username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

John Adenitire

in archivio dal 20 ago 2007

14 giugno 1988, Ibadan - Nigeria

20 agosto 2007

Mi Accusano

Mi accusano d’essere muto
All’amore,
che io non provo,
come pietra
immobile
scalfito da gocce di azzurro.

 

Mi accusano
Che il mio cuore
Non voli oltre i miei canti,
Orfeo senza Euridice.

 

Ma io canto per amare
Ché in questi miei canti
mi è lecito amare.
M’è dura questa tormenta,
questa tempesta
Che ci scuote
e abbatte
E voglio essere pietra
Immobile
Per non volare
In quei cieli così maledettamente benedetti.

 

Canto allora per amare
Sicuro nella mia tana di talpa
Cieca al sentimento
Che t’invade .

 

E’ troppo per me
Misero cantore.
Vivo su queste note maledette,
Che maledico.
Canto di mondi che non vivo,
Eppur vivo
Annegandomici.

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento