username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Eva Laudace

in archivio dal 02 nov 2010

25 maggio 1983, Vasto - Italia

segni particolari:
Eva Laudace crede nelle persone che hanno il coraggio di dare un nome alle cose e, per questa ragione, usa un quasi pseudonimo.

mi descrivo così:
(Mi) cambio spesso, quindi accumulo difetti. Amo i cappelli ed i chupa chups alla mela verde. Purtroppo sono allergica alle noccioline.

07 dicembre 2011 alle ore 14:36

Morire di mare

Un albero si straccia
delle foglie
gialle come miele selvatico
si scopre ridanciano
le frasche e le altre bruttezze.
Prepara la trapunta alla sua terra.

La terra si traccia
delle foglie
avulse e ferite
si copre accigliata
i boccioli i sementi tutto.
Non capisce il dono del suo albero.

Se almeno la terra
si facesse mare
e lo potesse cullare
l'albero non piangerebbe così disadorno
e quell'altra
non si scoccerebbe così vestita.

E io sarei felice
sarei perfetta
coperta di te
e tu saresti felice
saresti perfetto
ricoperto di me.

E' che la terra non può essere mare
e tu non puoi essere mare.
E' che l'albero invece
viene dal mare
vive di mare
e muore di te.

(da Tutto ciò che amo ha dentro il mare, Eva Laudace, La Vita Felice 2013)

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento