username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Riccardo Piroddi

in archivio dal 06 feb 2008

11 agosto 1977, Massa Lubrense (na)

segni particolari:
Battuto e Beato

10 aprile 2009

Ti Jean

Quanto è stata lunga Ti Jean,

la strada che da Lowell ti ha portato

dove non ci sono più strade,

e quanto sarà lunga Ti Jean,

la strada sulla quale io

dovrò correre per provare

a raggiungerti.

Correre, sì correre, come il ritmo

sincopato di una partitura

jazz che striscia tra i tasti

di un sassofono

nero in un locale stretto

e fumoso giù a New Orleans,

come le parole spontanee su un rotolo

da telescrivente,

senza punti e pause,

libere, senza freni,

nude e senza coscienza.

Parole, bruciate troppo in fretta,

benzina nel carburatore

dell’automobile che sfrecciava

per le highways d’America

da Est a Ovest a Est,

irrequieta, battuta

affamata di vita e beata.

Il suo rumore è arrivato

dovunque, ha corso per tutte

le strade del mondo e non

si è finora ridotto, né può,

continua… è possibile

ascoltarne il rombo

limpido e chiaro

come le notti

passate a dormire

sui prati e nei boschi,

nel sacco a pelo

fatto di stelle e una bottiglia

di bourbon.

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento