username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Poesie di Silvia Nelli

Visita la scheda completa e tutti gli altri testi di Silvia Nelli

  • 16 aprile alle ore 21:26

    Amo essere "Qualcosa" che non conoscerai mai fino in fondo. Mi piace restare come un'incognita agli occhi del mondo e non permettere a chiunque di aprirsi un varco e sbirciare nel mio mondo. E' giusto pormi in modo educato e rispettoso verso chiunque, intraprendere conoscenze con alcuni di loro, ma ho imparato a concedere solo a pochi eletti e sottolineo "POCHI" un posto dentro a quello che è il mio mondo.

  • 14 aprile alle ore 0:26

    Chiamami scontrosa se mi acciglio di fronte ai tuoi comportamenti stupidi e da bambino. Chiamami incapace quando sbaglio e infantile quando piango. Feriscimi e umiliami pure se non sai su chi scaricare le tue frustrazioni e dammi anche della possessiva se osservo che tutto hai, tranne l'aria di qualcuno che ha occhi per una sola donna. Prova a distruggermi se mi difendo e calpestami pure se ti serve per sentirti migliore. Sono piccola e inutile se vuoi, trasparente e insensata se ti fa comodo, ottusa e capricciosa se credi...
    sappi però che di fronte a tutto questo, agli occhi miei TU appari tutto tranne che UOMO. 

  • 07 aprile alle ore 14:34

    - STUPIDA -
    Non lo sono stata quando ho creduto nelle persone sbagliate, quando ho perso il mio tempo a rincorrere qualcuno o quando ho dato l'anima per essere capita, creduta e ascoltata. Non sono stata stupida quando ho amato in modo totale qualcuno che l'amore non sa nemmeno cosa sia, quando fidandomi sono stata tradita o quando di fronte all'evidenza ho continuato a credere alla buona fede di qualcuno. No... In quei casi non ero stupida, ma una persona che amava e viveva nel nome della verità, che ascoltava con il cuore e non con subdoli interessi, io ero solo una una persona trasparente ed estremamente PULITA!
    Però...
    C'è stato un caso in cui sono stata stupida.
    Quando mi sono sentita sbagliata solo perché qualcuno non mi accettava per come ero. Per ogni persona che non mi accetta, da qualche parte ce n'è sicuramente una pronta a farlo ed io l'ho dimenticato! Perché una sola persona che non mi accetta, una a cui non vado bene come sono e mi "scarta" per altro non può e non DEVE cancellarne 10, 100, 1000 che invece mi amano per quello che sono, che mi rispettano e mi apprezzano... Persone che non mi scarterebbero mai e non mi cambierebbero con nessuno altro al mondo! Lì sono stata stupida, quando piangendo per chi non mi apprezzava, ho dimenticato chi mi voleva bene senza "se" e senza "ma", senza "Forse" e "chissà"...
    ESATTAMENTE LI' sta il mio errore ed è esattamente in quel momento che sono stata STUPIDA!

  • 04 aprile alle ore 12:51

    Resti qualcosa che non cancellerò mai, nemmeno il tempo potrà sbiadire quello che sei stato. Resti dentro come la cosa più dolce che ho sfiorato e allo stesso tempo come il pugno più forte che il cuore ha ricevuto e sarai nell'anima come la pagina più intensa. Resti dentro i sogni mancati, dentro il rumore del silenzio, dentro il caos della mente e dentro il frastuono del cuore. Resti alba e tramonto del periodo più bello, il giorno e la notte del giorno migliore. Semplicemente TU resti... punto!

  • 29 marzo alle ore 12:12

    Non c'è più niente che mi fa paura, quando ne hai sopportate, subite e superate tante sono poche le cose che ti spaventano. Non c'è più nessuno che possa impedirmi di procedere, solo la morte, ma quella quando ti sceglie non ti da possibilità di appello. Tutto cambia prospettiva quando capisci che TU sei la sola possibilità che hai e la VITA la sola strada su cui camminare. Lei ti mostrerà le possibilità, spetta a te scegliere se e come sfruttarle e chi portare con te. 

  • 26 marzo alle ore 21:23

    Per molti "Vincere" è fondamentale, arrivare primi ovunque, a qualunque costo... Ma cosa è veramente vincere?! 
    Sembra che per molti vincere sia veder cadere gli altri, vederli soffrire, morire, soccombere distrutti e sfiniti. Purtroppo invece, per me vincere è fregarmene di cosa fanno le persone che non contano, di come stanno quelle che vorrebbero vedermi morire e di cosa dicono su di me quelle che "Pensano" di conoscermi! Sappiate che vincere è camminare con fierezza sulla strada che vi siete scelti, con la coscienza pulita e la serenità che vi invade dentro!

  • 26 marzo alle ore 21:21

    Per molti "Vincere" è fondamentale, arrivare primi ovunque, a qualunque costo... Ma cosa è veramente vincere?! 
    Sembra che per molti vincere sia veder cadere gli altri, vederli soffrire, morire, soccombere distrutti e sfiniti. Purtroppo invece, per me vincere è fregarmene di cosa fanno le persone che non contano, di come stanno quelle che vorrebbero vedermi morire e di cosa dicono su di me quelle che "Pensano" di conoscermi! Sappiate che vincere è camminare con fierezza sulla strada che vi siete scelti, con la coscienza pulita e la serenità che vi invade dentro!

  • 24 marzo alle ore 19:57

    Ho ancora molte cose da vivere, non le cerco, ma vivendo le attendo. Vivo la vita con estrema semplicità, mi lascio guidare dai sentimenti, dall'istinto e non ho più paura di voltare le spalle a chi non è degno di guardarmi negli occhi. Lascio correre parole e gesti senza fondamento, non le alimento e non dono risposte, credo nel fare più che nel dire. Amo circondarmi di pochissime persone di cui ciecamente mi fido e mentre le tante conoscenze mi girano attorno, vanno e vengono, restano e passano, io proseguo. Regalo sorrisi pieni di affetto solo a coloro che mi hanno lasciato qualcosa nell'anima, perché in me c'è molte cose belle che non sprecherò mai più! 

  • 21 marzo alle ore 23:44

    Allora vai, vai libero ovunque tu voglia e sii per sempre, malgrado i tuoi difetti, quella meravigliosa creatura che nel vento guarda la strada e la percorre senza conoscerne la meta. Dormi sotto milioni di cieli stellati e non trascinarti dietro catene che non senti tue. Sii ciò che vuoi essere, io ti lascio andare e quando ti sfiorerò i pensieri è nei ricordi che mi troverai perché li ci sarò sempre esattamente come tu sarai nei miei.

    Però...

    Lascia a me il diritto di essere la donna che ho scelto di essere e di non accettare più i tuoi modi di pensare e il tuo egoismo che talvolta sfiora la cattiveria. Lascia che io voli libera sulle ali della dignità e della verità e anche se so che il mio volo non potrà mai incrociarsi con il tuo non importa siamo comunque sotto lo stesso cielo.

    Se puoi andar fiero tu di ciò che sei io merito sicuramente una medaglia d'onore!

    Tratto da: "Una strada verso casa" di Silvia Nelli

  • 18 marzo alle ore 3:11

    Oggi mi definisco una persona "Incapace di amare". Privata di ogni risorsa e di quei dolci modi che mi distinguevano dagli altri, oggi sono una persona incapace di innamorarsi ancora. Credo ancora che una vita senza amore sia una vita senza senso, ma IO l'amore l'ho provato, conosciuto e mi ritengo fortunata perché riuscire a trovarlo e riconoscerlo è un grandissimo regalo. Non ho niente da recriminarmi, mi dispiace per chi l'amore non lo ha mai nemmeno sfiorato, perdendosi la meravigliosa sensazione che dona mettere il tuo cuore dentro il petto di qualcun altro e scegliere di lasciarlo li... PER SEMPRE!

  • 14 marzo alle ore 20:59

    Debole non è colui a cui può scendere una lacrima. Provare dolore, emozioni o anche rabbia è qualcosa che rende spaventosamente forti, del resto, niente rafforza quanto asciugarsi le lacrime e raccogliere i cocci per rialzare la testa e riprendere il cammino. Io vado fiera delle mie lacrime perché per me significano che ho un cuore e un'anima che "sente". Se per molti è debolezza, allora lasciatemi dire che sono fiera di essere una persona "Debole".

  • 11 marzo alle ore 18:54

    Sono un mondo unico ormai lontano da tutto ciò che è generico. Vivo di colori che solo io riesco a vedere e compongo con essi gli arcobaleni più belli sui quali scrivo i miei sogni. Disegno orizzonti sui muri che attorno a me ho costruito e guardo il mondo da lontano, in silenzio. Trasformo in terra ferma e in realtà quell'orizzonte, solo quando trovo qualcuno che merita di vedere quel mondo unico a cui appartengo, perché sento che ama gli stessi colori, vede senza bisogno di guardare e soprattutto, grazie al cuore riesce a "sentirmi" anche senza aver bisogno di ascoltare.

  • 09 marzo alle ore 18:46

    Ho imparato così bene a nuotare nella tempesta che quando il mare è calmo sento che mi manca quella spinta interiore con cui ho stretto un patto di alleanza. Tra le onde agitate mi sento a casa, protetta da quella forte personalità che mi caratterizza. Ho smesso di abbattere muri impossibili, voglio concentrare le mie forze su ciò che non devo rincorrere, ma che con lo stesso sentimento e la stessa volontà usa le proprie forze per raggiungermi. Navigo ancora in mari difficili, le cose facili non sono per me, ma l'impossibile che regala un'illusione lo lascio passare in balia della corrente senza cercare più di salvarlo.

  • 07 marzo alle ore 20:48

    Alla mia età ogni pensiero ha un suo peso, ogni percorso il suo significato ed ogni scelta il suo perché. Non sento in me la voglia di affascinare, ma sento la necessità di circondarmi di ciò che mi affascina perché è qualcosa che mi accade sempre più di rado. Lasciate stare ogni forma di tattica, ormai alla mia età non funzionano più, servono dimostrazioni e forti personalità ricche di coerenza e di quel tocco di saggezza che ad un certo punto la vita dona. Lasciatemi stare, io sto bene dove sono e non mi servono le parole di chi non sa come riempire i propri spazi vuoti. Imparando a curarli ho smesso di riempirli con "Chiunque", ho curato me stessa e adesso sono in pace. Trovate la vostra pace interiore perché solo quando basterete a voi stessi avrete la possibilità di scegliere senza dovervi più accontentare.
    Io lo chiamo CRESCERE...

  • 07 marzo alle ore 12:43

    La vita forgia la tua personalità per permetterti di diventare quell'uomo o quella donna che hai cercato a lungo facendoti spazio tra delusioni, fallimenti e gente sbagliata. Ho costruito la donna che sono sulle mie fatiche, facendo leva solo sulle mie spalle e a chi non va bene o pensa il contrario può tranquillamente pensarlo, gridarlo al mondo perché a me non fa più ne' caldo ne' freddo. Ho superato il momento del “Ma... Non è vero” piangendo e sono entrata in quello del “Ma pensa un po' che cavolo ti pare” e ti saluto!
    Tratto da: "Una strada verso casa" di Silvia Nelli

  • 05 marzo alle ore 23:05

    Lascia che ti spieghi una cosa:
    FIN QUANDO UNA DONNA LA VEDRAI SOLO COME UN “CORPO” FINE AI TUOI SCOPI E NON COME UNA CREATURA DA RISPETTARE E AMARE, LA OFFENDERAI OGNI VOLTA CHE LA GUARDI!
    Tratto da: "Una strada verso casa" di Silvia Nelli

  • 20 febbraio alle ore 20:48

    Quando dite di amare alla follia qualcuno definendolo la vostra vita, poi vi lasciate e vi disperate e dopo 1 mese nemmeno già state con un altro/a amando di nuovo alla follia... Mi spiegate come fate?! NO perché io ci ho messo quasi 2 anni solo per tornare a respirare! Sinceramente... Con tutto rispetto per voi, per me L'AMORE è tutt'altro! Proprio TUTT'ALTRO!

  • 18 febbraio alle ore 19:38

    Sono stata definita pazza quando mi allontanavo dalle persone senza pensarci troppo. Accusata di essere una persona che per "cavolate" metteva fine ai rapporti. Colpevole di non essermi mai interessata a tali persone o fatti. Dalla personalità ingestibile e troppo dura perché non è mia abitudine regalare finti consensi a scopo personale, ma solo ciò che penso e senza troppi giri di parole. Peccato... Che il tempo non mi abbia mai dimostrato che "Allontanarmi" da suddette persone sia stato un errore. Non ho mai dovuto dirmi "Ho sbagliato"! Soprattutto ci tengo a spiegarvi che la mia personalità non è "Ingestibile". La mia è una di quelle personalità che non plagi e non compri "lisciandola" quando ti conviene. La mia personalità è ben salda e sicura di se'... A differenza di molte altre che noto spostarsi con estrema facilità dove conviene di più! Continuate a "pensare" di sapere... Io continuerò a sorriderci su.

  • 16 febbraio alle ore 20:59

    Ne hai guardati di tramonti sognando ad occhi aperti. Hai ascoltato canzoni che ti raccontavano e con occhi pieni di lacrime te le imprimevi nel cuore. Hai aspettato persone che non sono mai tornate, creduto in altre che non sono mai state sincere e hai parlato con chi non ha mai avuto l'intenzione di capire. Oggi ancora guardi tramonti, non sogni, ma serenamente credi che la vita sia un dono inestimabile. Ancora ci sono canzoni che ti toccano l'anima, ma i tuoi occhi sono asciutti e limpidi perché adesso ti riempiono di carica positiva e ottimismo. Credi ancora nelle persone, ma non aspetti più nessuno perché hai imparato a distinguere chi ha voglia di capire e solo in quei casi scegli di parlare.

  • 16 febbraio alle ore 13:36

    Arriva un momento nella vita in cui della "Quantità" te ne freghi perché capisci l'importanza della "Qualità"!Te ne freghi di chi va perché ti concentri solo su chi resta. Arriva un momento in cui la serenità ti riempie il petto e alleggerisce lo stomaco dai "Morsi" che un tempo ti angosciavano. Non conta più il parere di chi è di passaggio, l'opinione di chi crede di sapere, ma ti basta la stima di chi vale. Hai raggiunto la maturità per capire che per stare bene basta poche cose e poche persone. Si soffre meno e molti scalini che ti facevano paura una tempo, ora li sali senza nemmeno accorgertene e vai oltre. Sorridi se ci pensi, ti guardi dietro e non ti riconosci, ma sei felice perché ora sai che non tutto merita pensiero, dolore e attenzione.

  • 15 febbraio alle ore 12:15

    Ne ho visti di atteggiamenti e ne ho ascoltate di ragioni. Sono sempre arrivata in fondo rimettendoci tempo, pazienza e umore. Ottenendo soltanto la consapevolezza che alcune "Presenze" mi colorano negativamente le giornate. Pensate pure che sia una persona cattiva, non mi interessa. Io credo di essere una persona che sa riconoscere atteggiamenti e modi e di conseguenza capire chi ha di fronte. Ci sono frasi che nel momento in cui vengono pronunciate, automaticamente fanno chiudere  quella porta che da l'accesso  alla mia vita,  mettendo un muro indistruttibile tra la mia persona e loro. Non ci sto più ad aspettare dietro i "Vediamo"... "Aspettiamo"... "Magari capisce"! No mi dispiace. Ho imparato a scegliere, ad essere una persona estremamente decisa nelle sue posizioni e se scegliere significa dover rinunciare a qualcosa, rinuncio, senza problemi, perché la mia serenità passa avanti a tutto e perché ho capito che proseguire e non rinunciare mi porterebbe la perdita di qualcosa di ben più grande. Non mi pento e non mi volto mai indietro. Non ho più voglia di arrabbiarmi, di tacere, di soccombere. Non so fingere, non sono ipocrita, per questo non so  dividere il mio tempo con chi non mi piace e non ha capito niente di me. L'ipocrisia a me fa scattare l'embolo, niente mi schifa di più. Non porto rancore, semplicemente scelgo e non trascino, consapevole che ognuno è libero di essere ciò che vuole. Io non sono perfetta, ma ci tengo a ricordarvi  che nessuno lo è...!

  • 12 febbraio alle ore 21:41

    Potrei prendere le cose migliori di me e portarle ancora alla luce del sole, mostrarle e far vedere quanto la mia durezza, il mio essere scostante e poco fiduciosa sia solo apparenza. In realtà scelgo di non farlo perché la superficialità che mi circonda è devastante. L'intelligenza si differenzia proprio in questo, in chi sa vedere anche oltre. Attenti però... Dire di esserne capaci, di essere persone sensibili e in grado di capire non basta. Se dovete poi porre atteggiamenti e azioni che smentiscono le belle parole pronunciate sappiate che tacere equivale ad evitare di fare la figura di ciò che io definisco "Attori del medesimo copione". La cosa più squallida è che siete in tanti e con il medesimo copione.

  • 12 febbraio alle ore 14:10

    Mi piace pensare che mi ascolterai nei momenti di confusione e che mi seguirai nei miei momenti di follia. Mi piace pensare che la spensieratezza ci accompagnerà in ogni luogo senza mai abbandonare la saggezza che le nostre esperienze precedenti ci hanno donato. Amo pensare a te così come ti sento adesso e non vorrei sentire la paura che tu possa cambiare come hanno fatto tutti gli altri quando la loro maschera è improvvisamente caduta. Amo pensare che come adesso niente ci scompone, niente ci viene imposto e niente ci preoccupa. E' di serenità che ho bisogno. Di un giorno per giorno costanze e senza progetti a lungo termine. Quel domani lo voglio costruire senza programmarlo. Mi piace pensare che in quel domani ci troveremo inconsapevolmente, ma volutamente, insieme.

  • 10 febbraio alle ore 21:26

    Siamo stati abituati a dare per scontate troppe cose. In realtà ottenerle non è sufficiente per mantenerle vicino. La capacità di amare non si nasconde dietro dichiarazioni poetiche, grandi promesse o in un "Per sempre" di cui in pochi possono testimoniarne realmente l'esistenza. Non basta nemmeno crederci veramente in un "NOI" per mantenerlo. Ho avuto l'amore plateale, quello dannato e quello sbagliato. Oggi scopro l'esistenza dell'amore silenzioso. Quello che non ha bisogno di mostrarsi per forza al mondo per esserci, semplicemente esiste. Mi sfiora, mi nutre e mi arricchisce. Non m'interessa metterlo in "piazza", voglio solo viverlo e goderne a pieno i benefici. Non lo nascondo, semplicemente lo rispetto e lo proteggo perché ho capito che spesso l'amore più vero è quello che non sente la necessità di imporsi come presenza davanti agli altri, ma quello che anche in silenzio non passa inosservato a chi osserva. I sentimenti più veri non stanno nelle troppe parole o nella platealità, ma in una condivisione a due fatta di silenziosa complicità.

  • 04 febbraio alle ore 4:29

    A volte la paura può fermarti... è solo paura.
    A volte la rabbia può manovrarti, ma sei tu al comando.
    A volte il dolore può spegnerti, ma tu sei luce...
    Continua a camminare...
    Ci sono emozioni che ancora vale la pena vivere,
    Esperienze che ancora ti aspettano.
    La vita che ancora stringi tra le mani.
    A volte le lacrime non ti permettono di vedere oltre, ma ce ne sono di cose da guardare.
    A volte la mente si annebbia, ma tu lasciala libera e torna a volare.
    Niente è finito...
    E' solo un nuovo inizio.
    Raduna l'essenziale e riprendi il cammino.
    Approderai altrove, forse lontano...
    E magari troverai quel posto che cercavi.