username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Poesie di Emilio Basta

Visita la scheda completa e tutti gli altri testi di Emilio Basta

  • 20 febbraio 2017 alle ore 10:47
    Vita Di Paese

     
    Ricordo
    Un pomeriggio di sole
    Al paese si parlava
    Solamente di lei
    La zingara dagli occhi bruni
    E dai capelli neri
    Venuta da lontano
    Leggeva a tutti
    Il destino nella mano
    In questa terra di penitenza
    Dove si aspettano
    Sempre giorni migliori
    È arrivata lei
    Scheggia sorridente
    Colei che predice
    La nuova vita
    E tutti le dicono
    Sei il mio sole.

  • 19 febbraio 2017 alle ore 12:07
    Attese E Speranze

     
     

     
     
    Le stelle non sono
    Fuochi d’artificio
    Ma sogni luminosi 
    Graditi dalla mente
     
    Non sono utopie
    Bensì attese vive
    Ben nutrite dal cuore
    Sono nostre speranze
     
    Il nettare che sazia
    La svolta della vita
    E la rende possibile
    Nelle nostre attese.
     
     

     

  • 19 febbraio 2017 alle ore 10:54
    Monito Delle Luci

     
     
    Oggi l’alba nasconde
    Il Signore delle luci
     
    Il cielo è tutto nero
    Ha di fronte la sera
     
    Non può disegnare
    Le sue strane ombre
     
    L’uomo è rimasto solo
    Perduto nello spazio
     
    Ha di fronte la notte
     
    Il tramonto non può
    Fondersi con l’Infinito
     
    La Signora notte si nega
    Alla quotidiana intimità
     
    È un perpetuo carnevale
    Senza i colori della vita
     
    Pare il naturale percorso
    Del buio della morte.
     

     

  • 10 febbraio 2017 alle ore 12:46
    Il Vento Della Notte

     
     
    Fuggo la notte
    Sotto le stelle
    Per farmi baciare dal vento
    Tra i pensieri del cielo
    Nel buio
    Il vento mi spoglia e mi veste
    Mi abbraccia e mi bacia
    Mi usa e mi consuma
    Mi veste nell'aria
    Di sogni e di colori
    Di gioia primaverile.
     

     

  • 05 febbraio 2017 alle ore 11:47
    Omaggio Alla Dolcezza Femminile

    Vicino e lontano
    Sotto lo stesso cielo
     
    Neve sulla montagna
    Pioggia sulla collina
    Sole sopra al mare
     
    E tu dolcissima donna
    Prodigio della natura
    Scultura universale
     
    Capelli al vento
    Viso di luna
    Pelle vellutata
    Armonia di un corpo
     
    Il calore del tuo seno
    Nutre e riscalda
     
    Tutti ti vorrebbero
    E se non esistessi
    Io… ti inventerei
     
    Mistero della natura
    Sei il mio angelo
    Appari e svanisci
     
    Ti prego rimani
    A riscaldare le notti
    Di questo susseguirsi
    Di giorni freddi…

  • 05 febbraio 2017 alle ore 11:41
    L'Amore...E'

     

     
     
    L’amore è come l’edera
    Se non si attacca muore
     
    L’amore si paga
    Solo con l’amore
     
    E tu:
     
    Ama chi ti ama
    E rispondi al suo amore.
     
    Sappi che:
     
    Nessun amore
    È senza pena
     
    È senza ragione
    È un fiore con le spine
     
    L’amore è un dono
    Si paga con l’amore

     

  • 05 febbraio 2017 alle ore 11:40
    Il Mese Di Aprile

     
     
    Alberi issati al cielo
    Sulle verdi colline
     
    La fiumara ritrae
    Nuove  geometrie
     
    In questo aprile
    Dal cielo inquieto
     
    La sua scia si agita
    Sino alla cascata
     
    Poi si acquieta
    E parla in silenzio
     
    Mormorano i giorni
    Che trovano la pace
     
    Come il cammino
    Della fiumara
     
    E quando rasenta
    La mia campagna
     
    Nella valle degli ulivi
    Lo spigliato volpino
     
    Conquista la preda
    Colma la sua gioia
     
    Sazia il suo appetito
    E quello del padrone.
     
    Cit. “ La nostra vita cammina come il corso della fiumara più o meno calma. “
     

     

  • 04 febbraio 2017 alle ore 12:15
    Omaggio Alla Dolcezza Femminile

     
     
    Vicino e lontano
    Sotto lo stesso cielo
     
    Neve sulla montagna
    Pioggia sulla collina
    Sole sopra al mare
     
    E tu dolcissima donna
    Prodigio della natura
    Scultura universale
     
    Capelli al vento
    Viso di luna
    Pelle vellutata
    Armonia di un corpo
     
    Il calore del tuo seno
    Nutre e riscalda
     
    Tutti ti vorrebbero
    E se non esistessi
    Io… ti inventerei
     
    Mistero della natura
    Sei il mio angelo
    Appari e svanisci
     
    Ti prego rimani
    A riscaldare le notti
    Di questo susseguirsi
    Di giorni freddi.

  • 04 febbraio 2017 alle ore 11:56
    Preghiera A San Sebastiano

     
     
    Santo Martire Universale
    Difensore della chiesa
    Dalla vita tribolata.
     
    Protettore dei deboli
    E Santo Patrono
    Della Polizia Municipale
     
    Il tuo corpo
    Percosso e trafitto
    Dai soldati di Roma
    È somigliante al nostro
    Servitori dell’ordine.
     
    Missionari come Te:
    Di amore, di pace, di bontà
    Di fede nelle regole
    E nel rispetto delle leggi.
     
    La Tua Santità
    Manifestata sulla terra
    A causa della malvagità umana
    Intercede miracolosa per noi.
     
    Allora noi, fedeli a Te
    Caritatevole custode
    E maestro dell’ordine sociale
    Ci rivolgiamo e invochiamo
    La benedizione di Dio
    E la Tua protezione
    Per essere sempre più vicini
    Ad un modello di vita
    E conversaro come Te
    Del giusto ordine.
     
    Riverenti ci prostriamo
    Alla tua benedizione
    Con immensa gioia
    Nei nostri cuori.
     

     

  • 22 gennaio 2017 alle ore 17:54
    L'Istrione

     
     
    Con sintonia cosmica
    Il sornione istrione
    Detta i tempi della gara
    Al piccolo branco allo sbando
    Che si adegua
    Come quella bianca giumenta
    Addormentata nella stalla
    "Del non lavorare".
     
    Il Mio maestro dice che:
     
    "Non conviene al padrone svegliarla,
    Tanto meno che lei si svegli,
    Per il bene comune…"
    E così il gruppo
    O meglio il branco
    Delle gallinelle in metamorfosi
    Vestono le piume del gallo
    Con la cresta dei magnifici quattro
     
    E precisamente in:
     
    Vecchia" padovana"
    Che più non cova
    Ma rumina insidie
    E sorrisi lenti e cadenzati;

    Ruspante pollastrella trita pensieri
    E non solo quelli,
    Ma anche emozioni
    Non di certo trascorse
    E tuttavia sanguigne
    E con gli occhi di un cuore fanciullo
    Proiettati verso il futuro;
     
    Dolce colombella
    Missionaria di pace,
    Ma essendo una donna,
    non è una santa;
     
     
    L’Arpione Istrione!
    Vero gallo del pollaio!
    Uomo Lupo mancato
    Nelle notti di plenilunio
    Del mese di agosto.
     
    Morale della favola:
     
    "Il branco si erge a padrone
    Burbero e cattivo
    Sino all'alba dello sparpagliamento
    Poi ci pensa e ripensa
    Si anima nel corpo
    Pur rimanendo branco
    Che ha rubato e frodato
    Sentimenti, stipendio e futuro!
     

  • 19 gennaio 2017 alle ore 10:46
    Dio Esiste

     
     
     
    C’è chi canta
    Dio è morto
     
    Chi scrive
    Dio c’è.
     
    Io affermo
    Dio è dentro di noi
    In ogni dove.
     
    Nel bisogno
    Lo desideriamo
    E sappiamo come trovarlo.
     
    E se non lo cerchiamo
    È Lui che trova noi.

  • 13 gennaio 2017 alle ore 12:12
    La Dipartita

     
     
     
    La mente fatica
    A digerire gli eventi
    Che il tempo porta via
    Quando
    Una persona cara
    Vola verso Dio.
     
    E già!
     
    Una parte di noi
    Se ne va con lei
    Quella parte buia
    Che affidiamo
    Al nostro Angelo
    Per farla purificare.
     
    E cosi noi rimaniamo
    A meditare e pregare
    Arricchiti nell’anima.
     
     

     

  • 09 gennaio 2017 alle ore 12:57
    Vorrei

     
     
     
    Mille Luci
    Mille Sogni
    Mille Verità
    Mi aspettano Stasera
     
    La Luna è una
    Le Notti tante
    Le Stelle milioni
    Il tempo è infinito

    La gente è diversa
    Le loro idee diverse
    Le mie chiare e rigide
    L'inquietudine mi assale
     
    Vorrei semplicità e trasparenza
    Una vita amorevole tra i popoli
    Recitata da cuori immensi
    Per l'universale uguaglianza.
     
     
    Cit. “ Si potrebbe vivere con maggiore serenità e abitare un mondo migliore. “
     

     

  • 08 gennaio 2017 alle ore 12:05
    La Quiete - La Sera

     
    La gioia attizza l'attimo
    E muore nel dolore
    Che in ogni dove
    Non ci lascia mai.
     
    Gli eventi dispettosi
    E l'uomo con la natura.
     
    Addio culla ideale
    Addio dolce quiete.
     
    Da Lui, un'idea
    Un insegnamento:
    " Carpe Diem "
    E così sia.
     
    Sera
     
    È sera!
    Sera d'estate
    Luminosa
    Scintillante
    Bagnata
    Di luce
    Da un cielo
    Trapuntato
    Dalle streghe
    Della notte.
     
    Solo
    E
    Pensieroso
    Osservo
    La mia stella
    E l'anima viaggia
    Oltre i silenzi.
     
    Non sono più solo!
     
    Cit. “ Una sera stellata è sinonimo di quiete “
     

  • 18 dicembre 2016 alle ore 11:10
    L'Effimero

     
     

     
     
    Nella mente solo lei
    Che ha bevuto l'amore
    E ubriaca non è
     
    Ubriachezza e paure
    non ne vale la pena
     
    L'assente presente
    Ha cambiato la musica
    Ma non vuole capire
     
    Che vivo bene
    Nella mia stanza
    Sto bene così
     
    All'uopo le dico
    Sono ribelle
    E Sono felice
     
    Sei una donna di fumo
    Scolpita nella nebbia.
     
     

  • 15 dicembre 2016 alle ore 18:09
    La Mia Farfalla

     
     
    Questa sera
    La luna
    Riesce a trafiggere
    Questo lembo di prato
    E illuminare
    Il suo corpo sdraiato sull'erba
    Mentre i miei occhi godono
    Sotto le luci delle stelle.
    È da tempo che la luna
    Accende il suo viso
    Con nuovi sorrisi
    E veste il suo cielo
    Di nuovi colori
    Varcando ogni bellezza
    Confondendo i suoi capelli
    Con fili d'erba
    Tocco le ali di una farfalla
    E la farfalla non vola più.
     
     
    Cit. “ La terra è femmina, il mondo è delle donne. “
     

     

  • 25 novembre 2016 alle ore 17:16
    La Natura

     
    Leggere in un fiore, é
    Provare vibrazioni dentro
    Convivere con la natura
    Con le sue forme mutevoli
     
    Guardare in un mare
    Limpido e profondo
    Senza perdersi dentro
    Nel buio delle tenebre.
     
    Cercare nella notte
    La compagnia delle sue luci
    Senza sentirsi appartati
    In una solitudine misteriosa
     
    Leggere in un fiore
    É capire meglio
    La natura amica
    Da rispettare.
     
     
    Cit.  “ La natura è dolce è amare, sa donare sa ribellarsi. “

  • 18 novembre 2016 alle ore 12:15
    Miracolo Terreno - La Giustizia -

    Il profumo di santità
    È in tutti!
    L'insegnamento di vita
    È dentro ognuno di noi
    Cavalca il terreno
    In seno al sociale
    Con buoni propositi
    Ed un'opera buona
    Da scalfire nel marmo
    Non chiede miracoli
    All'uomo comune
    Legato al terreno
    E poco propenso
    Al distacco da esso
    La Giustizia
    È di tutti
    È in noi
    Basta meditare
    Nell'umile coscienza
    Profuma di incenso
    È nell'aria pura
    Profuma di santità
    È in un raggio di sole
    Nel luogo sacro.

  • 15 novembre 2016 alle ore 12:21
    La Fanciulla

     
     
    I fiori sono angeli
    Le foglie violini
    E tu nell’aria
    Come una farfalla
    Danzi insieme a loro
     
    Fanciulla luminosa
    Il tuo viso di sole
    Arrossisce nella luce
     
    Timidamente
    Ti celi nella notte
    Per rinascere divina
    Nel nuovo giorno
    Che ti aspetta.
     
     
    Cit. “ Nella notte si sogna, nel giorno si spera. “
     .

  • 13 novembre 2016 alle ore 11:57
    L'Altra

     
     
    Ha finto
    La paura sconosciuta
    Celando
    Tormento, emozioni
    Immagini note
     
    Arrogante, intollerante
    Pur dominata
    Da dubbi e incertezze
    Pensieri
    Ed errori ripetuti
    Emozioni pesanti
    Gelosa e possessiva
    Per avere senza dare
     
    Avrebbe dovuto odiarsi
    Ha preferito vivere
    Del e nel passato
    Priva di cambiamenti
    Mascherando amarezze
    Autocommiserazioni.
     
    Non ha recepito che
    la strada della vita
    non è quella…
     
     
     
     
    " La notte,  nel buio,  respiro con Dio…
     Il giorno mi perdo nel bagliore della luce…"
     

  • 29 ottobre 2016 alle ore 18:32
    La Luna E La Sera

     
     

     
    La luna si è levata
    Tutta vestita di oro
    Vivace e splendente
    Sublime, affacciata
    Alla finestra dell’infinito
    Per elargire dolcezze
     
    La sera…
    Miracolo Divino
    Vestita di scuro, ma
    Prodiga a luccicare
    Colei che tutto dona
    E nulla chiede…
     
    La luna
    Puntuale danza e avanza
    Per scaldare e confortare
    I nostri eclissati giorni
     
    Ti aspettavo oh sera!
    Ma non t’immaginavo
    Ornata di dolcezze, e
    Di sublime bellezza!
    Ora mi domando:
    Ti celi dietro le nubi
    Indossando
    Il vestito oscurato?
     
    Sai o luna mia
    Laggiù sulla terra
    La gente è presuntuosa
    Vuole inebriarsi sempre
    Di possibile e impossibile
    Ed è per questo che io
    Non sorrido più…
     
    Hai ragione mia dolce sera
    Dovevo proprio io rivelarti
    Che laggiù sulla terra
    L’uomo è incontentabile
    Vuole sognare ancora
    Vuole vivere di virtualità
    Mentre a noi ci fa ruminare
    Solo e solamente delusioni!
     
    Guai per loro…
    Se io non fossi
    “ Mamma Bontà”
     
    Cara mia luna!
    Amica del cuore!
    Sai cosa ti dico?
    Facciamo un patto…
    Regaliamogli solo
    E solamente sorrisi!.
     
    Bella mia
    Devi sapere che lassù
    Ho parlato con Lui
    E sai cosa mi ha detto?
     
    “ Da quando
    Ho creato l’universo
    Quelle mie creature
    Non sono mai soddisfatte
    Ma egoiste, insaziabili
    E prepotenti
     
    Chiedono,  chiedono
    E nulla donano
    Me lo fanno capire
    Con le loro illogiche
    E contraddittorie preghiere”
     
    Allora insieme vi diciamo:
    Oh voi che siete in mala fede
    Ed eternamente insaziabili
    Ora è tempo che usciate
    Dall’inferno che avete dentro
    Noi andiamo per la nostra strada
    Lasciandovi meditare.

  • 28 ottobre 2016 alle ore 18:18
    La Mia Città

    Grande lo eri
    Grande lo sei
    E ancor più grande
    Lo sarai…forse!
     
    Immense sono
    Le tue verdi vallate
    Le tue fertili pianure;
    Regina della storia!
     
    Dov'è finita
    La tua nobiltà
    Ora che sei alla mercé
    Dei tuoi figli
     
    Che più non ti sanno amare!

  • 28 ottobre 2016 alle ore 17:58
    L'Amicizia

     
     
    In un’istante
    Hai intristito
    La mia anima
     
    Ora ha un sorriso
    In agonia
    Cammina da sola
    Alla ricerca di un perché
     
    L'amico dalla faccia pulita
    Si è fatto talpa
    Cattivo compagno
    Dal rispetto sommario
     
    Ora mi domando:
     
    " Chi sei? "
     
    Povero-ricco rettile
    Serpente sofferente
    Lamento continuo
    Nel tempo che verrà
     
    Ti sei denudato
    Pe guardarti dentro
    Negandoti
    Agli sguardi incrociati
     
    Malfattore!
     
    Profeta di cattiva verità
    Hai fatto irrigare
    Con le lacrime
    La terra del rispetto.
     
     
     
     
    " L' amicizia ha il sorriso sulle labbra."

  • 21 ottobre 2016 alle ore 11:55
    I Disegni Del Cielo

     
     
    In cielo:
    Fuoco, fumo e luce
    Disegni e dipinti
    Figure e paesaggi
    Giro le spalle
    E guardo lontano
    La mia collina
    Il mio verde
    Il mio silenzio
    La musica del vento
    E mi perdo nel buio
    Interrogo la luna
    Interpello le stelle
    E non mi rispondono
    Provo a fermare il tempo
    A farlo ritornare indietro
    Per vivere attimi
    E momenti belli
    Ma lui si è messo a giocare
    Ed io accetto il suo gioco
    Il pianto sprigiona il cuore
    È scritto nelle stelle
    Che l'anima deve soffrire
    Nella sua casa toccata
    Da gioie e da dolori
    È la vita vuole vincere
    Ma non lo sa gridare.
     
    Ti pare nulla d'importante?
     
     
    21/10/2016 – Cit. “ La vita è un gioco non dura mai quanto si vuole. “

  • 21 ottobre 2016 alle ore 11:20
    Fanciulla Dell'Anima

     
     
    Mia dolce bambina
    Dagli occhi lucenti
    E i capelli al vento
     
    Indorata dal Sole
    E dal caldo Amore
    Di Mamma e Papà
     
    Il tuo viso baciato
    Dai sorrisi dei cuori
    E dal tepore dell’iride
     
    Il Tuo corpo di Luna
    Dondola nell’azzurro
    Culla dell’esistenza
     
    In una sera vermiglia
    Ondeggi  splendente
    Su una nuvola Chiara
     
    Dipinta dai colori
    Delle luci della sera
    Aspettando aurore.
     
     
     21/10/2016 - Cit. “ Le luci della sera rallegrano la vita. “