username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Poesie di Emilio Basta

Visita la scheda completa e tutti gli altri testi di Emilio Basta

  • 21 ottobre 2016 alle ore 11:19
    Fanciulla Dell'Anima

     
     
    Mia dolce bambina
    Dagli occhi lucenti
    E i capelli al vento
     
    Indorata dal Sole
    E dal caldo Amore
    Di Mamma e Papà
     
    Il tuo viso baciato
    Dai sorrisi dei cuori
    E dal tepore dell’iride
     
    Il Tuo corpo di Luna
    Dondola nell’azzurro
    Culla dell’esistenza
     
    In una sera vermiglia
    Ondeggi  splendente
    Su una nuvola Chiara
     
    Dipinta dai colori
    Delle luci della sera
    Aspettando aurore.
     
     
     21/10/2016 - Cit. “ Le luci della sera rallegrano la vita. “
     

     

  • 11 ottobre 2016 alle ore 16:45
    Dialogo Perpetuo

     
     
    Mio caro padre
    Mia cara madre
    Continuo a sentire
    La vostra dolce voce
    Che mi guida e mi consola
     
    Tutte le sere prego per Voi
    Anche se io ho bisogno di Voi
    Così è cominciato il nostro dialogo
    Voi mi parlate delle gioie celesti
    Ed io vi racconto le pene terrene
     
    Voi mi seguite in tutto e per tutto
    Conoscete ogni cosa della mia vita
    Vi chiederò sempre i vostri consigli
    Le risposte saranno segnali sicuri
    Oppure  certezze da interpretare
     
    Saranno gli Angeli
    Con i loro intenti
    A rivelarmi la vostra
    Approvazione o condanna
    Circa le scelte del mio cammino.
     
     
    Cit. “ Ognuno di noi ha il suo Angelo custode. “
     

     

  • 10 ottobre 2016 alle ore 9:49
    Clicca Su Di Una Stella

     
    Una montagna
    Con un monastero
    Dal religioso silenzio
     
    La sola sorgente
    Della cascata
    Sussurra il disgelo
     
    Dopo il caldo
    Profumato di rose
    L’autunno dorato
     
    Clicca su di una stella
    Il cielo muta colore
    Ritorna la neve.
     
     
    Cit. “ Buongiorno profumo di rose. “

  • 02 settembre 2016 alle ore 10:05
    Piange Il Paese

    Addio dolce visione!
     
    L’aria
     
    Non ondeggia
    Non volteggia
     
    Il mio paese…
    Piange la morte
     
    Nessun fiore
    Niente uccelli
     
    La campagna deserta
    Senza prati verdi.
     
    Piove…
     
    Su di me
    Su di te
    Su di noi.
     
    Incrociamo le mani
    Ci manca il respiro
     
    L’aria.
     
     
    Cit: Il Potere ha sterminato tutto, paesi, città, natura, non ha ucciso il Sistema.
     
     

  • 15 luglio 2016 alle ore 19:13
    La Sfida

    La Sfida
     
     
    Ho sfidato il vento
    È stato bello
    Come una donna
     
    Ho risfidato il vento
    È stato duro
    Come una tortura.
     
     
    Cit. “ Mai sfidare la forza della Natura. “
     

     

  • 26 giugno 2016 alle ore 12:22
    Momenti Di Vita

     
     
    Quando si spegne la sera
    E si accende il silenzio
     
    E i ricordi del cuore
    Sono fiori nella notte
     
    I pensieri delle stelle
    Dialogano  con la luna
     
    Il guardiano delle luci
    Si nutre di gocce d’infinito
     
    Tiene il cielo in pugno
    E gli occhi sul mondo
     
    I frammenti di luce
    Sono spruzzi di vita
     
    Per fuggire dal tempo
    Nell’illusione dello spazio.
     
     
    Cit “ Il tempo e lo spazio sono illusioni dell’uomo. “
     

     

  • 22 giugno 2016 alle ore 18:02
    La Barca

     
     
    Gabbiani in volo
    Sono miei
     
    Un mare dormiente
    Mi appartiene
     
    Una barca scivola via
    sono sorpreso
     
    Solo nella calma
    Non riposo
     
    Lungo la riva
    Non mi rilassa
     
    Il mare urla
    Non ho paura
     
    La barca ritorna
    Sono contento.
     
     
     Cit. " Vivere tra realtà e fantasia: Il mare è mio e dei gabbiani."

  • 22 giugno 2016 alle ore 11:28
    Partire

     
     
    Partire
    È un volo solitario
    Di un arzillo gabbiano
    Verso l'aurora d'estate
    Nel respiro libero
    Dell'Immenso.
     
    Là dove si acquieta
    Il cammino di dentro
    In quel piccolo sorso
    D'Infinito che disseta
    Tutto ciò che si attende.
     
    Partire è come morire
    Attraversare ponti d'aria
    E far svanire lo sguardo
    Sul paese delle attese
    Dove prima gioivano i cuori.
     
    È proprio lì sono rimasti
    I miei occhi di pianto
    Dal sapore salmastro
    Come stelle cadenti
    Su questo “Luna Park.”

  • 22 giugno 2016 alle ore 10:37
    Il Momentaneo

     
     
    L’effimero negli occhi
    E nell’Immensità del mare
    Navigano sogni e illusioni
     
    Graffiano nel cuore
    Per portare in vita
    Realtà da rivisitare
     
    Nel silenzioso frastuono
    Tace l’inquieta sera
    E la saggezza dell’animo
     
    Ma nella notte fonda
    Una straripante luce
    Squarcia il creato
     
    Si intrecciano colori
    Ed un caldo respiro
    Sfiora quel  cuore di donna
     
    La sua anima vermiglia
    Conosce la ragione
    La sua mente no
     
    Avaro è il tempo
    Che mi consuma
    In questa calda estate. 
     

  • 14 giugno 2016 alle ore 13:01
    Il Cuore

     
    È il cuore che vi parla di:
     
    Quell'universo primitivo
    Puro ed incontaminato
    Giaciglio di soli semi buoni.
     
    C'era il  cielo
    C'era il mare,
    E una distesa verde
     
    C'erano i cuori
    Con la porta sempre aperta
    Che conduceva al Paradiso.
     
    Da quando l'Umanità
    Ha varcato quella porta
    È nato il bene ed il male.
     
    L'uomo:
     
    Piccolo grande essere
    Vive di tutti i giorni
    Riesce a farsi e fare male.
     
    Egoista e prepotente
    una realtà tempestosa
    Non si accorge che:
     
    I respiri e i ritmi di Dio
    Sono la sola verità
    E prima o poi visita tutti.
     
     
    Cit. “ Dobbiamo ricordarci che l’uomo al cospetto di Dio è una nullità. “

     

  • 14 giugno 2016 alle ore 12:31
    Lontano Dal Mondo

     
     
     
    Nel buio del deserto
    Un cavallo scalpita
     
    Ha la criniera bianca
    È sfuggito al padrone
     
    Una donna dal viso anonimo
    Coperto da un velo vermiglio
     
    Fugge dal nulla
    E va verso l’ignoto
     
    In un’isola paradisiaca
    Incontra un uomo biondo
     
    Giovane, semplice e bellissima
    Mostra la sua pelle ambrata.
     
    È amore a prima vista!
     
    Là dove tutto è diverso
    Vivono fuori dal mondo
     
    Lui, Lei ed il Cavallo…
     
    Si nutrono di luce
    Si cibano di stelle
     
    Navigano nella quiete
    E consumano l’amore
     
    Tra sogni dorati
    A due passi dal mare.
     
     
    Cit. “ È bello vivere in una favola. “

  • 14 giugno 2016 alle ore 12:31
    Il Nostro Futuro

     
     
     
    Il mondo ha indossato
    La fretta della saetta
    Bruciando ogni tappa
     
    Gli uomini graffiano
    Cielo, terra e mare
    Squarciano i cuori.
     
    La loro bramosia
    Ha fatto impazzire le nuvole
    E non possiamo esclamare:
     
    “Rosso di sera
      Bel tempo si spera”;
     
    “Marzo pazzerello lascia
      Il sole e prende l’ombrello”;
     
    “San Benedetto le rondini
      Sotto il tetto”;
     
     
    “Aprile dolce dormire”;
     
    “Maggio spogliati adagio”…
     
    Hanno rotto la calma dell’aria
    E le stagioni si sono sovvertite
    Hanno trafitto il cielo.
     
    È la fine!
     
     
    Cit. “ Oltre il giorno l’odissea del cuore 

  • 03 giugno 2016 alle ore 18:21
    Capire

    Capire
     
     
     
     
    L’anarchia
    L’utopia
    L’anima mia.
     
    Il branco
    La sopravvivenza
    La sola lotta giusta.
     
     
    Cit. “ La lotta per la sopravvivenza giustifica ogni tipo di lotta. “
     

     

  • 28 maggio 2016 alle ore 18:30
    Oltre Il Luogo

    In questa terra
    Spuntata dal vulcano
    Lievitata dal sole
    E illuminata dalle stelle
    La luna ha scolpito
    Un sentiero di ciottoli
    Fra arbusti e alberi
    E tu lo cammini
    Regina della vita.
    In questo luogo
    Si parla con il silenzio
    Che rafforza e nutre
    Ogni realtà sociale.
    Si vive oltre la differenza
    Si vive tra le razze
    Che si sostengono
    Con il linguaggio del cuore.
    Ognuno vorrebbe viverci
    Ed essere un figlio del luogo
    Un uomo della Basilicata.

  • 24 maggio 2016 alle ore 19:19
    La Mia Campagna

     
    Donna!
     
    Solca il tratturo
    Nel grano dorato
    E vivi nell’aia,
     
    La cicala canta
    Rallegra la campagna
    E alla sera schiatta,
     
    Apri il granaio
    E riempilo
    Di grano maturo.
     
    Donna!
     
    Dormi e riposati
    Domani sarà vicino
    La fatica continua,
     
    Il rivolo scorre
    La riva è verde
    Che dolce musica!
     
    Donna!
     
    Il buio è arrivato
    L’ombra scompare
    Dormiamo insieme,
     
    La notte è stellata
    L’alba è alle porte
    Consumiamo l’amore.

  • 24 maggio 2016 alle ore 13:03
    Il Buco Dell'Ozono

    Il Buco Dell’Ozono
     
     
    I versi di un mio testo
    Cantano queste parole:
    " Ho bisogno d'amore
    Dio mio. "
    Tutto sembra cambiato
    Il futuro fa paura
    La terra non riesce
    A sopportare gli eventi
    Non vi è più armonia
    Fra cielo e terra.
    Piove
    Non
    Piove
    La terra
    Ha sete
    Rigurgita
    Non suona
    Non incanta
    Segue una moda
    Che non regge
    La pioggia è anarchica
    Il mare ha sete di scogli
    Gli alberi maltrattati
    Il vento
    Il fuoco
    Hanno fretta
    Di ardere
    Distruggere
    Dalle mie parti
    La gente dice
    Che la colpa
    È di un buco nel cielo
    Forse è di là che Dio
    Ci guarda a occhi bassi!
     
    Cit. “ La natura è donna, è bella e brutta, è buona è cattiva, non è rispettata. “

  • 24 maggio 2016 alle ore 10:21
    La Magia

     
     
    Questo tramonto
    Dipinto per noi
     
    È uno scenario
    Di colori e profumi
     
    È un preludio
    Di una notte
     
    Troppo quieta
    E priva di sogni.
     
    La luna c'è
    E non parla
     
    Il mare c'è
    E sapete cosa dice?
     
    Zittisce pure lui!

  • 21 maggio 2016 alle ore 12:15
    I Giorni

     
     
    Nei giorni corti
    La neve copre tutto
     
    Tra bianchi cristalli
    Sonno e risveglio
    Comincia il giorno
    Con odori e colori
    E pochi fiori.
     
    Nei giorni lunghi
    Fra caldo e calura
    Il sole cocente
    Punisce la terra
    Arsa a polverosa.
     
    Poi:
     
    L'acqua cruda dai monti
    Candida e provvidenziale
    Scava il suo corso
    E diventa fiume
    Vivace e tranquillo
     
    Ovunque transita
    Germoglia la vita.
     
    Cit. “ Nei giorni corti e nei giorni lunghi la vita corre come un fiume. “

  • 19 maggio 2016 alle ore 13:21
    L'Albero

     
     
     
    Da un seme
    A dimora
    Una piantina
    La sua vita
    È bello immaginare
    Le sue radici
    Che cercano la terra
    I suoi rami
    Che cercano la luce.
    Aspettare che crescano
    Per salirci sopra
    E sederci insieme
    Sulle sue braccia
    Dondolare poi
    Guardare in alto
    Attendere i loro fiori
    E tanta frutta
    Questa è
    La preghiera della natura
    E la nostra al nostro Dio.
     
     
    Cit. L’albero è il ricordo dell’infanzia e l’amore per il Creato. “

  • 18 maggio 2016 alle ore 13:21
    Giochi Del Cielo

    Con lo sguardo fuggevole
    In una notte di mezza estate
    A carpire la luna giocosa
    Dietro i pensieri del cielo
    E nel mentre mi spia
    Strizza l'occhio
    Quando fulmineo
    In un frammento di stella
    S'intinge un mio desiderio
     
    Aumentano le visioni
    E nel cielo si oscurano
    I riferimenti luminosi
    E come fotogramma
    Di un film già visto
    Elabora la fantasia
    Con storie passate
    Favole future
    Sogni novelli.
     
     
    Cit. “Quando le nuvole giocano con le luci del cielo, bisogna usare la fantasia.” 

  • 18 maggio 2016 alle ore 12:53
    Fiumara Mia

     
     
    Il ruscello
    Si nutre
    Si gonfia
    Si fa fiume
    Rumoreggia
    E si ribella
    Come l’Io
     
    Mentre
    Nel buio
    Del silenzio
    Spunta
    Una luce
     
    All'improvviso
    Si alza il vento
    E la sua corsa
    Si fa frettolosa
    Singhiozza
    E
    Rumoreggia
     
    Addio
    Pace certa
    Raggi dorati
     
    Avrei preferito
    Che si facesse sera
    Con la luna
    E con le stelle
    A supportare
    La mia anima
     
    Ora nel buio
    Mi domando
    È la mia anima
    Oppure no?
     
    Cit. “ La nostra anima senza i riferimenti si perde e noi non ci riconosciamo. “
     

     

  • 16 maggio 2016 alle ore 17:09
    Verso Il Mare

     
     
    Nubi sotto le stelle
    E raggi di luna
    A divorare la quiete
    Di un mare infinito.
     
    Al chiaro di luce
    Di un'alba rosea
    Appena dipinta
    Raggi di sole
    Filtrano l'argento.
     
    Dal viale alberato
    Davanti ai miei occhi
    Intravedo il mio mare
    E sento i suoi suoni.
     
    Lo saluto festoso
    Mentre lui ascolta
    I pensieri ubriachi
    Inizia la sua danza
    Di flussi e riflussi
    È l'altalena della vita.
     
    Malinconico e calmo
    Agitato e tumultuoso
    Ad ogni vortice di vento
    un'onda spumosa
    Urta gli scogli
    Spruzzando nell'aria
    L'odore salmastro.
     
    Nel chiaroscuro della sera
    Questo mare impetuoso
    Dal moto perpetuo
    Traghetta pensieri
    Illusioni e amori
    Che volano via
    Sulle ali dei gabbiani
    Che si perdono nel buio.

  • 13 maggio 2016 alle ore 17:53
    Angolo Di Mondo


     
     
     
     
     
    Cielo azzurro su di un campo di grano
    Una collina dai verdi capelli
    Ed un ciuffo di alberi per cappello
    Una pineta
    Un querceto
    Un casolare
    Rifugio dei nostri pensieri
    Il vento sollecita i fili d'erba
    Mentre il sole li bacia e l'indora
    Ed inizia così il solito cammino
    Pian piano riscalda il mio cuore
    Gli uccelli
    Cinguettano nell’aria
    Musica della notte
    Un trattore lentamente procede
    Verso la sua meta
    Un auto frettolosa lo sorpassa
    Il rombo dell'aereo offusca
    Il ritmato passo del cavallo
    Nella campagna silenziosa
    La scure del potatore litiga
    Con i rami secchi dell'ulivo
    Mentre il cane abbaia la sua fame
    E con distacco osserva da lontano
    Il paese che  in basso pare dormire
    Il contadino arde la legna tagliata
    E saluta con la mano un passante
    Una nuvola di fumo invade l'aria
    E spezza la quiete che muore.
     
     
    Cit. “ Il fascino della natura con la sua quiete è il mistero di Dio. “
     
     

  • 11 maggio 2016 alle ore 13:12
    A Mia Moglie

     
     
     
    Ho graffiato
    La sua anima
    Ed ho intravisto
    Una stella cadente
    Dentro di me
     
    Ho scavato
    Nel suo cuore
    E mi sono nutrito
    Della sua anima
     
    Dio mio
    Sono contento
    Ti ringrazio
    Per avermi
    Fatto navigare.
     
    Vivo oltre l'immenso!
     
    Cit. “ L’amore vero ti abbaglia e ti trascina oltre l’immenso. “
     

     

  • 11 maggio 2016 alle ore 13:11
    A Mia Moglie

     
     
     
    Ho graffiato
    La sua anima
    Ed ho intravisto
    Una stella cadente
    Dentro di me
     
    Ho scavato
    Nel suo cuore
    E mi sono nutrito
    Della sua anima
     
    Dio mio
    Sono contento
    Ti ringrazio
    Per avermi
    Fatto navigare.
     
    Vivo oltre l'immenso!
     
    Cit. “ L’amore vero ti abbaglia e ti trascina oltre l’immenso. “