username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Rita Stanzione

in archivio dal 08 gen 2010

02 febbraio 1962, Pagani (SA) - Italia

11 novembre 2017 alle ore 8:21

In umore d'aprile

Dev’essere un umore d’aprile
a traboccarci da bordi anneriti
ché non saremmo più di un foglio frusciante
senza una rarefazione esposta al ramo
e la voce attinge da un petalo che cade
veggenti noi di un gioco sacro
riflesso bendato del tempo
in gabbie ferrose e cavalli di piuma
 
e sei e non manchi ventre in distacco
dolore ristoro mio tuo
congedo d’inverno nella fibbia
che la bocca scalpella
-e poi un’altra poesia.

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento