username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Poesie di Emilio Basta

Visita la scheda completa e tutti gli altri testi di Emilio Basta

  • 11 aprile alle ore 13:10
    All'Ombra Della Vita

    Curiosa esistenza
    Il respiro della vita
    Vissuta all'ombra
    Come uno spettro.
     
    È una lotta continua
    Nel silenzio della mente.
     
    È un mare tempestoso
    In una notte intermittente.
     
    È un fiore in declino
    Predestinato a morire.
     
    Meglio reagire e vivere
    Una vita calma e serena
    Anche se vissuta all'ombra
    Ma con tanta utilità sociale.

  • 10 aprile alle ore 13:08
    Alla Ricerca

     
     
    È da un poco di giorni
    Che la luna non si fa vedere.
    C'è un velo che offusca
    Ogni speranza.
    Addio emozioni lasciate
    Da ritrovare nella coscienza
    Lungo la strada aspra
    E meno battuta da percorrere.
    Per fortuna che all'improvviso
    Schizzano fuori
    Le luci della notte
    Ed io che ci sono dentro
    Mi ritrovo in lei
    E con lei la guida dell'anima.
    Ora il fiume del tempo
    Fluisce lento
    Ed ha ripreso a sussurrare
    La serenità perduta.

  • 08 aprile alle ore 19:21
    Per non Morire Dentro

    Ogni zolla della mia terra
    Ha il sapore della mia gente
    Il mio orgoglio s'infiamma
    Senza far ombra ai loro sogni
    Tantomeno alle speranze lasciate.
     
    Quante promesse si è portato lontano
    Lasciando il canto dei grilli
    E mai hanno dimenticato le loro radici.
     
    Pensandoli, ripensandoli, aspettandoli
    Affogando in milioni di lacrime
    Senza mai far morire la speranza
     
    Al risveglio mattutino
    Uno squarcio d'oro e d'argento,
    Avvolge il mio cuore
    È l'unico pensiero è
    Vedere sorgere il sole sul campanile.
     
    Ma forse prima di morire
    Si riaccenderanno nuove passioni
    Presunte o reali… per non morire.

  • 07 aprile alle ore 20:51
    Il Mondo è Impazzito

    Nella totale confusione
    Dei segreti dell’anima
    Lacrime solcano i visi.
     
    Dentro giornate canaglie
    La monotonia del vivere
    Dei passi abbandonati.
     
    Sulla nostra terra confusa
    Anche il vento fa a pugni
    E invoca la vana giustizia.
     
    Oh come sei bello, tu cielo
    Ripulito dalla mano di Dio.
    Che Tu faccia uguale quaggiù.

  • 07 aprile alle ore 20:48
    Dolce Felicità

    In un tempo nuovo
    Con nuove albe
    E nuovi giorni
     
    Partoriti da dolci sere
    Piene di belle sorprese
    E di attimi luminosi.
     
    Si dice che la felicità
    È fatta di rinnovati sogni
    Dentro un nuovo spazio
     
    È una pura finzione
    Perché la felicità assoluta
    Regna nella Città del Sole.

  • 06 aprile alle ore 20:04
    Nuvole

    Grigi pensieri del cielo
    Come capricci della mente
    Impazzite senza meta né speranze.
    Scherzate con il sole
    Scherzate con la luna
    Giocate con le stelle.
    Brave a dipingere capolavori fugaci
    Brave a regalare magie
    Abili ad appagare ogni malizia della mente.
    Basta alzare gli occhi al cielo
    Ed ogni desiderio è realtà
    Come una fata regalate favole nuove.
    Nemmeno il tempo di fissare nella mente
    Che i vostri dipinti svaniscono come sogni.
    Amoreggiate con i monti
    Baciate l’immenso mare
    Lanciate messaggi luminosi
    Scagliate messaggi rumorosi. 
    Ora nuvole capricciose
    Ora nuvole giocherellone
    Abili a burlare gli astri
    Esperte a burlare gli uomini.
    Sapete piangere lacrime calde
    Sapete piangere lacrime fredde
    E lacrime sopra lacrime
    Elargite forti messaggi
    E immacolati paesaggi
    Per la gioia e la paura dell'uomo.

  • 06 aprile alle ore 20:03
    Metamorfosi

    Quando e come
    È l'epoca migliore
    Per un'esistenza diversa.
     
    Per una vita
    Regolare
    Bilanciata
    Rifiorente.
     
    Un vivere fruttuoso
    E quasi perfetto.
     
    Basta dare
    Un taglio netto
    All'albero del passato.
     
    Ed i suoi getti saranno
    Ricchi e ritti
    Vigorosi e puri.

  • 06 aprile alle ore 20:02
    I Mostri Della Morte

     
    Volatili metallici
    Carichi di morte
    Volano nell’aria
     
    Devastano la vita
    Su strade e palazzi
    Nei cuori solo ricordi.

  • 06 aprile alle ore 19:59
    Ella

    Ella!
    La meraviglia del silenzio
    È la natura, lei mi chiama
    E domina i miei sentimenti
    Vuole rafforzarmi l'anima.
     
    Ella!
    È l'amica che vive in me
    Mi accompagna ovunque
    Per le strade del bene
    Per i vicoli del male.
     
    Ella!
    Il più bel dono del creato
    Misteriosa e capricciosa
    Affascinante e passionale
    Basta saperla rispettare.

  • 05 aprile alle ore 20:13
    Canzone

    Io dolce e puro bambino
    Rinato da un bacio
    Di due anime che m'appartengono
    Scivolato nel mondo 
    In una lacrima di un cielo stellato
    Mentre piange raggi di luce.
    La mia anima vestita di me
    Volerà in balia di una nuvola
    Per abitare tutta la luna.
    La mia casa sarà una stella
    E non solo quella
    Non ci sarà Inferno
    Non ci sarà Purgatorio
    E nemmeno il Paradiso
    Ma solo Sole
    Luna e Stelle.
    L'anima vagabonda dell'Universo
    Pregherà solo per essa
    Non avrà bisogno
    Dei vostri pensieri
    Non saranno necessarie
    Le vostre preghiere
    Perché non mi troveranno.
    Solo Dio sarà il mio amico
    San Padre Pio e l'Immacolata
    Le mie uniche guide
    Per una vita migliore
    E non più Così - Come.

  • 05 aprile alle ore 20:11
    Cuori Giocati + Il Privilegio

    C'è un'aria strana quest'oggi
    La gente ha chiuso le finestre
    Non spira un alito di vento
    Gli alberi immobili e quieti
    Somigliano ad anime nude.
    Il sole si finge pittore
    Dipinge un nervoso giorno
    La luna scolpisce la notte
    Trafigge i cuori innamorati
    Ad ognuno regala una stella.
    Inizia così la partita della vita
    Che danza giocosa nell'aria
    Come giorno incerto appena nato
    Ed improvvisamente muta umore
    E si tinge di scuro con il mio cuore.
     
     
    Il Privilegio
     
     
    É notte
    Solo nel buio
    Respiro con Dio.
    Governo i miei sogni
    Depuro la mia anima.
    Desumo di detenere
    Il privilegio di un Angelo
    Devolvo ai meno fortunati
    Quello che il Divino può
    In questo mondo arido
    L'uomo ha bisogno
    Di una vita meno diabolica.

  • 05 aprile alle ore 20:08
    Favola " La Nuvola Capricciosa "

    Dopo una notte invecchiata
    Sull’uscio della porta
    Della casa di campagna
    Volevo salutare la prima luce
    Ma una nuvola randagia
    Vagabonda e dispettosa
    Si è permessa di velare il giovane sole
    Il quale cresciuto un pochetto
    L’ha dissolta con il suo calore.
    E così in questo giorno di calda estate
    Mi sono goduto il tepore
    Del fanciullo dì.
    A sera avanzata
    Ha fatto la stessa cosa con la luna
    Che, furiosa ed indispettita
    Ha chiesto aiuto ad Eolo
    Il quale rabbiosamente
    L’ha spazzata via
    E per lungo tempo mi ha fatto gioire
    Fra la pace di tante aurore
    E molti tramonti.

  • 04 aprile alle ore 20:57
    La Pace

     
    Una colomba
    Vola sopra i capi
    E Tu mi neghi
     
    Il Tuo sguardo
    Mi fugge
     
    Io mi domando:
     
    Sei mare
    Sei cielo
    Sei fuoco
     
    Bruci
    Hai bruciato tutto
    Brucerei tutto.

  • 04 aprile alle ore 20:56
    Amori Del Sud

     
    In questa terra
    Di sassi e argilla
    Bruciata dal sole
    Dove le stelle brillano
    Indifferenti
    E le nuvole dispettose
    Giocano con la luna
    Che muta forma e colore
    Con il vento
    Che diffonde nell’aria
    Il canto melodioso degli uccelli
    Dove il tarlo dell’amore
    È il pensiero ricorrente
    L’unico obiettivo della donna
    È quello di scegliere l’uomo
    Che la sceglierà
    E rispetterà il suo corpo
    Tutte le mattine
    Al cantar del gallo
    Allo spuntar del sole
    Ella giocosa e felice
    Vestirà il suo cuore di ali
    E decollerà sempre più in alto
    Verso la cupola incantevole
    Del nostro misterioso sud.

  • 04 aprile alle ore 20:54
    Bambolina

    Come si buona
    Come sei bella
    Bambolina.
    Nel Tempo
    Nell'Immenso
    Mordi l'Anima
    E nulla più.
    Come sei buona
    Come sei bella
    Mordi l'anima
    E voli via.
    Come sei buona
    Come sei bella
    Bambolina.
    Sei una fiamma
    Sei sempre viva
    Solo per me.
    Come sei buona
    Come sei bella
    Bambolina.
    In questo tempio dorato
    Con la luna alta nel cielo
    Respiri dentro il mio petto
    Ed io solo ad ascoltare.
    Come sei buona
    Bambolina mia.
    Come sei bella
    Bambolina mia.

  • 04 aprile alle ore 20:53
    Non Svanire

    La mente traccia
    Candide praterie
    Senza trovare lei
     
    Dove sei mia piccola,
    A sognare libera e serena
    Tra la brina e la rugiada
     
    Non svanire dalla mia vita
    Faresti gemere stelle e sole
    E velerebbe il mio giardino
     
    Di questa primavera
    Profumata di rose rosse
    E armonie di colori.

  •  
     
    Le ombre cadono
    Nel tempo mai domato
    Per realizzarsi nei sogni;
     
    Lasciati sotto la luna
    Per farli rivivere in noi
    Mai uccisi dalla speranza;
     
    Per l’incerto volare
    Di un fiore dell’anima
    Immortale nel tempo. *
     
     
     
     
    “ESSENZA DELLA PUREZZA”
     
    Angelo della notte
    Ti bacio sulla fronte
    E sogno le tue verità
     
    Quanti segreti taciuti
    E mai respirati al vento
    Celati nelle pieghe del tempo.
     
    In questa lotta continua
    Un uomo si porta dentro
    Una guerra senza respiro.
     
     
    Di: emilio basta – Venosa – Potenza. *

  • 03 aprile alle ore 20:55
    Igor

    Da un sogno sognato
    Ad una realtà vera e reale
    Veramente.
    E così l'angelo dei sogni
    Lontano da ogni realtà
    Si è materializzata creatura
    In una creatura nera
    Pennellata di bianco
    Dall'animo candido
    Impaurita ma subito rinfrancata
    Dall'affettuosa accoglienza
    Il giocherellone sa fare
    E farsi volere bene.
    Educato, rispettoso di meno
    Tuttavia promette bene.
    Si…è lui, proprio lui
    Il festeggiato battezzato Igor
    Volpino, bastardino
    Solamente nei geni
    perché nobile in tutto.
    Nero come il padre
    Bianco di entrambi
    Erede dell'anima storica
    E laboriosa degli avi
    Carrettiere “trainiere”
    Insomma
    Una mistura di furbizia e giocosità.
    Io lo chiamerei bontà
    Senza far torto  
    E togliere nulla
    Alle mie figlie.

  • 03 aprile alle ore 20:52
    Esistere Per Esserci

    Il vento anima l’aria
    Ci regala i suoi suoni
    E li rende istanti belli
    Pur essendo fugaci;
     
    L’affascinante è:
    Esistere per esserci
    Ed io sono in vita
    Perché sono sbocciato;
     
    Io esisto
    Io vivo
    Io sono morto
    Io sono eterno.

  • 03 aprile alle ore 20:45
    C'era Una Volta

     
    Sulla collina del paese
    Tra il verde mutevole
     
    Si erge sovrana
    La piccola chiesa
     
    Nei giorni di festa
    La gente l’affolla
     
    Per la Santa Messa
    Che dona allegria
     
    Ora:
     
    La chiesa è dirupata
    Il paese è cambiato
     
    E sulla collina si festeggia
    Solo il lunedì dell’Angelo.

  • 02 aprile alle ore 22:23
    Io E Te

     
    Dopo tante lune
    Il nostro cammino
    Si è intrecciato;
     
    E nel nostro spazio
    Tra i nostri transiti
    Vediamo solo ombre;
     
    Nella natura amica
    Il tempo scivola via
    E le stagioni fuggono;
     
    Continuiamo a vivere
    Arricchendoci dentro
    Come una sola anima;
     
    Loro si sono incontrate
    E non per coincidenza
    Ma per essere felici…

  • 02 aprile alle ore 22:20
    Io E Lei

    Io ritorno da me
    Senza chiedermi perché
    Tu ritorni da te
    È un'esigenza di vita
    È giusto che sia così
    Anche se qualcosa
    Palpita nell'aria.
    Questo canto libero
    È tutto nuovo
    È già vecchio.
    Percorriamo
    Respiri futuri
    E nella fantasia
    Cloneremo nuove storie
    Per non morire
    Uccisi dalla solitudine.

  • 02 aprile alle ore 22:12
    I Passi Del Cuore ( Ai Miei Nipotini)

     
    Le luci del tempo
    Immutabili e perenni
    Giocano e si alternano
     
    Come raggi di fuoco
    Scandiscono i giorni
    Di una estate rovente
     
    Ripetuti baci a morsi
    Nel tempo che esiste
    Mai troppo bastevole.
     
    Uno alla volta l’amore
    Matura i suoi frutti
    Tra ansie e gioie infinite
     
    Così si affacciano alla vita
    Tre pregevoli gioielli
    Lidia, Gabriele e Jacopo
     
    Nicolò
    Li abbraccia
    E gioisce
     
    Con i loro genitori
    I relativi nonni
    E i tanti zii e zie
     
    Ancora una volta
    I cuori gioiscono
    La vita trionfa.

  • 02 aprile alle ore 22:08
    Capelli Al Vento

     
    Il mare non si agita più
    Sotto la frusta del vento
    Che ha smesso di respirare.
    Il silenzio sveglia la notte
    Stringe compagnia alla solitudine
    Che m’appartiene.
    Il giorno inesorabile avanza nel buio
    E tu sotto un insipido sole mattutino
    Capelli al vento fuggi
    In un campo di grano
    Lasciandoti alle spalle
    Una lunga scia di vuoto.
    Adesso l’usignolo
    Non canta la solita serenata
    Gli uccelli cinguettano meno
    Le rondini si sono fatte da parte
    E la mia solitudine ricca e muta
    Colpa del destino
    Che ha portato lontano i miei sogni.
    Il cuore vaga nel buio
    Per vicoli solitari
    Alla ricerca di un nuovo furtivo padrone
    Per impedire ai miei occhi di lacrimare
    E dire quello che il cuore non osa.
    Quasi quasi morirei.

  • 31 marzo alle ore 19:20
    Tristezza

    Il giorno scivola
    Verso la sera
    La pioggia gronda
    Sulle case del paese
    Il vento fruga
    Fra i capelli, e
    Sulla tristezza
    Della gente
    E di quel fragile
    Fiorellino
    Che ha bisogno
    Di nuova allegria.
    Ed io ho bisogno
    Di quel fiorellino
    Malinconico
    D'autunno
    Per mandare via
    La sua
    E la mia
    Tristezza.
    Ti prego tristezza
    Lasciaci vivere.