username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Rita Stanzione

in archivio dal 08 gen 2010

02 febbraio 1962, Pagani (SA) - Italia

08 marzo 2010

Donna...

Come luna piena
pregna tu sei
di fulgido fascino

 

ginestra accesa
su brulla collina

 

onda di zagara
che carezza la Terra.

 

Mortale creatura tu sei
e al tempo stesso
custode di aliti in boccio,
creatura caduca tu sei
che dà inizio a una vita…
che nutre la vita.

 

Donna…

 

anima e passione
sottile ingegno
pensiero fecondo
che plasma di sé
forme e natura

 

l’intuito e la scienza
a foggiare i destini
la tua opera strenua
nella ricerca di oasi serene

 

e messaggi di pace
e coraggio esemplare
impressi su pagine oscure
nel libro del mondo…

 

tuoi germogli vitali,
impagabili gesti d’amore
a omaggiare la storia.

 

Donne…

 

A tutte le donne
grandi tra i grandi

 

a tutte le donne
passate nel tempo
o ancora in cammino
lungo la via inerpicata
del dare…

 

questi versi
un inchino…
e un simbolico fiore.

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento