username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Francesco Primerano

in archivio dal 22 ago 2012

02 dicembre 1974, Vibo Valentia - Italia

mi descrivo così:
Ho vissuto una vita da favola, ma quella che verrà sarà sicuramente migliore. La mia è stata una gioventù semplicemente e decisamente meravigliosa,tra alti e bassi mi sono impegnato tanto, ma mi sono divertito moltissimo! Non ho parole per descrivere il mio vissuto.

17 ottobre 2013 alle ore 21:25

Un salto nell'antica Roma

di Francesco Primerano

editore: Youcanprint

pagine: 104

prezzo: 11.00 €

Acquista `Un salto nell'antica Roma`!Acquista!

Un salto nell’antica Roma
di Francesco Primerano
 
In tutti noi, la storia della Roma antica evoca impressioni sopite di imperatori e imprese eroiche di centurioni e legionari e sappiamo per certo che sono quelle le origini nostre e del mondo in cui, a distanza di millenni, ancora viviamo.
Anche la legge Aquilia di cui il nostro Autore esplora tutti gli aspetti, mostrando una competenza e una comprensione particolare, potrebbe essere considerata l’embrione da cui sono nate le leggi e i codici attuali su cui si basa il nostro vivere civile.
Il trattato non è adatto a tutti, nel senso che non è un racconto né una raccolta di versi, ma Francesco Primerano rende l’argomento piacevole e interessante, proprio perché è evidente la sua conoscenza approfondita e la capacità di coinvolgere anche il lettore meno erudito con esempi che spesso riguardano episodi di vita quotidiana, perciò facilmente comprensibili.
Perfino l’uso del latino che, a prima vista, potrebbe sconcertare chi delle lezioni di scuola ricorda a malapena qualche declinazione, alla fine, risulta perfettamente inserito nel contesto. Come si potrebbe, infatti, parlare di diritto romano senza le opportune citazioni nella lingua del tempo?
Quindi, alla fine della lettura che scorre rapida e gradevole grazie alla chiarezza dello stile e alla capacità divulgativa dell’Autore, potremo sicuramente dire di avere imparato qualcosa di nuovo e, forse, troveremo molte similitudini perfino nelle regole dell’attuale società, quella del terzo millennio.
 

recensione di Antonio Colosimo

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento