username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

in archivio dal 22 ott 2013

Michela Pi

02 gennaio 1988, Pisa - Italia
Mi trovi anche su:

elementi per pagina
  • 25 ottobre 2013 alle ore 13:21
    100 Stagioni

    Mi perdo sempre nei pensieri … e mi lascio trasportare dai sentimenti .

    Mi portano in un punto in cui decido ...Basta!

    Mi creo cerchi di fumo nell'aria e guardo il mondo da un'altra prospettiva.

    Ti sento vicino eppure sei talmente lontano. Quasi impossibile incontrarci mai.

    Chiudo gli occhi e per un attimo lascio scorrere il tempo .

    Senza far nulla ...cosa succederebbe ?

    Vogliosa di appartenere a qualcuno ma mai sazia nell'assaggiare la libertà .

    Raccolgo frammenti di qualcosa che penso sia amore...qua e il là .

    Non ricordo di aver mai riuscita a finire questo puzzle ..eppure sono brava con gli altri.

    Ascolto mille parole al giorno senza mai capirci nulla...

    Presente eppure assente nella tua presenza .

    E quando sto male è allora che ho voglia di scalare quelle montagne .

    Montagne di sogni che a distanza di stagioni si dimostrano cosi …piccole .

    Sarà per questo che ho perso cosi tanto tempo …

    Una primavera ..20 inverni,24 estati e questo autunno .

     
elementi per pagina
  • 22 ottobre 2013 alle ore 23:02
    Mani sconosciute

    Come comincia: Lo sguardo alzato ...il cuore batte a mille ..una goccia scende piano piano dalla fronte sul collo ...fa caldo.Un movimento lento .. stringi la mano..forte forte ..quel pezzo del vestito ..senti un forte dolore nello stomaco, gridi.Le gocce sono ora pioggia ...ti senti inondata .. vuoi scappare ..perché ora il caldo si è trasformato in freddo ... un freddo gelido che ti entra nelle ossa ..nel cuore...nell'anima. Ma la strada è lunga e non c'è nulla per poterti proteggere .E' durato poco quel momento di pace che però ti faceva sentire cosi pesante, cosi confusa ..in attesa ..di tornare alla normalità .Perché niente di tutto ciò era reale ..era tutto senza senso e non era davvero quel che sembrava di essere.Non ti rimane altro che correre, verso quel qualcosa che difficile capirai cosa sarà ..è tutto nella tua testa .Ma corri verso quel che pensi sia libertà, verso quella porta che salverà tutti i tuoi pensieri, quei mostri che ti seguono verso la loro redenzione .. perdere tutto per un po' di pace ..E ti senti come responsabile di tenere chiusi questi mostri...Di tutti quei mostri che ti stano invadendo piano piano i pensieri .. e senti il loro potere ..come una scossa ..ti scorre nelle vene e ti danno l'impressione di essere potente .. immortale .La lasci scorrere senza fare niente perché non porterebbe a nulla ..tu non vuoi quel che non sia tuo...e quei mostri non li vuoi .. non ti appartengono e tu non appartieni a loro ...Cosi che continui a correre ...Intorno a te nebbia, nebbia e pioggia ..ti fermi, non c'è niente, non c'è nessuno..sola ..senti intorno a te le urla .. fa paura ..il tuo respiro diventa pesante..la tosse ..cadi sulle ginocchia ...guardi davanti a te .. nella nebbia si sentono dei passi ..piano piano si avvicinano ..senti una mano sulla spalla ..un'altra sull'altra spalla ...c'è più d'una persona ..ti aiutano ad alzarti e ti senti svenire .. senti tutte quelle mani addosso a te ..ti fanno paura ma non riesci a reagire, non riesci ad aprire gli occhi ...nemmeno quell'oscuro potere nelle vene senti più ... come se tutta questa nebbia te l'avesse succhiato senza nemmeno accorgerti ...Ti senti trasportata ..senti ancora la pioggia fredda cadendo sul tuo corpo come mille aghi che ti pungono la pelle .. ma piano piano ti abitui finché non senti più nulla ... non riesci a parlare ..non riesci a far uscir fuori nessun suono ...Ti lasci trasportare ..verso lo sconosciuto da mani sconosciute ... ti lasci portare verso quel qualcosa ..che magari potrebbe farti compagnia .. e ti chiedi ora ..dov'è la tua testa .. chiudi gli occhi .. e pensi ..pensi a quel sogno che facevi sempre ...alla tua visione di libertà..a quella casa sul lago ...a quel che credevi che sarebbe stata la tua meta, a quel letto caldo ..al camino dentro al quale avresti buttato la legna ..a quell'odore di caldo...E piano piano ... ti senti finalmente a casa ...

     
  • 22 ottobre 2013 alle ore 23:01
    Riflesso

    Come comincia: Tra me e te ci stava il fumo...Guardavo il fumo per paura che svanisse insieme a te ... cosi che continuavo a fumare ... insaziabile al pensiero che tu rimanessi li.Immobile ,fredda ..come una statua ...Intoccabile ... non ero sicura della tua esistenza .Improbabile la tua esistenza ..cosi perfetta ,cosi ... indescrivibile ...E io ...piccola creatura ... beata di poterti ammirare ..Cosi piccola ,delicata,fragile e superba .ma nello stesso tempo cosi fredda,imponente,forte e violenta ...Contraddittoria ..Lascio spazio alla mia mente di vagare in cerca di poter trovare il modo ...di afferrarti ..di sentirti .La mia realtà richiede la tua presenza ...un bisogno malato che porta avanti un vizio non sano ...Improbabile le mie intenzioni ...Perennemente in attesa di soffocare il mio essere per sostituirlo con il tuo ...Infelice di portare avanti un immagine di te ...una brutta copia di quello che sei...come un falso di Monet...Mi piace

     
  • 22 ottobre 2013 alle ore 23:00
    Breathe easily ...

    Come comincia: Rabbia ..rabbia che violentemente ti prende, ti possiede .Rabbia per tutto quello che ti circonda..rabbia che ti consuma ..Rabbia per te stessa che non riesci ad andare avanti sulla strada che ti sei scelta ..L'aria pesante , sporca ... tossica .Ti senti pesanti i polmoni ,senti pesanti quei vestiti che ti porti addosso  ...Il peso del tuo corpo è pesante. Vorresti crollare sul pavimento freddo e restare li ...non muoverti ... non lo fare ...Respira, respira profondamente perché è l'unica cosa che non fa rumore . Respira quell'aria che la senti tossica.

     

    Non fa freddo , ma stai gelando ...come se il tuo corpo fosse morto ...un cadavere che cammina ...uno zombie ...Non hai più bisogno di sentire . Sentire è doloroso , sentire ti da brividi ...quella pazza idea di voler sentire ti ha fatto male...più volte.Ti sei arresa e ora vivi senza volere sentire nulla.La tua pelle bianca ... Se potessi rimarresti fredda e immobile come una statua...ma costretta ti muovi ...come ...uno zombie.

     

    Convincerti di vivere , non ci riesci . Perché è cosi difficile ?

     

    Violentemente , estremamente fredda guardi fuori il buio che arriva .... il buio con cui ti sei abituata , come se ti appartenesse ...come fosse una cosa tua .Il buio ti aiuta a nasconderti , ad essere invisibile , a far uscire fuori e negare le tue paure... nel buio ..le tue paure spariscono , diventano una cosa sola con le ombre ...tutte quelle ombre ...Si muovono ...e tu le guardi come se fossero una cosa bella ...lentamente si muovono le ombre ...puoi camminare lentamente in mezzo a loro...di notte ..non possono farti del male ...

     

    Un'altra notte in arrivo ...un'altro giorno passato ...

     
  • Come comincia: Pensieri scomodi che lasciano scie di amarezza e dolore .Dolore che diventa fisico .Non puoi calmare un dolore essendo allergica agli antidolorifici ...Come non puoi calmare un dolore interiore con qualcosa che non hai...come fossi allergica alla felicità .Disagio interiore ... .Tutto doloroso ..lo senti nelle ossa ,nelle vene ..inonda te stessa con emozioni forti ...incontrollabili. Come una tempesta ..come un tornado ... ti copre di , ti soffoca e per poco non riesci a respirare ...senti il battito del cuore come se fosse talmente forte da farti scoppiare la testa .Vorresti coprirti le orecchie con le mani ma non riesci a muoverti ...ti senti pesante ,tutto è pesante ..l'aria ...E per poco il tempo si ferma ... per te .Guardi scorrere tutto intorno a te, immobile non reagisci e non puoi manco gridare .Come diceva qualcuno ..."Non puoi colmare un abisso con l'aria " ..Come non puoi colmare il vuoto dentro con dolore ...E' angosciante aspettare che ti salvi ..che salvi te stessa dall'inferno provocato dagli altri ... E' angosciante provare e riprovare senza risultati ...E' angosciante vivere cosi .Per chi è nato con il dolore ... è difficile trovare la felicità .E' come cercare di cacciare un raggio di sole per poi rinchiuderlo in una scatola .