username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Moreno Tonioni

in archivio dal 26 apr 2010

28 settembre 1959, Bologna

segni particolari:
"L'italiano, tra non molto, sarà la più bella tra le lingue morte e il linguaggio  di un tempo diverrà a breve un oggetto estetico a rapido esaurimento nell'approccio col reale".
Roberto Vecchioni

mi descrivo così:
"Viviamo d'un fremito d'aria, d'un filo di luce, dei più vaghi e fuggevoli moti del tempo, di albe furtive, di amori nascenti, di sguardi inattesi. E per esprimere quel che sentiamo c'è una parola sola: disperazione".
Vincenzo Cardarelli

13 novembre 2014 alle ore 21:09

Moreno Tonioni dixit:

Tutti noi siamo afflitti da accadimenti più o meno gravi e in questo siamo speculari.
La diversità sta nell’approccio con il problema stesso… a fronte di un problema abbiamo due scelte;
 fare l’impossibile per diventarne soluzione o soccombere divenendo parte di esso.
O SEI SOLUZIONE DEL PROBLEMA  O  PARTE DEL PROBLEMA.

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento