username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Erika Catalano

in archivio dal 09 ott 2006

16 giugno 1976, Palermo

segni particolari:
Nessuno

mi descrivo così:
"E non era una stupida, sapeva quel che voleva - solamente voleva delle cose impossibili." C. Pavese

09 gennaio 2007

Castelli di sale

E' lieve perdersi.
Passo dopo passo
scordare se stessi.
Sepolti da desideri spenti
in grovigli di incertezze.
Ho camminato in sentieri circolari di perfetta apparenza,
tracciati da mani astute.

 

Il grigiore dell'eterno cammino,come piombo,
nelle ossa si è infiltrato.
E' divenuto cancro silente.
Memoria senza voce che reclama il suo pegno.

 

Chiusa dentro un castello di sale,
chiesi comprensione per non dichiarare sconfitta.
Comprensione per chi nulla comprende,
se non se stesso come amico e compagno.
Mai respirai sentieri di vita,
e l'amore è landa sperduta,
in cui mai vagai per sciocca viltà.

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento