username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Mariapina Abate

in archivio dal 15 nov 2012

08 luglio 1958, Angri (SA) - Italia

segni particolari:
Da ragazzina, scrivevo versi sulla carta del pane...

17 novembre alle ore 20:28

Nel giardino dei melograni

È mite il vento stamani tra le foglie dei melograni. Anche oggi, lei è tornata coi suoi vissuti capelli per riposare all'ombra di sé. E si mette all'ascolto del silenzio che ogni tanto il ritornello del calabrone allieta. Come l'umida terra sotto ai suoi piedi, sotto al muschio, il suo corpo sgualcito e avido di tepore risucchia un tiepido raggio che filtra distorto tra i rami. Ciondola sul suo torpore una melagrana ferita che un passero balordo beccò, assomiglia ad un cuore spezzato che stilla piano la sua cocente passione. Scrigno violato che non sa più difendere il purpureo tesoro dall'insidia dell'ape. Lei è lì da una vita muore ad ogni alba, rinasce ad ogni tramonto. Neppure ricorda se fu per gioco o per amore che scelse di essere zolla tra zolle di quel vermiglio giardino

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento