username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Poesie di Silvia Nelli

Visita la scheda completa e tutti gli altri testi di Silvia Nelli

  • 03 aprile 2017 alle ore 19:10

    Vi vedo osservare la vita e i comportamenti degli altri. Puntare loro il dito contro giudicandone atteggiamenti, scelte e posizioni prese. Vi vedo predicare valori e rovistare nelle coscienze altrui. Vi fingete grandi esperti di rispetto, lealtà e correttezza dandovi arie da guerrieri fedeli e devoti al buon senso. E' un sorriso ironico e sarcastico quello che nasce sul mio volto quando vedo che mentre osservate e giudicate tutto questo, vivete una vita spoglia di ogni sano concetto da voi predicato. Rovistate meno nelle vite degli altri e date un senso maggiore alle vostre e soprattutto; lasciate stare le coscienze altrui e pensate a ripulire le vostre... Credetemi, ce ne sarebbe bisogno. Non so se vi siete mai guardati dentro con estrema attenzione e obiettività come amate tanto fare con gli altri, forse se lo faceste vi rendereste conto che una "Coscienza" nemmeno ce l'avete.

  • 02 aprile 2017 alle ore 21:16

    La vita spesso ferisce dentro, lascia solchi e ferite. Costruisce sulle pareti della tua anima qualcosa di "scuro" che la rende buia e non fa più intravedere quella lucentezza che un'anima, una persona o un cuore dovrebbero avere. Poi, un giorno arriva qualcuno e con una calma ed una dolcezza infinita comincia a osservarti. Lo fa con intelligenza, senza fermarsi a ciò che sembra o a ciò che appare, ma va oltre. Sa leggere tra le righe quelle parole che in realtà tu non hai scritto, ma che solo chi ha una sensibilità fuori dal comune potrebbe scorgere. Senza che te rendi conto a quella persona tu hai riaperto la porta che varca la soglia del tuo "IO". Lui, varca quella soglia ancora in modo educato, con rispetto e si guarda intorno... Eccole quelle parole che tra le righe ha scorto, eccole là a segnare le pareti di un'anima meravigliosa, ma ferita, delusa e difficile da guarire. Lui si siede al centro dell'anima e con amore, pazienza e premura inizia a lavare e curare le tue ferite. Non guarda il tempo, il tempo non conta ... Lui vede solo l'obiettivo: Riportare alla luce una Donna che è molto più di ciò che mostra e lui lo sa. Sceglie di farlo perché quella donna gli procura emozioni diverse dalla solita "Banalità" che ha incontrato nella vita, non rendendosi conto che nell'aiutarla a rinascere inizia ad amarla in modo smisurato e allo stesso tempo, facendolo, cura anche le sue di ferite... e rinasce con lei. 

  • 29 marzo 2017 alle ore 17:04

    Non so cosa lasci credere ad alcune persone che io non sia una persona tenera, dolce e serena. Forse questo mio essere così sicuro- Oppure il mio modo così schietto diretto o magari il mio modo di guardare e raccontare il mondo dietro una veste così realistica e dura. Lasciatemi dire che il fatto che io sia una persona che nota molte cose, che guarda la vita dritta in faccia senza scartare niente di essa, nemmeno i suoi lati peggiori, non significa che io non abbia un cuore, dei sentimenti e delle debolezze. Io posseggo fragilità che non sono né scontate , né piccole. Delle paure che ristagnano nella mia anima e spesso mi impediscono di procedere con serenità. Ho dei limiti che non sempre riesco a superare. Io sono anche una persona sensibile, tenera e dolce. Ho dolcezza dentro me, amore immenso e un sorriso che difendo a denti stretti. Ho solo un piccolo "Difetto" che però; io ritengo essere un grande "Pregio"... Ossia quello di mostrare questi lati di me solo a chi merita, scegliendo io stessa chi ne è meritevole, ma soprattutto scelgo di mostrare tutto questo solo a coloro che mai lo useranno per ferirmi.

  • 24 marzo 2017 alle ore 14:28

    Ammortizzo sempre i colpi della vita. Ne faccio armi per il mio domani, armature per i miei nemici e forza per i miei passi. Non a caso mi chiamano "Capa tosta"! So lottare anche quando resto sprovvista di pallottole e a mani nude su terreni aridi! So resistere, so affrontare e vincere. E anche se perdo non mi fermo... La sconfitta su di me assume l'aspetto di una "Motivazione" in più per ricominciare e farcela!

  • 19 marzo 2017 alle ore 20:45

    Avere a che fare con persone segnate dalla vita non è cosa facile. Queste persone hanno vissuto la distruzione di se stesse. Sono persone che nel dolore hanno saputo ricostruirsi e diventare più forti. Ogni volta che ritrovano il loro equilibrio niente in loro è più come prima. Hanno un senso molto alto di protezione verso se stessi perché sanno quanto costa raccogliere i pezzi. Hanno un accurato fiuto e un sesto senso ancora maggiore verso nuove situazioni. Le persone segnate dalla vita hanno capito che dare una possibilità è cosa giusta, ma perseverare nel concederne altre è lasciare che possano distruggerti ancora.

  • 19 marzo 2017 alle ore 18:55

    Tutti hanno da dire quanto importante sia la sincerità, il rispetto e il mostrarsi a nudo per ciò che si è veramente. Poi non si domandano, laddove non fanno fede alle parole, il male che può fare a chi ne riceve le conseguenze. Non si domandano quanto possa una persona cambiare ai nostri occhi di fronte a certe mancanze, ma soprattutto non si domandano quanto cambia dentro una persona quando le riceve. La verità, i valori, la sincerità e il rispetto deve stare solo sulla bocca di coloro che anche nel peggio ne fanno una priorità... Per tutti gli altri ci sono le "Chiacchiere"!

  • 18 marzo 2017 alle ore 18:56

    La strada che percorri ti cambia. Soprattutto a cambiarti saranno le persone che incontrerai lungo di essa. Da alcune cose non si torna indietro. Quando qualcosa arriva fino dentro l'anima e colpisce a fondo è naturale che qualcosa di essa muore. Se è la fiducia che tradiscono, ti fiderai meno. Se è il cuore che spezzano, sarà più difficile tornare ad amare. Se sarà la tua bontà ad essere sfruttata, imparerai che a volte non esserlo troppo è meglio. Se è l'opportunità che viene gettata, imparerai che più di una non va data. Ognuno ha un percorso diverso, ci sono cose di te che perdi e puoi ritrovare e altre che non ti apparterranno mai più.

  • 17 marzo 2017 alle ore 21:05

    Sono bravissimi a tramutare i loro errori nelle tue colpe. Perfettamente impegnati a riempire le loro vite di argomenti scontati e superficiali che trattano sempre dei difetti altrui e mai dei propri. Ottimi manipolatori mentali, ma molto piccoli sotto il punto di vista dell'essere umano. Non hanno maschere perché la loro faccia è una sola, ma la loro mente è un labirinto di vere e proprie elaborazioni maniacali. Tendono a schiacciare per sentirsi migliori e quando si imbattono in qualcuno che ha una personalità non mutabile, ma sicura e ben definita il loro attacco porta solo un nome: L'OFFESA! E mentre loro saranno ancora intenti a lanciarci fango per distruggerci, noi saremo talmente lontani e in alto che l'unica cosa che gli resterà è ricordarsi di noi come la loro ennesima "Sconfitta"!

  • 16 marzo 2017 alle ore 16:04

    Le "Belle persone" vinceranno sempre. Loro vinceranno senza dover giustificare niente. Le belle persone non hanno il bisogno di smentire a parole le false accuse che a loro vengono rivolte. Hanno azioni che parlano da sole, hanno un cammino che fa da testimonianza a ciò che sono. Chi le ha davvero conosciute, vissute e amate non ascolterà mai il "Superfluo" che gli gira intorno. Le belle persone costruiscono la loro strada concentrandosi sulla loro di vita e mai su quella degli altri. Esse non ascolteranno mai "Lezioni di vita" che arrivano da chi una propria vita non ce l'ha. Loro le basi per costruirne una vera già le hanno e dei vostri consigli non sanno cosa farsene. Le belle persone restano belle anche di fronte ai giudizi e alle finte storie costruite su di loro da parte di chi è sempre rimasto un "Passo indietro" al loro.

  • 15 marzo 2017 alle ore 18:11

    Spesso la vita ci impone di correre e il tempo passa così velocemente da non permetterci di capire quanto poco spazio diamo alle cose più belle e semplici. Poi un giorno tutto si "Sofferma" e tu cominci a pensare... E questa volta non pensi a ciò che vorresti fare, rincorrere o raggiungere, ma stranamente pensi a ciò che hai trascurato e lasciato dietro. A tutti quei momenti importanti ed intensi, ma vissuti troppo in fretta. A quei rapporti spesso trascurati per le frenesie quotidiane. Agli abbracci non dati perché la rabbia li ha schiacciati. Alle parole non dette perché l'orgoglio le ha soffocate. A volte dovremmo fermarci un attimo per dire: "Cara Vita, ho aspettato tante volte che tu mi concedessi alcune cose, adesso aspettami tu... Perché voglio godermi ciò che la tua frenesia spesso mi impedisce anche di vedere"!

  • 13 marzo 2017 alle ore 19:18

    Mentire è arte... Ma credetemi "Mentirsi" è classe.
    Chi mente a se stesso perché incapace di ammettere limiti, errori ed una forte mancanza di personalità va molto oltre l'essere bugiardo. Scegliere la via più comoda è scegliere di annegare nel mare della "Codardia"... Un mare dove l'onda di coloro che hanno imparato a tenere il passo prima o dopo vi travolgerà.

  • 12 marzo 2017 alle ore 19:58

    Ogni storia ha il suo perché, il suo lato positivo, le sue gioie e i suoi dolori. Però, la nostra ha una marcia in più. Quello che lega "Me & Te" va oltre le aspettative. Trovare qualcuno che non si arrende alle difficoltà, che non si siede ad aspettare e a guardare il tempo passare, ma si alza e con decisione viene a prendersi ciò che vuole, che ama e desidera. Noi siamo quella forma di "Rispetto e Comprensione" che pochi conoscono, perché non conta il "Contorno"... Contiamo noi. Ti prendi cura di me, come nessuno ha mai fatto. Lo fai per scelta e sento che sono la tua priorità. Non è facile starmi vicino, ma tu sai farlo in modo unico. L'amore che hai dentro è qualcosa di immenso. Persone che sanno amare come te senza paura e senza riserve sono rare. Io posso solo dire che dopo mio figlio, tu sei la mia più grande vittoria. Una di quelle vittorie che non si ripongono in un cassetto oppure su uno scaffale aspettando che il tempo la ricopra di polvere. Tu sei una di quelle vittorie che si portano dentro e a fianco per il resto della vita.

  • 12 marzo 2017 alle ore 19:08

    I veri amici si tengono la mano nel bene e nel male. Loro non si fanno la "Buona faccia" davanti per poi ferirsi alle spalle. Per essere un vero amico devi saper gridare in faccia all'altro anche le più crude verità. Metterlo di fronte ai suoi limiti, difetti ed errori. Un vero amico non può pretendere di essere trattato da tale se non fa fede a questi doveri e laddove non lo fa non può pretendere di arrabbiarsi nel momento in cui non li riceve. Una vera amicizia ti difende di fronte al mondo e dice a te, le più brutte realtà... Dove avviene il contrario non c'è amicizia, ma una insana falsità! Non pretendete rispetto se non lo portate. Sincerità, se non la concedete. Valori e principi, se non ne avete! La vera amicizia va ben oltre il recitare, lei vive di crude e belle verità e non di languide e accondiscendenti conferme.

  • 11 marzo 2017 alle ore 13:02

    Passiamo la vita a rincorrere persone che valgono zero, convinti che sia la cosa "Giusta" perché seguire il cuore è importante e fondamentale. La verità è che il cuore va seguito laddove ci porta in luoghi dove viene arricchito e curato. Quando seguiamo il cuore rincorrendo qualcuno che si nega, che ci toglie, ci ferisce e ci scarica contro i suoi errori e limiti, credetemi... Quello è il caso in cui il cuore va messo a tacere perché è arrivato il momento di seguire la ragione.

  • 09 marzo 2017 alle ore 12:52

    Non illudetevi che "Costruire realtà" sia aver realizzato sogni e obiettivi. Non illudetevi che fingere che tutto vada bene sia il modo migliore perché le cose girino nel verso giusto. Dove "Pochezza" regna... "Pochezza" resterà. Continuate pure ad "Ignorare" ciò che è il vero problema e continuate pure ad accanirvi con gli altri per ciò di cui siete voi gli unici responsabili. Continuate a "Far finta" di niente, tanto prima o poi il "Problema" vi divorerà e dato che avrete allontanato tutti con il vostro "IO" egoista e convinto non ci sarà nessuno a salvarvi.

  • 06 marzo 2017 alle ore 19:57

    Fatemi tutte le morali che volete; non accetto lezioni da chi non vive come predica. Io le "Scelgo" le persone con cui camminare; e lo faccio in base al mio modo di vivere. A loro vado bene... Del vostro pensiero al massimo posso farne un quadretto per arredare quella parte di me che io chiamo: 
    "La Stanza delle cose INUTILI"!

  • 05 marzo 2017 alle ore 20:59

    Ne ho viste di storie. Le ho viste nascere e spegnersi. Le ho viste consumarsi nella monotonia e anche distruggersi nelle incomprensioni. Ho visto storie costruite sulla menzogna e altre distrutte dalla verità. La "Nostra" non sarà una storia come le "Altre". Sarà una storia fatta di piccolissime cose, di semplici attenzioni, di gesti frivoli ma intensi e pieni di significato. Saremo dialogo e complicità. Quello che saremo noi la maggior parte del mondo lo ha ormai dimenticato... Ma NOI saremo "Quel particolare" che saprà ricordarglielo.

  • 05 marzo 2017 alle ore 19:45

    E' troppo facile sai?! Troppo facile incontrare una persona "Speciale" e trattarla come non merita. E' troppo facile sottovalutare i "Regali" che la vita poche volte ci concede. Se incontri qualcuno di speciale prenditi cura di lui, niente rimane dove muore poco a poco. Ad un certo punto l'istinto di sopravvivenza prevale e la solitudine, seppur difficile, appare come l'unica via di salvezza. E' troppo facile dopo inveirli contro... Un giorno quando vedrai quella persona stringere la mano di qualcun altro con gli occhi pieni di fierezza ricorda che bastava smettere di pensare a te stesso/a e cominciare a pensare di far in modo che avesse voglia di restare invece che far crescere in essa la voglia di andarsene.

  • 05 marzo 2017 alle ore 19:42

    Sai, sono Donna.
    Non cado nella trappola di sterili provocazioni. Nelle subdole trame dettate dall'invidia frustrante di chi non ha raggiunto i suoi scopi. Sai?! Sono Donna e le donne non si confondono con chi rende il suo mondo una "Squallida" piazza dove dare sfogo alle sue "Scenate". Sai... Da DONNA io ti concedo al massimo il posto che ti spetta... Ossia, nessuno!

  • 05 marzo 2017 alle ore 11:07

    Quello che lega un Uomo ad una Donna va oltre le "Pretese" e il comandare. L'amore non pretende. Donna non è chi rende un uomo "Zerbino" e uomo non è chi rende la donna qualcosa di "Scontato". Amarsi è rispettarsi, comprendersi, completarsi e aiutarsi reciprocamente nei limiti, nelle difficoltà e nel quotidiano. Amarsi veramente è comprendere i momenti, donarsi spontaneamente senza farlo mai pesare. Amare qualcuno è guardare il lato più fragile dell'altro e prendersene cura a tal punto da renderlo più forte e non usarlo per ferire. Amare davvero qualcuno, legarsi a qualcuno va oltre le parole di circostanza. Per farlo devi avere grandi valori e sentimenti, altrimenti sarai solo un surrogato di te stesso che sfogherà il suo "Ego" sull'altro... Calpestandone la parte migliore. Amare è guardare anche le necessità dell'altro e non solo le proprie.

  • 04 marzo 2017 alle ore 3:10

    Ho sempre affrontato la vita in modo diretto. Non mi sono mai permessa di sputare su qualcuno se non avevo le basi per farlo e soprattutto non ho mai scaricato i miei problemi e le mie frustrazioni sugli altri. I miei errori erano i miei errori. I miei limiti erano i miei limiti. Le mie problematiche erano le mie problematiche. Io non ho mai fatto finta di non vederle per non affrontarle, ma le ho guardate dritte in faccia in modo molto più duro di quanto loro si fossero presentate di fronte a me! Le ho affrontate, combattute e superate. Facile?! Non c'è nulla di facile nella vita cazzo!? E' tutta una battaglia, dove devi restare in piedi per forza se non vuoi morire e io di morire non ne ho mai avuto la voglia. Non mi sono mai permessa di sputare cattiveria, veleno, frasi di merda verso altre persone solo perchè non volevo ammettere i miei errori, perchè non volevo riconoscere i miei problemi! Questo è il modo più stupido e banale di far finta di non vedere. Questo è il modo più infantile di negare a se stessi il problema e ne attribuiamo la colpa agli altri. Ma agli altri chi?! Credete che chi ha affrontato e superato non abbia avuto una vita difficile? Che tutto gli sia stato regalato?! I problemi non li avete avuti solo voi?! "Una vita di merda" è spesso qualcosa che rispecchia tutti, me per prima... Ne ho fatte di scalate cazzo! Ne ho buttate giù di barriere per fare le guerre più importanti, quelle con me stessa! Io mi sono distrutta per ricostruirmi migliore e l'ho fatto con le mie forze, con le mie capacità senza piangermi addosso, senza dare agli altri le colpe dei miei fallimenti!!! Perchè se siamo falliti nella vita è perchè abbiamo usato troppo la lingua e poco il cervello! Pensateci prima di sparare a zero su qualcuno che nemmeno conoscete... Pensateci. Perché mentre voi sparate a raffica credendo di colpire, quelle come me sparano una sola volta e credetemi... NON VI RIALZERESTE PIU'!!! Non provocate mai persone che non conoscete, occhio... Potreste imbattervi in una verità scomoda... Come il capire che c'è chi nella vita ha affrontato cose peggiori delle vostre e le ha sapute superare alla grande! Stateci lontani da quelle come me, perchè vi faranno sentire ancora più !Piccoli".

  • 03 marzo 2017 alle ore 19:08

    La serenità dell'anima non è reale se viene tradita da mosse e parole dettate da rabbia e invidia. La vera serenità sorride e guarda oltre, soprattutto quando è consapevole di essere lei la musa ispiratrice della rabbia e dell'invidia altrui.

  • 01 marzo 2017 alle ore 19:57

    Ti ho visto andartene poco a poco. In modo leggero e lento, ma uniforme ti sei spento sul mio volto. Non mi sono nemmeno resa conto di ciò che stava accadendo. Non ricordo l'esatto momento in cui hai iniziato a morire, ma mi sono accorta della tua assenza. Era buia la mia strada, senza luce il mio volto e poche le capacità di reagire. Poi un giorno mi sono domandata "Perché"!? Ho trovato milioni di risposte, ma nessuna di esse ne valeva la pena, nessuna di loro poteva valere "Perderti"! E' in quel preciso istante, proprio sentendomi "Stupida" che sei affiorato di nuovo sul mio volto. Con ironia e tra le lacrime, quello è stato l'esatto momento in cui ho cominciato a riappropriarmi di te. Ben tornato a casa SORRISO.

  • 01 marzo 2017 alle ore 14:33

    Mi fate un pò pena. Quante storie inventate solo perché non avete le palle e il coraggio di chiedere le cose ai diretti interessati. Perché siete codardi nell'ammettere le vostre "Seghe mentali" e i "Maniacali film" che vi create. Siete marci dentro a tal punto da leccarvi il culo davanti e infamarvi dietro. Ma non vi fate mai un pò pena?! A me ne fate tanta... Soprattutto quando vi vedo così "Piccoli" cercar di screditare e distruggere i "Grandi"! Guardatevi per voi e smettetela di criticare chi anche sbagliando rimane pulito a differenza di voi che sbagliate volutamente e poi pretendete di sporcare gli altri con i vostri errori! 

  • 28 febbraio 2017 alle ore 19:53

    La vita ti ha trascinato via come un fiume in piena e ti ha fatto sbattere contro rive e sponde che non avevi mai né visto né conosciuto. Le hai esplorate comunque e malgrado le difficoltà hai saputo adattarti ad esse, trovando il modo di sopravviverci. Pur sapendo che non era la meta definitiva, ci hai vissuto così a lungo da arrivare quasi a sentirle tue. Ora, in alcuni tuoi lati non sai riconoscerti, ti cerchi, ma non trovi più quelle porte che un tempo bastava riaprire, varcare e rispolverarne il contenuto. Quelle porte sembrano sparite e tu devi fare i conti con ciò che al loro posto hai plasmato, lasciato crescere e diventare parte di te.