username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Iago Sannino

in archivio dal 09 ott 2006

21 settembre 1968, Roma

segni particolari:
Ho un occhio che vede ed uno che sente. La lingua è nell'orecchio, la mente snobba il cuore che chiede elemosina alla pazzia che avanza. 

mi descrivo così:
Sono un poeta. Spero di rimanere fedele alle mie scritture, in questo mondo di strane promesse e facili teoremi, perdersi è la strada sicura verso la felicità... che io lascio volentieri a chi ne ha bisogno.

09 ottobre 2006

Similitudine

Un capriccio esce

dallo sbadiglio del giorno

e sveglia la mia noia.

 

La sua sorpresa capisce

lo scopo del mio vigore.

 

Onorando l’intesa che ci

vuole affini disperdiamo

ogni ovvia ragione.

 

Concentrando su noi,

conformi pretese d’estraneità.

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento