username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Poesie di Silvia Nelli

Visita la scheda completa e tutti gli altri testi di Silvia Nelli

  • Ieri alle 21:27

    Grazie, ma non ho bisogno di favole.
    Io non amo le cose eccessivamente mielose e sdolcinate.
    Non voglio qualcuno che faccia di me una principessa a cui fare promesse immense o a cui gridare il proprio "Per sempre"! Io non voglio nessuno inginocchiato davanti con anelli, giuramenti e belle parole!!!
    Cavolo...Cavolo!
    Datemi qualcuno con cui ridere per tutte le volte che mi è stata negata la possibilità di farlo perché ero troppo affranta per ricordarmi quanto fosse bello ridere di gusto!
    Qualcuno che mi guardi anche quando resto in silenzio come se fossi la cosa migliore che ha di fronte!
    Desidero attimi fatti di una banale serenità, Capite?!
    Quella serenità semplice e costante, ma priva di quel doppio volto che poi finisce per farti a pezzi!
    Datemi qualcuno di semplice, che sappia fare di un'ora un eterno attimo da ricordare, per sempre!
    Capite cosa voglio dire?!
    Costruire, viversi e a piccoli sorsi innamorarsi, ma innamorarsi veramente...
    Io vorrei solo camminare per mano a qualcuno che resta attento a ciò che dico, perché è felice di ciò che ha vicino.
    Qualcuno che semplicemente rispetta ciò che sono:
    Una donna onesta e innamorata, che non promettere perché ha scelto di dimostrare!

  • giovedì alle ore 3:22

    - I SOGNI SPEZZATI -
    Eri una ragazzina con i suoi sogni e la sua spensieratezza. Eri allegria e sorrisi. Camminavi felice, con la testa tra le nuvole perché da poco tempo avevi dato il tuo primo bacio. Innamorata dell'amore e di quella sensazione che dona, aggrappata a quel volo di farfalle nello stomaco, volavi lontano.
    In un giorno qualunque in cui tutto questo ti è stato strappato via...
    La paura non ti permetteva nemmeno di respirare e non era il dolore fisico a spaventarti tanto, ma la tua anima che andava in pezzi. Quelle mani che con forza cancellavano definitivamente chi eri lacerandoti la pelle e lo spirito, quelle mani che per far cessare le tue grida hanno rincarato la dose, diventando sempre più forti e violente e tu, sempre più piccola e muta sotto il peso di un corpo sconosciuto che violava tutto ciò che eri.
    Hai smesso quasi di respirare attendendo la fine, nell'indifferenza di una bestia che di fronte alle lacrime di una ragazzina ha sorriso dicendo: "Impara, ti servirà a far felice un uomo"! 
    Ricorderai quei respiri fino all'ultimo dei tuoi giorni e ogni tanto ancora ti capita di sognarli... Poi l'odore, quello non lo puoi scordare, è rimasto come impregnato sulla tua pelle e ogni tanto quando ti lavi ti sembra ancora di sentirlo.
    Il tempo è passato e tu hai visto guarire le ferite esteriori, ma non quelle interiori, del resto, per quelle serve molta più forza.
    Era difficile anche farsi una doccia e lavarsi le parti intime perché anche solo sapere di averle ti ripugnava... E toccarti ti faceva paura. Avevi come l'anima sporca e se avessi potuto ti saresti cancellata completamente dalla faccia della terra.
    Hai vissuto così per anni, ribellandoti ad ogni forma di ordine o sottomissione e rifiutando ogni tipo di consiglio e di limite. 
    Una vera e propria RIBELLE, che per quei capelli lisci di un colore nero/blu che ti arrivavano alla vita, quella giacca in pelle, i jeans a campana con la bandana in vita e la tua aria da dura, venne soprannominata: "L'indiana". 
    Eri una di quelle da "Temere", che era meglio avere come amica che come nemica. Veramente in pochi sapevano che dietro la corazza di una ragazza di 19 anni, in verità, si nascondeva una bimba di 15 anni a cui erano state strappate le ali e l'unica cosa che desiderava era solo nascondere al resto del mondo le sue paure e quelle profonde cicatrici.
    Era passato altro tempo e tu avevi cominciato a saper convivere con quel peso, portandolo ancora con enorme fatica, ma in modo più dignitoso... Perché TU non avevi colpe.
    E' stato proprio il capire che "TU, NON AVEVI COLPE" a spingerti verso la salvezza, a non nasconderti e a non vergognarti di ciò che avevi subito, perché non eri tu quella che doveva indossare l'etichetta della "Vergogna"!
    Questo ti ha spinto a non dargliela vinta a chi ti aveva fatto tutto questo! Vegetare era regalargli ancora te stessa, ancora di più... Più di quello che senza il tuo consenso già si era preso! 
    Riprenderti la VITA sarebbe stato il tuo obiettivo... 
    Ecco che hai sfidato con enorme coraggio te stessa, ti sei fatta male ripercorrendo ogni attimo, parlandone e curando finalmente quelle ferite interiori che fino a quel momento avevi accuratamente nascosto. Hai dato voce a quella bambina di 15 anni, lasciandola piangere e urlare fino a quando non è crollata stremata ... Per poi rialzarsi finalmente, nelle sue vere sembianze, quelle di una donna di ormai 22 anni! 
    Una donna che non si vergogna più del suo passato, ma lo porta come una medaglia d'onore, perché dopo aver combattuto una guerra, vittoriosa è tornata a casa. 
    Una medaglia importante, in onore di tutte quelle donne che quella forza non sono riuscite a trovarla, magari perché non ne hanno avuto la possibilità. Quelle donne il cui tempo si è spezzato senza pietà in quel momento... 
    Quelle donne che avranno 15 anni per sempre.

  • domenica alle ore 22:30

    Mi faccio spazio tra milioni di pensieri tutti uguali, tra milioni di voci squallide di chi si crede padrone del mondo e respiro...
    Respiro profondamente, immersa in un mare di pensieri positivi che mi guidano la mente, senza farmi più condizionare da niente e da nessuno! Vivo come ho desiderato vivere da sempre, completamente libera e immune dai pregiudizi e dalla cattiveria altrui che un tempo mi ha solo scurito l'anima. Mi faccio spazio in modo pulito, senza preoccuparmi di cosa si possa pensare, perché cosa porto dentro e chi sono è una verità che conosco solo io e tutto ciò che "Sentite" su di me... E' solo il frutto di menti fantasiose che non hanno saputo aver cura nemmeno di se stesse! 

  • 04 agosto alle ore 11:48

    Mi guardo e dico che vado fiera delle piccole rughe che si stanno intensificando ai lati degli occhi. Amo le mie occhiaie che arrivano dalla stanchezza di chi si fa il "CULO"! Adoro i 7/8 kl di troppo che l'età o la vita diversa mi addossa... Amo tutto ciò che sono nel bene e nel male ... E amo anche i miei anni, che per FORTUNA passano e dico per fortuna perchè al mondo c'è anche chi non li ha visti passare! Quindi ben venga INVECCHIARE... SIGNIFICA SOLTANTO AVER AVUTO LA POSSIBILITA' DI VIVERE!

  • 19 luglio alle ore 20:24

    Le donne sono puro istinto...
    Non confonderle con "Le altre" perché loro con le femmine non si mischiano mai. Hanno occhi per guardare, testa per ragionare e cuore per agire perché farsi adulare, conquistare e gettare non fa per loro. Se non sai riconoscerle non è colpa loro. Loro non c'entrano con il vostro bisogno disperato di trovare "Qualcosa" di decente. Non etichettarle come "Pazze" se non sai essere abbastanza onesto o "Ingestibili" se non sei abbastanza uomo. A chi racconterai di loro, non inventare storie assurde solo per giustificare la tua pochezza. 
    Per quelli come te ci sono altre tipologie... 
    Le DONNE non cercano, si lasciano trovare, ma poi scelgono qualcuno che sappia tenerle testa ed essere all'altezza del loro valore. Tuttavia, a volte sbagliano ed è incontrando qualcuno davvero bravo nel vestire i panni di un vero Uomo che ci rimettono il cuore, ma questa è un'altra storia... 

  • 19 luglio alle ore 20:20

    Le donne sono puro istinto...
    Non confonderle con "Le altre" perché loro con le femmine non si mischiano mai. Hanno occhi per guardare, testa per ragionare e cuore per agire perché farsi adulare, conquistare e gettare non fa per loro. Se non sai riconoscerle non è colpa loro. Loro non c'entrano con il vostro bisogno disperato di trovare "Qualcosa" di decente. Non etichettarle come "Pazze" se non sai essere abbastanza onesto o "Ingestibili" se non sei abbastanza uomo. A chi racconterai di loro, non inventare storie assurde solo per giustificare la tua pochezza. 
    Per quelli come te ci sono altre tipologie... 
    Le DONNE non cercano, si lasciano trovare, ma poi scelgono qualcuno che sappia tenerle testa ed essere all'altezza del loro valore. Tuttavia, a volte sbagliano ed è incontrando qualcuno davvero bravo nel vestire i panni di un vero Uomo che ci rimettono il cuore, ma questa è un'altra storia... 

  • 17 luglio alle ore 20:04

    Amo le sere d’estate...
    Quelle dove seduta in disparte ti fermi a pensare e guardando le stelle le focalizzi come punti essenziali di te stessa. Quelle che sanno di salmastro che fa bruciare le ferite, quelle ferite ancora un po' aperte. Quelle sere dove non fai niente di eccezionale, ma dove niente sembra essere impossibile. Amo il bianco della luna perché mentre mi guarda pallida io dipingo in me i colori più belli e mentre il buio della notte mi circonda il mio dolore è sempre più lontano.
    Silvia Nelli ©

  • 10 luglio alle ore 18:01

    Qualche chilo di troppo e non vali niente. Non sei perfetta e ti discriminano. Hai un difetto e sei zero. Non sei bella/o ti insultano! Cari "perfettini", sappiate che non è della poca bellezza fisica che noi ci preoccupiamo, perché non c'è da aver paura di chi è brutto fuori, ma di chi è brutto dentro. La paura arriva quando dietro un faccino da bravo ragazzo o un viso perfettamente truccato a geisha si nasconde il volto della cattiveria. Non deve spaventarvi il sovrappeso, ma un animo carico di odio e un'invidia tanto elevata da far bruciare i grassi in eccesso!

  • 06 luglio alle ore 21:02

    Un uomo ed una donna da soli possono essere qualcosa di grandissimo, ma insieme possono anche diventare invincibili. Riescono a completarsi, a sostenersi e a distinguersi. Possono isolarsi dalle cattiverie, dalle invidie e vincerle. Possono tutto, ma solo se dentro hanno qualcosa di ancor più grande di ciò che si può vedere al di fuori solo guardandoli...
    Principi, valori, rispetto e amore reciproco!

  • 30 giugno alle ore 12:09

    Ho vinto quando ho smesso di preoccuparmi di quello che la gente poteva pensare o dire, perché si può dire ciò che si vuole, si può pensare infinitamente male di me, ma io non sarò mai ciò che la gente dice o pensa. Ho vinto quando le parole che provenivano dal "Fango" le ho lasciate sospese tra il niente e l'ignoranza di chi le aveva pronunciate. Ho vinto quando ho chiuso definitivamente alcuni legami "Malati", che da tempo mi rubavano energie, rendendo il mio umore fragile e instabile. Ho vinto quando ho lasciato fuori dalla mia vita quelle mezze presenze degne solo di legami di convenienza, persone prive di concetti sani, ma colme di un'ipocrisia senza limiti. Ho vinto quando non ho più messo al bando la mia amicizia, il mio essere donna, la mia dignità, ma ho preteso rispetto e lealtà dando priorità all'amore per me stessa.
    Se prima di amare... Ti ami... HAI VINTO!

  • 27 giugno alle ore 2:33

    Ti senti Dio e credi che il mondo ti volti le spalle perché invidioso della tua tanta bellezza. Quella bellezza che vedi solo tu probabilmente, derivata dalla luce di un mondo che appartiene solo a te che sei un'anima ormai persa. Credi che il mondo ti voglia divorare perché brilli troppo e per difenderti non posi mai le armi e continui ad avanzare ferendo chiunque incontri in modo prevenuto e gratuito. Provi gioia e sfoderi quel sorriso soddisfatto, perché per te, anima "Assurda" più gli altri affondano e sprofondano... Più tu gioisci; perché sei un'anima che si nutre del dolore altrui, più persone vedi soffrire... Più ti senti viva. Sei un'anima sospesa nell'enorme spazio della tua solitudine, ma chiedere aiuto è da persone piccole e tu ti credi "Grande" in un mondo di piccoli esseri tutti inferiori e insignificanti. Sei un'anima incompresa, ne sei convinta, una di quelle anime a cui tutti vorrebbero assomigliare e non riuscendoci ti vogliono annientare. Sei un'anima padrona, padrona di ogni cosa che ti circonda... Tutto ciò che è bello è tuo, ti appartiene e anche se è tra le mani di qualcun altro sta là solo perché ti è stato strappato con l'inganno. Sei un'anima capace, una di quelle convinte che tutto può, inutile provare ad essere simili a te, tu sei migliore!
    Sei un'anima fedele ai suoi principi e valori che stanno sempre un passo sopra a quelli di chiunque altro, ma in verità la tua poca bontà e umiltà non lascia mai trasparire tali principi e valori. Aggredisci, perché sei un'anima debole. L'aggressione continua e ingiustificata nasconde la fragilità e l'insicurezza di chi, per nasconderlo, attraverso l'urlo si sente forte! Offendi continuamente anima dannata e ferita da chissà quale lama velenosa. Ti muovi nel mondo galleggiando in un mare di provocazioni e spinta da un senso di inadeguatezza fai risuonare fino all'orizzonte le tue grasse risate piene di gusto apparente, che nascondono rabbia e frustrazione. Le fai risuonare forte perché tutto il mondo possa sentire quanto sei felice, ma servono soltanto a coprire il rumore insopportabile che il vuoto che è in te produce costantemente. Ti ritieni un'anima incompresa, ma chissà quale sarà la tua vera storia per essere arrivata a mutare così tanto ed arrivare ad indossare le vesti del maligno. Sei un'anima che il male lo augura perché pensa sia giusto, perché alcune persone sono inutili e non devono esistere. Il male però non arriva quando lo chiedi per gli altri... E' molto più facile arrivi a te che lo auguri, perché la vita ha una ruota che prima o poi gira.
    Credi di essere un'anima unica, ma un'anima probabilmente non ce l'hai ...
    E se ce l'hai... E' sicuramente un'anima MALATA!

  • 26 giugno alle ore 14:17

    La tua superiorità supera al massimo la suola delle mie scarpe.
    La tua umiltà naviga persa in un mare di opportunismo.
    La tua lealtà è deceduta sfinita mentre cercava di risalire la montagna di balle che racconti.
    La tua sapienza non ha trovato posto quando ha cercato di approdare in un porto pieno di ignoranza.
    L'unica cosa che supera di gran lunga ogni mia aspettativa è la tua cattiveria.

  • 24 giugno alle ore 12:38

    Ho scelto di non innamorarmi più perché il modo di amare di oggi non mi rispecchia. Ho scelto di chiudere la porta del mio cuore ad un "Tipo" di amore, ma non all'amore in generale.
    Ho scelto di AMARMI e di mischiare il mio sentimento solo con quei pochi che sanno arricchirlo. Ho scelto di non innamorarmi più perché l'ultima volta che l'ho fatto mi è stato strappato il meglio di me. Ora quel poco che ho ritrovato lo divido con pochi eletti. Ho scelto di non innamorarmi più perché ho amato troppo qualcuno che l'amore non lo conosceva affatto.

  • 24 giugno alle ore 11:06

    - BASTA -
    Basta guardare quanto siano sbagliati gli altri, calcolare quanta vita di merda abbiano, quante frustrazioni e seghe mentali. Basta giudicare i loro modi e comportamenti per ricamarci sopra intere storie paragonabili all'odissea. Fatemi il favore di cominciare a guardarvi tutti un po' più a fondo perché per come va il mondo nessuno è migliore di nessuno. Abbiamo tutti qualcosa da correggere e qualcosa da migliorare!
    Meno finti santi e più onesti!
    Meno giudici e più consiglieri!
    Meno ipocrisia e più obbiettività!
    Meno "Caxxi" degli altri e più vita propria!
    Per migliorare questo mondo c'è bisogno di smettere di puntare il dito, di aprire la propria mano, portarsela al petto e chiedersi: "Ma io?! Io... come sono"!?

  • 22 giugno alle ore 22:36

    Quando ti dicono che non meriti niente, pensa che la prima cosa che non ti meriti è proprio quella di avere vicino persone che invece di tenerti a galla, godrebbero nel vederti affogare. Quando ti dicono che non vali molto, pensa che anche la più semplice risposta, la più breve, sarebbe sprecata perché di fronte hai qualcuno che ha appena dimostrato di valere meno di te. Quando ti dicono che non sei nessuno, ricorda loro che non esistere per certe persone per te è solo un punto di forza. Peccato però, che... Più ti definiscono "Nessuno" ... Più ti tengono gli occhi puntati addosso.

  • 21 giugno alle ore 22:14

    La cattiveria non divide due persone che si vogliono veramente bene. L'invidia non scalfisce il loro legame, perché l'autenticità è indistruttibile. Tutte le voci, i sentito dire e le chiacchiere non tagliano mani che si tengono strette in modo convinto e sentito, Quando un abbraccio parte dal cuore non lascia filtrare niente tra due petti che si toccano, lascia immutato il legame e un passo dietro chi avrebbe voluto distruggerlo. Tutto ciò che smette di essere è perché uno dei due o entrambi, hanno scelto di non essere più autentici.

  • 20 giugno alle ore 22:00

    Le persone pericolose non sono quelle che si arrabbiano ed esternano la loro delusione, la loro rabbia dando libero sfogo alle ferite che bruciano in modo disumano. Quelle che per non mostrare le lacrime si vestono di arroganza, no... Quelle sono persone che si difendono, che danno un po' di spazio all'orgoglio e alla propria dignità che magari per troppo tempo hanno messo da parte. Le persone veramente pericolose sono quelle che tacciono e agiscono alle spalle. Quelle che hanno per te una parola buona, una pacca sulla spalla, magari anche un abbraccio,ma nascosto nella tasca hanno un coltello, pronto a conficcarsi nella vostra vostra schiena appena giunge il momento per loro, più conveniente. Le persone pericolose hanno un modo gentile ed educato che ricopre un animo nero e cattivo. Sono persone che vivono nelle "tenebre" per questo non agiscono mai di fronte e alla luce del sole, ma lo fanno sempre in modo subdolo e alle vostre spalle.

  • 12 maggio alle ore 2:33

    All'improvviso una semplice canzone mi fa tornare alla mente te. Rendermi conto che erano giorni che non mi attraversavi i pensieri... E SORRIDERE!
    Sei fuori... Lontano... IL NIENTE.
    Sono tornata... Mi sento... SONO VIVA!

  • 16 aprile alle ore 21:26

    Amo essere "Qualcosa" che non conoscerai mai fino in fondo. Mi piace restare come un'incognita agli occhi del mondo e non permettere a chiunque di aprirsi un varco e sbirciare nel mio mondo. E' giusto pormi in modo educato e rispettoso verso chiunque, intraprendere conoscenze con alcuni di loro, ma ho imparato a concedere solo a pochi eletti e sottolineo "POCHI" un posto dentro a quello che è il mio mondo.

  • 14 aprile alle ore 0:26

    Chiamami scontrosa se mi acciglio di fronte ai tuoi comportamenti stupidi e da bambino. Chiamami incapace quando sbaglio e infantile quando piango. Feriscimi e umiliami pure se non sai su chi scaricare le tue frustrazioni e dammi anche della possessiva se osservo che tutto hai, tranne l'aria di qualcuno che ha occhi per una sola donna. Prova a distruggermi se mi difendo e calpestami pure se ti serve per sentirti migliore. Sono piccola e inutile se vuoi, trasparente e insensata se ti fa comodo, ottusa e capricciosa se credi...
    sappi però che di fronte a tutto questo, agli occhi miei TU appari tutto tranne che UOMO. 

  • 07 aprile alle ore 14:34

    - STUPIDA -
    Non lo sono stata quando ho creduto nelle persone sbagliate, quando ho perso il mio tempo a rincorrere qualcuno o quando ho dato l'anima per essere capita, creduta e ascoltata. Non sono stata stupida quando ho amato in modo totale qualcuno che l'amore non sa nemmeno cosa sia, quando fidandomi sono stata tradita o quando di fronte all'evidenza ho continuato a credere alla buona fede di qualcuno. No... In quei casi non ero stupida, ma una persona che amava e viveva nel nome della verità, che ascoltava con il cuore e non con subdoli interessi, io ero solo una una persona trasparente ed estremamente PULITA!
    Però...
    C'è stato un caso in cui sono stata stupida.
    Quando mi sono sentita sbagliata solo perché qualcuno non mi accettava per come ero. Per ogni persona che non mi accetta, da qualche parte ce n'è sicuramente una pronta a farlo ed io l'ho dimenticato! Perché una sola persona che non mi accetta, una a cui non vado bene come sono e mi "scarta" per altro non può e non DEVE cancellarne 10, 100, 1000 che invece mi amano per quello che sono, che mi rispettano e mi apprezzano... Persone che non mi scarterebbero mai e non mi cambierebbero con nessuno altro al mondo! Lì sono stata stupida, quando piangendo per chi non mi apprezzava, ho dimenticato chi mi voleva bene senza "se" e senza "ma", senza "Forse" e "chissà"...
    ESATTAMENTE LI' sta il mio errore ed è esattamente in quel momento che sono stata STUPIDA!

  • 04 aprile alle ore 12:51

    Resti qualcosa che non cancellerò mai, nemmeno il tempo potrà sbiadire quello che sei stato. Resti dentro come la cosa più dolce che ho sfiorato e allo stesso tempo come il pugno più forte che il cuore ha ricevuto e sarai nell'anima come la pagina più intensa. Resti dentro i sogni mancati, dentro il rumore del silenzio, dentro il caos della mente e dentro il frastuono del cuore. Resti alba e tramonto del periodo più bello, il giorno e la notte del giorno migliore. Semplicemente TU resti... punto!

  • 29 marzo alle ore 12:12

    Non c'è più niente che mi fa paura, quando ne hai sopportate, subite e superate tante sono poche le cose che ti spaventano. Non c'è più nessuno che possa impedirmi di procedere, solo la morte, ma quella quando ti sceglie non ti da possibilità di appello. Tutto cambia prospettiva quando capisci che TU sei la sola possibilità che hai e la VITA la sola strada su cui camminare. Lei ti mostrerà le possibilità, spetta a te scegliere se e come sfruttarle e chi portare con te. 

  • 26 marzo alle ore 21:23

    Per molti "Vincere" è fondamentale, arrivare primi ovunque, a qualunque costo... Ma cosa è veramente vincere?! 
    Sembra che per molti vincere sia veder cadere gli altri, vederli soffrire, morire, soccombere distrutti e sfiniti. Purtroppo invece, per me vincere è fregarmene di cosa fanno le persone che non contano, di come stanno quelle che vorrebbero vedermi morire e di cosa dicono su di me quelle che "Pensano" di conoscermi! Sappiate che vincere è camminare con fierezza sulla strada che vi siete scelti, con la coscienza pulita e la serenità che vi invade dentro!

  • 26 marzo alle ore 21:21

    Per molti "Vincere" è fondamentale, arrivare primi ovunque, a qualunque costo... Ma cosa è veramente vincere?! 
    Sembra che per molti vincere sia veder cadere gli altri, vederli soffrire, morire, soccombere distrutti e sfiniti. Purtroppo invece, per me vincere è fregarmene di cosa fanno le persone che non contano, di come stanno quelle che vorrebbero vedermi morire e di cosa dicono su di me quelle che "Pensano" di conoscermi! Sappiate che vincere è camminare con fierezza sulla strada che vi siete scelti, con la coscienza pulita e la serenità che vi invade dentro!