    Al triste sognatore
    Non basta una bevuta di vino
    A far strappare
    Profumi, colori
    Cascate di stelle
    Ai nostri giorni del Sud.

  • 19 dicembre 2021 alle ore 18:00
    Dolci Silenzi

     
    I silenzi parlano
    Come la natura
    Che ci circonda
     
    Come la calma
    Della campagna.
     
    Nella valle degli ulivi
    Mormora la fiumara
     
    Mentre la sua acqua
    Serpeggia il suo corso
     
    Si infrange
    Contro i sassi
     
    Spumeggia
    E diffonde nell’aria
    La sinfonia dell'anima.

  • 17 dicembre 2021 alle ore 11:37
    Attimi Del Mare

    Un mare triste
    Sotto un cielo
    Sempre più grigio
     
    Non dona al giorno
    L’usuale dolcezza
    In questi momenti.
     
     
    Non è di velluto
    Non accarezza cuori
    Non assorbe la vita
     
    Sfugge agli sguardi
    E gli occhi protesi
    Guardano lontano
     
    Solo una parola
    Esce dal mio corpo
    Ciao, arrivederci.
     

  • 15 dicembre 2021 alle ore 12:51
    Ha! La Mia Campagna

    Da un cielo oscuro
    Scende la pioggia
    E morde la campagna
    Poi spunta il sole
    Con i suoi raggi
    Di primo mattino
    Che filtrano gli alberi
    Riscaldano la terra
    E rallegrano il giorno.
    La campagna
    Effervescente
    Si popola di contadini
    Che lavorano la terra
    Nella gioiosa attesa
    Di un lauto raccolto.

  • 14 dicembre 2021 alle ore 19:42
    Felicità Del Marinaio

     
    Un cielo di piombo
    Bordeggia questo giorno
    Che pare esclamare
    Toccatemi con le mani.
     
    Una triste lacrima
    Dolcemente avvolge
    Tutto e tutti
    Bacia il mare
    Feconda la terra
    Influenza gli animi
    Dentro le case
    Nelle auto
    Nei loro viaggi.
     
    Ogni sua lacrima
    suggerisce un'emozione
    All'anima e ti tocca dentro
     
    È come se dicesse
    "Forza marinaio
    Ti tocca la felicità."

  • 14 dicembre 2021 alle ore 19:24
    L'Angelo Nostro

     
    I pensieri del cielo
    Tatuati nell'azzurro
    Dall'angelo pittore
    Dai sogni mutevoli.
     
    Dinamici
    Come nuvole.
     
    Ci inseguono nervosi
    Nel vivere quotidiano
    Sin dall’acerba vita
     
    L’inseparabile angelo
    Ti sussurra al cuore
    Sino all'ultimo respiro.
     
    Poi
    Ti consegna
    Al richiamo dell'alto.

  • 13 dicembre 2021 alle ore 19:38
    Vita

     
    Libertà di vivere
    Al di là del tramonto
    Serrare la porta
    E non fermarsi
    Oltre la sera
    Non andare
    Nella notte.

  • 13 dicembre 2021 alle ore 19:26
    Vite Silenziose

     
    Freddo nel cuore
    E lacrime vermiglie
    Negli occhi arrossati.
     
    Dentro l'anima
    Il desiderio di quiete
     
    Il fiume della vita
    Scorre silenzioso
    Corre veloce
    Verso l'incerto
     
    Fanciullo inesauribile
    Non invecchia mai
    Mentre tu speri
    Ti collochi nel suo tempo
    Dai tramonti infuocati
    E le sue notti rapiscono
    I tuoi desideri.
     
    In questa natura
    Apparentemente festosa
    Il tuo pensiero
    Vola lontano
    Oltre il mistero della vita.

  • 13 dicembre 2021 alle ore 13:14
    Tramonto

     
    È sera!
     
    Sera d'estate
    Luminosa
    Scintillante.
     
    Sera stellata
    Bagnata di luci
    Da un cielo trapuntato
    Dalle streghe della notte.
     
    Solo e pensieroso
    Fisso la mia strega
    L'anima viaggia.
     
    Non sono più solo.

  • 13 dicembre 2021 alle ore 13:00
    Sera

     
    Rughe sul volto
    Mi tuffo nel buio
    Fra ombre e misteri
    L'incerto cammino
    Con un cuore muto
    Sotto un cielo infinito.
     
    Splendori di stelle
    Gemme nel nulla
    Nutrono la vita
    Con schegge di sogni.
     
    Il cielo è ormai buio
    Pare oscura dolenza
    Di una vita gioiosa
    Che si perde nel vuoto
    Tra essenze di rugiada.

  • 12 dicembre 2021 alle ore 12:47
    L'Ultimo Frutto

     
    Lo dico
    Lo ridico
    Sei e sarai
    passato e futuro.
    L'ultimo sentimento germinato
    In un arido terreno incolto
    Quel tenero e isolato seme
    Rubato dal vento
    Ad un famelico pettirosso
    La mia pioggia ti bagnerà
    Il mio calore ti feconderà
    E nel deserto immenso
    Nascerà la gioia di vivere.
    Sei e sarai un frutto
    Uno dei fiocchi di neve.

  • 11 dicembre 2021 alle ore 14:54
    Paradiso Perduto

    Il cielo sul mio capo
    E respirare il momento
    Ascoltando la pioggia
    Con l'orgoglio ferito
    Di chi pensa e ripensa
    Alle cose lontane
    Ormai melodie perdute
    Della mia amata terra.
     
    Ahimè, tutto tace!
    Fruscii d'esistenza
    paradisi perduti
    antiche usanze.
     
    Gli uomini
    Non sanno piangere
    Le corde del cuore
    Si sono spezzate
    Le linee della vita
    Sono diventate
    Sentieri tortuosi
    Privi di albe radiose.
     
    Bisogna uscire
    Dal labirinto dell'anima
    Da queste notti buie
    E non aspettare
    Il messaggio
    Dell'ultima stella.

  • 10 dicembre 2021 alle ore 12:38
    Gli Occhi Del Cielo

     
    Tremuli
    Muti
    Tristi
    Gioiosi.
    Sguardo gentile
    È il
    Vociferio della luna
    Vagante nel cielo.
    Il suo viso gioisce
    I cuori
    Si rallegrano.
    È la mamma
    Di tutti noi
    Sa capire
    Sa amare.

  • 10 dicembre 2021 alle ore 12:34
    Santo Natale

    " Disse il Maestro! "
    Il Signore è Universale,
    Onora il Santo Natale;

    " Disse il Maestro! "
    Neve candida sotto la luna,
    Santo Natale alle porte;

    " Disse il Maestro! "
    Nel paese di fresca neve,
    Alberi di luce colorate;

    " Disse il Maestro! "
    Inizio dell'anno,
    Armonia tra Terra e Cielo;

    " Il Maestro disse! "
    Colorati adesso,
    Il primo cielo dell'anno nuovo.

  • 09 dicembre 2021 alle ore 19:56
    Apprensione

    Nel paradosso
    Del giorno
    E della notte
    L’agitazione
    Di chi bussa
    Alla porta del cielo
    Vibrano nell’aria
    Versi mai scritti
    Da un bambino
    Mai venuto al mondo.

    Agitazione

    Amaro
    Arrendevole
    Lacrimante
    Desiderio
    Di una madre
    Mai doma
    Spasimante
    Eventi
    Già palpati
    Nella sua vita