username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Giuseppe Pipino

in archivio dal 09 giu 2011

22 luglio 1949, Palmi (RC) - Italia

mi descrivo così:
Sono un sognatore. Sogno un mondo dove si possa essere buoni senza essere considerati fessi. Dove si costruiscano impianti solari a concentrazione (quelli progettati da Carlo Rubbia) che dissalino l'acqua del mare e con tale acqua si fecondino i deserti, e si produca idrogeno per muovere il mondo

09 giugno 2011 alle ore 19:45

La vigna

La vigna, immobile, i filari imperfetti
come nuvole, sparsi nel campo di trifogli
ti sorprende con colori imprevisti
ed ha una favola tutta sua
da raccontarti, silenziosamente, ogni volta
che la ritrovi immobile, sperduta
nel cielo di trifogli.
Ha in serbo stupore di luce
tra sottilissime venature di foglie,
mosaici policromi,
luce di un mattino, preziosa ed incerta,
tepore caldo di disgelo
e trasparente
come una grazia di Dio.
La collina distinta dalle sagome dei canneti,
le rotaie, il canneto
quando la prima volta hai voluto vedere
il cielo dall'altra parte.
E il sole
che non si dimentica di noi.

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento