username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Giuseppe Pipino

in archivio dal 09 giu 2011

22 luglio 1949, Palmi (RC) - Italia

mi descrivo così:
Sono un sognatore. Sogno un mondo dove si possa essere buoni senza essere considerati fessi. Dove si costruiscano impianti solari a concentrazione (quelli progettati da Carlo Rubbia) che dissalino l'acqua del mare e con tale acqua si fecondino i deserti, e si produca idrogeno per muovere il mondo

10 giugno 2011 alle ore 17:37

Sperduti in vasti silenzi

Ci ritroveremo un giorno
SOLI
oltre le distese di dune desertiche,
spazzate da venti immemori,
percorse da guaiti lontani,
laceranti, di branchi di lupi.
Oltre gli sterpi e i licheni
e le acque stagnanti, palustri,
oltre i bagliori accecanti
di masse di icebergs
  alla deriva,
sperduti in vasti silenzi
densi come nebbia.
Ci aggireremo smarriti fantasmi
paurosi di contatti
con altre mani o volti
che, creduti familiari, ci apparissero
improvvisamente
MUTI.
Scuoteremo impossibili sbarre
ai margini del nulla.

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento