username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Mauro Pinzone

in archivio dal 24 mag 2014

09 aprile 1959, Albenga (SV) - Italia

segni particolari:
Segno zodiacale ariete.. ascendente sagittario.. convinto, musicista scrittore artigianale di versi e canzoni

mi descrivo così:
scrivo canzoni perché sento il bisogno quasi fisico di farlo, perché le mie canzoni esprimono l’unica verità o le molte verità di un anima disordinata, distratta e costantemente in bilico; scrivo canzoni perché è l’unica maniera di descrivere quello che ho dentro e che non so esprimere sinceramente

09 dicembre 2017 alle ore 10:57

Segnali di fumo

Segnali di fumo dall’ultima frontiera
Ne posso vedere salire il rumore
Come  il fruscio di parole spezzate
Dal singhiozzo o da una risata

Sali su quella barca che ti fa sognare
Un posto migliore in cui puoi restare
Sali su quella barca devi partire
Non ha importanza il prezzo che devi pagare

Arrivano dal mare, dalla sua tempesta
Con facce di ebano, specchio del deserto
Con piedi fragili e l’anima a frammenti
Che traspare da occhi grandi e profondo

La pelle si stacca cotta dal calore del sole
La pelle marcisce bagnata dall’acqua del mare
Non c’è neanche spazio per respirare
Non hai più neanche la forza di pensare

Si muovono sulla terra come sull’acqua
Con paura, con sospetto, con dolore
Sembrano non sentire l’aria attorno
Che ricorda loro quanto sono distanti

Donne bambini e vecchi buttati a mare
Come sacchi vuoti senza alcun valore
Non ci sono lacrime da poter sprecare
Neanche la forza e il tempo per pregare
 
Segnali di fumo dall’ultima frontiera
Si può vedere anche da lontano
Quanto il suo odore forte e acre
Sia invece così vicino alla speranza

Scendi da quella barca forse hai finito di viaggiare
sopravvissuto a un viaggio infernale
una sofferenza enorme da non poter raccontare
speri soltanto in un futuro migliore

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento