username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Salvatore Messina

in archivio dal 07 dic 2005

06 agosto 1939, Catania

segni particolari:
Un neo sotto la pianta del piede sinistro e una moglie.

mi descrivo così:
Dolce e selvaggio quanto basta e viceversa.

14 dicembre 2005

Quel figlio mio

All'angolo
si mostra sconnotato
quell'uomo nero
venuto da lontano

un volto sconosciuto
nero
affamato
coi denti bianchi
dai santi ripudiato
cancellato

stende un braccio
nero
di stracci

la mano è disperata
nera
affamata
consunta

per pasto
un cibo rifiutato
dai cani
dai cristi in vaticano

usa note slavate
vacilla
dorme senz'occhi
alla rinfusa

quel figlio mio.

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento