username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Poesie di Silvia Nelli

Visita la scheda completa e tutti gli altri testi di Silvia Nelli

  • 13 settembre alle ore 21:46

    - LA VITA INSEGNA - La vita insegna sempre. Anche nel silenzio. Quando non ti mostra strade nuove, vie di uscita o possibilità, lei ti sta insegnando qualcosa. Nel buio si può imparare a camminare e a ritrovare la luce. Nel silenzio si impara ad ascoltare. Il silenzio fa paura a volte, tanta, ma la paura va provata per poterla affrontare e superare. Le vie di uscita vanno cercate, anche a piccoli passi, perché solo quelle conducono a nuove strade. La vita insegna sempre. Insegna con un abbraccio, perché abbracciare è imparare a lasciarsi andare con fiducia nelle braccia di qualcuno. Insegna con un sentimento, perché i sentimenti rendono migliori e più ricchi dentro. Insegna con le lacrime, perché piangere molto spesso è un punto di partenza. La vita insegna qualcosa ad ogni passo che fai. Insegna dietro a tutti quei "Perché"!? Che ogni giorno pronunci. La maggioranza di quei perché non hanno risposte, la vita non le da, non le mostra, ma un giorno potrai capirne il senso. La vita insegna quando fa in modo che le cose si evolvano come speri, ma insegna soprattutto quando senza pietà ti spezza le gambe, ti toglie forza e ti lascia a terra. Rialzarsi! Proseguire! Lottare! Per imparare tutto questo devi vivere ... Perché la vita insegna! Non lamentarti troppo, non rinunciare, non arrenderti... E' solo tempo perso. Rallenta, riposa, rifletti, ma prosegui... Sempre! 

  • 06 settembre alle ore 22:12

    Non sono la persona giusta per dare consigli sull'amore, credetemi, non ne ho indovinata mezza sull'argomento :D Le uniche cose che posso dirvi, in base alla mia esperienza, sono:
    1. Imparate a stare soli. A stare bene da soli. Stare bene con se stessi, vi permette di non affezionarvi a chiunque.
    2. Non accontentatevi mai. Quando sapete ciò che volete, non vi dovete accontentare mai.
    3. Non credete alle belle parole, quelle volano sovrane ormai sulla bocca di molti, ma fidatevi solo di chi ha il coraggio di non parlare troppo, ma fare qualcosa per dimostrare ciò che dice.
    4. Non abbiate paura di lasciare andare persone che vi rendono infelici, che vi trascurano o che ci sono solo a momenti. Amare, non significa soffrire, soccombere o accontentare e tacere. L'amore deve fare stare bene, non male. Litigare va bene, ma i momenti belli devono essere in maggioranza. Se non è così, prima vi volterete per andarvene e prima riprenderete in mano la vostra vita.
    5. (La più importante) AMATEVI CAZZO! Perché amare non è perdere se stessi, dimenticarsi di se stessi. Non è rinunciare alle proprie necessità, ai propri spazi e a se stessi! Vogliatevi bene!

  • 06 settembre alle ore 21:40

    Molto spesso le persone molto dure all'apparenza hanno un cuore più grande di altre. Hanno imparato a proteggerlo e a tenerlo ben nascosto dietro le corazze. Il mio è un cuore buono, ha un suo mondo dentro e un suo modo speciale di donarsi. Forse non si dona subito, ma il fatto che si protegga dietro le corazze che la vita gli ha regalato non significa che non sia capace di battere. E' stato un cuore spesso sciocco. Uno di quei cuori che ci crede fino in fondo. Lui non si è risparmiato mai e spesso l'unica cosa che ha guadagnato è stato rimetterci. Ancora oggi, malgrado l'esperienza, tuttavia sbaglia. Sbaglia a valutare, si lega a persone sbagliate. Purtroppo, essendo uno di quei cuori che pronuncia solo "Ti voglio bene" sinceri, fa di lui un cuore destinato a soffrire ancora. Penso che dietro la mia durezza, tra le paure, le lacrime e le ferite io del mio cuore ne vado fiera. Non conta cosa il mondo crede ci sia in lui, conta ciò lui prova veramente... Quella è la mia certezza.

  • 04 settembre alle ore 21:53

    Un cavallo selvaggio non puoi domarlo. Puoi amarlo e se lo ami veramente, ami anche al sua libertà. Non puoi chiedergliela, non puoi imporgli di rinunciaci perché il suo istinto lo porterà a rinunciare a te. Ci sono anime meravigliose che restano tali solo da "Spirito libero". Queste anime hanno la capacità di farsi amare in modo smisurato, ma non si concedono mai completamente. E' decisamente raro che esse possano amare in modo totale e anche quando succede, porteranno quel sentimento nel cuore, ma non si fermeranno comunque. Non metteranno mai niente prima di se stessi; perché la loro "Essenza" si chiama "Libertà" e non "Sentimento". Non necessitano di un "Posto fisso" nella vita di qualcuno e pochissimi ne hanno uno certo nella loro. Sono "Solitari"... Sono i protagonisti di un viaggio senza fine e senza meta... La tua presenza non potrà che essere solo un "Momento" di passaggio nella loro folle corsa. 

  • 04 settembre alle ore 21:29

    Sarà un giorno qualunque, un giorno come molti altri quello in cui fermo e immobile, chiuso in te stesso, ti guarderai dietro e ricorderai...
    Ecco un bambino. Un bambino che corre in un parco tirando calci ad un pallone e l'unico pensiero che invade la sua mente, è imparare bene, perché solo così un giorno potrà correre in uno di quei grandi campi da calcio dove i suoi idoli diventano veri e propri eroi. Poi, la mente sorriderà nel rivederlo a terrà, piangere stringendo tra le mani il suo ginocchio sanguinante. Un pianto che sembra quasi annunciare la fine del mondo per un dolore mai provato prima e sorridi... Perché sai che in seguito ne affronterà di più grandi. Lo rivedrai adolescente, non più preso a correre dietro ad un pallone, ma dietro all'amore. In preda alle sue prime emozioni, i primi amori e confondersi le idee come non mai. Lo riaccompagnerai attraverso i ricordi, nella sua crescita, assaporando ancora quel suo diventare uomo e cominciare ad assumersi tutte le responsabilità che ne derivano. Il tuo cuore diventerà cupo per qualche attimo, nel vederlo a volte piegato sotto il peso delle prove della vita. Bloccato in quell'angolo che gli va stretto, dove il destino sembra averlo schiacciato senza lasciargli via di scampo. Lo vedrai inaridirsi un pò, chiudersi, ma rialzarsi e lottare! Perché niente ha mai fermato quell'uomo. Quell'uomo non perfetto, non immune dagli errori di qualsiasi altro essere umano, ma onesto e fiero dei suoi valori e della sua dignità. Aprirai ancora un poco il cuore per lasciare spazio ad un sospiro che arriva nel rivederlo vincere le sue battaglie, rialzarsi ancora più forte e tornare in "Partita"! E' esattamente quello il momento in cui una lacrima ti riempirà gli occhi e sfiorandoti il viso ti farà dire: "Ecco! E' qui... Proprio qui che avrei voluto fermare il tempo allora ed è sempre qui che vorrei fermarlo anche adesso"! Però, il tempo non si dimentica mai di passare e non perdona nessuno. Lui comincia la sua corsa e la porta fino all'ultima alba per spegnersi definitivamente nel suo ultimo tramonto. Ed è quando quel tramonto sta per terminare, proprio quando farai tutto questo percorso a ritroso su te stesso che ti verranno in mente tante cose. Ecco che quell'uomo... Cioè TU oggi... Penserà a tutto ciò che avrebbe voluto non fare e a quello che invece non ha mai trovato il coraggio di fare. Penserà a tutte le parole non dette e ad altre che invece, avrebbe dovuto tacere. Penserà al tempo sprecato, a quello che invece vorrebbe rivivere all'infinito e a quello che ormai non ha più per tutte quelle cose, per cui invece avrebbe dovuto trovarlo. La vita è una strada che finisce per tutti prima o poi. Ogni tanto, fermati, sdraiati e chiudendo gli occhi prova a guardare a ritroso la tua vita, prova a vivere come se avessi su di te quel rossore che emana l'ultimo tramonto della vita e poi rialzati e vivi! Trovale quelle parole che non hai mai detto, rimedia se puoi qualche errore e fai in modo che quando quell'ultimo tramonto davvero giunge a te... Tu possa sentire solo la sensazione di aver vissuto a pieno il tuo cammino. 

  • 04 settembre alle ore 21:26

    Dimenticare tratti di vita ci è impossibile. Malgrado, in alcuni casi la nostra mente ci provi, le è impossibile. Abbiamo la capacità di assimilare attimi, sensazioni, emozioni, suoni, odori ... E di tutto questo, ciò che è stato importante ed ha veramente contato resta nell'anima plasmandola. Siamo incapaci di rendercene conto al momento, ma un giorno ci scopriremo un po diversi, sorpresi a fare gesti non "nostri" o a reagire in modi differenti da quelli a cui eravamo abituati. Questo significa che ciò che abbiamo assimilato ha formato parte della personalità. Questo è ciò che l'esperienza insegna. E' un processo lungo e doloroso, spesso difficile... A tratti appare quasi insopportabile.

  • 04 settembre alle ore 21:24

    Mi prendo le responsabilità di quello che sono, di quello che faccio e di quello che dico. Non mi tiro mai indietro di fronte alle mie responsabilità o ad eventuali colpe. Quello che mi fa tremendamente arrabbiare è quando mi vengono assegnate colpe che non ho! Spingendomi verso quel peggio che è in me, fino a sentirmi costretta, per difendermi, a tirarlo fuori come risposta. E credetemi, una persona che vive nel suo spazio e non ha come abitudine quella di pestare i piedi o calpestare le vite altrui, quando s'incattivisce diventa più pericolosa di altre.

  • 01 settembre alle ore 15:30

    Improvvisamente tutto scivola via. Lo senti proprio scivolarti addosso sulla pelle perché il tuo animo non ha più voglia di farsi carico di problemi altrui, di opinioni altrui, di ciò che le persone pensano o credono. Ad un certo punto, diventi liscia e quasi impermeabile e nascosta dietro questa nuova corazza non senti più il bisogno di spiegare chi sei, le tue scelte o di giustificare i comportamenti altrui. Hai raggiunto alcune soglie nella vita che ti hanno donato una completezza non indifferente e non senti più la necessità di essere accettata sempre e ovunque. Hai i tuoi punti fermi, le tue colonne portanti e te le tieni strette. Questo ti ha condotta a scegliere persone e percorsi, a fare selezione, a non trattenere più nessuno... Perché l'esperienza ti ha insegnato che non serve. Del resto chi con amore e certezza ancora ti è vicino ha conosciuto il tuo meglio e il tuo peggio ed è rimasto comunque. Proprio loro ti hanno insegnato che è il bene che si prova a fare la differenza.

  • 31 agosto alle ore 20:22

    Sono diretta e spesso quasi "Cruda" nel raccontare ed esprimere il mio pensiero. In alcuni casi mi hanno dato della pessimista, ma io mi ritengo una persona estremamente realista! Non espongo con dolcezza qualcosa che mi fa rabbia. Non mi esprimo per mezzi termini... Io non li conosco, mi dispiace. Sono quella che sono: semplice, imperfetta, ma con una personalità molto forte. Non significa che non conosco o non pratico la dolcezza, ma la riservo a pochissimi, soprattutto la esterno e la mostro dove so che viene apprezzata. Non è facile varcare i miei muri, Non è semplice capirmi e starmi dietro. Poco probabile che tu riesca a condurmi verso i tuoi scopi, le tue idee e i tuoi passi, ma probabile che scelga io di seguirti se mi dimostri che hai saputo vedere oltre. Non fate mai l'errore di credere che tutto ciò che esprimo sia un "Mezzo" ... Perché quella sono proprio IO! 

  • 31 agosto alle ore 20:15

    Sono diretta e spesso quasi "Cruda" nel raccontare ed esprimere il mio pensiero. In alcuni casi mi hanno dato della pessimista, ma io mi ritengo una persona estremamente realista! Non espongo con dolcezza qualcosa che mi fa rabbia. Non mi esprimo per mezzi termini... Io non li conosco, mi dispiace. Sono quella che sono: semplice, imperfetta, ma con una personalità molto forte. Non significa che non conosco o non pratico la dolcezza, ma la riservo a pochissimi, soprattutto la esterno e la mostro dove so che viene apprezzata. Non è facile varcare i miei muri, Non è semplice capirmi e starmi dietro. Poco probabile che tu riesca a condurmi verso i tuoi scopi, le tue idee e i tuoi passi, ma probabile che scelga io di seguirti se mi dimostri che hai saputo vedere oltre. Non fate mai l'errore di credere che tutto ciò che esprimo sia un "Mezzo" ... Perché quella sono proprio IO! 

  • 30 agosto alle ore 14:53

    Si, sono una persona gelosa! Una di quelle persone che vanta una sana gelosia verso chi ama! Non appartengo alla categoria dei possessivi, sono semplicemente una di quelle persone che quando qualcuno si avvicina in modo poco consono a chi amo ne rimane infastidita! Sono una di quelle persone che se ho un reale interesse per qualcuno, osservo, vedo e non mi scivola tutto addosso. Sono una persona che pensa che la sana gelosia sia cosa "Normale" e naturale in un rapporto perché il non averla è mancanza di interesse. La sana gelosia, non è privare l'altro delle proprie amicizie, dei propri spazi e delle proprie passioni... La sana gelosia è uno stato d'animo che scatta nello stomaco quando qualcuno prova a portarti via chi ami. Perché quando ami non puoi non sentire la paura di perdere quella persona! Sono anche certa che chi vuol farsi portare via lo fa comunque, ma sono anche certa che far finta di nulla, non provare una sana gelosia, farsi scivolare tutto addosso sia spesso la reazione di chi non ha un reale interesse.. La fiducia va bene, ma stare insieme non è soltanto essersi fedeli! Stare insieme comporta anche sentimenti, reazioni e stati d'animo che se ami non puoi non provare!

  • 30 agosto alle ore 14:40

    Alcuni vedono in me una "Narcisista"... E' una questione di punti di vista. Altri pensano che io pecchi di "Pregiudizio" ... Faccio in modo che dicendolo si tolgano lo sfizio. Qualcuno dice che mi sento "Superiore"... Proprio per questo dietro a voi non sprecherò le mie ore. In pochi sanno davvero chi sono ... Sono quei pochi che considero un "DONO". 

  • 29 agosto alle ore 13:23

    Ho sentito persone dire che la mia schiettezza, il mio essere diretta, vera e senza peli sulla lingua era il motivo per cui li avevo colpiti. Li ho ascoltati dire che sono da ammirare perché sono una persona senza peli sulla lingua e che ha il coraggio di dire sempre ciò che pensa. Li ho ascoltati dire che è bello avere di fronte qualcuno che non ti dirà mai una cosa per un'altra, vantandosi di essere dotati dello stesso pregio. Strano poi notare che quando il mio essere schietta, diretta e sincera è rivolto a loro, divento la "Cattiva" della situazione. Accusandoti di avere modi e toni sbagliati. Perdonatemi se non amo rispondervi per ciò che mi conviene, con ciò che vi aspettate o sperate. Scusate se risposte di comodo non fanno al caso mio! Io chiedo venia se non riesco a far uscire dalla mia bocca ciò che mi conviene, ma solo ciò che penso veramente. Il mio concetto è un po diverso dal vostro: a mio avviso preferisco ferire con una verità che farvi contenti con una bugia. Io ritengo giusto che chi ho di fronte conosca il mio vero pensiero... Perché l'alternativa a casa mia sia chiama: Prendere per il culo!  

  • 27 agosto alle ore 15:53

    Non ho spazio per altre ferite, ormai sono piena di cicatrici. Nel poco spazio rimasto riesco ancora a sentire il suono della serenità che ha saputo suonare in me "Il ritrovarmi". E' troppo chiedermi di metterla nuovamente a rischio, troppo presto credere che ancora possa concedere "Il meglio" che ho dentro. Mi sento come se non avessi più niente da dare agli altri, ma quel poco che mi resta me lo tengo stretto al cuore. Amando ci ho perso le cose più belle che una persona possiede: la capacità di sognare, di credere e di sperare. Ho perso un lato di me infinitamente romantico, la voglia di guardare un orizzonte lontano con gli occhi di qualcun altro. Ho perso la dolcezza di un gesto, le parole rassicuranti e la calma di chi pazienta. Amando me stessa e ritrovandomi, ho guadagnato la mia stima, il sapermi difendere e non dimenticare chi ero! Ed è proprio perché so chi ero, per tornare ad esserlo devo avere di fronte a me qualcuno di decisamente straordinario e meritevole di ciò che gli viene concesso e mostrato. Sono tornata alla luce per me stessa e non perché qualcuno possa trascinarmi ancora nell'oscurità.

  • 25 agosto alle ore 4:26

    Te lo dirò domani se eri importante oppure no. Te lo dirò domani, quando al mio risveglio, anche la rabbia e la forza che ho indossato oggi mi avrà lasciata sola. Te lo dirò domani se percorrerei strade sconosciute per venirti a cercare e a riprendere. Te lo dirò domani se la tua assenza potrà portarmi alla pazzia. Tu intanto dimmi: Cosa ero per te?! Un momento diverso? Un attimo di pace nella tua tempesta interiore? Oppure un punto interrogativo a cui non hai più voluto rispondere. Magari, me lo dirai domani, ma io domani non ci sarò... Io te lo dirò domani il peso che il nostro distaccarci ha procurato... Domani... Si! Domani avrò nuovi occhi, forse bagnati di lacrime. Avrò un sorriso in meno, ma non sarò priva di coraggio... Domani, domani è un nuovo giorno... Il primo senza te.

  • 20 agosto alle ore 2:17

    Comincio a guardare molte cose in modo diverso: Cose, situazioni, atteggiamenti e persone. Comincio a non cadere più molto in basso nemmeno quando ci tengo veramente perché se chi ho di fronte ci tiene a me non mi permetterebbe mai di scendere sotto a quel limite consentito alla mia dignità. Ho cominciato a non perdermi dietro corse impossibili. Ho imparato a non spiegare troppe volte qualcosa che qualcuno aveva deciso fin dall'inizio di non capire. Ho scelto di lasciare ad ognuno le sue conclusioni, perché chi ci tiene e ha capito qualcosa di te a quelle conclusioni non arriva mai da solo. Comincio a vedere finalmente più spazio attorno a me, a respirare aria più pulita e mi sento soffocare meno da presenze negative che rabbuiavano la mia giornata. Sensazioni e stati d'animo che a lungo andare incupivano la mia vita. Ho cominciato a non voltarmi più indietro. Indietro ci sono pezzi di me lasciati appesi a cuori superficiali e menti ottuse. Dietro di me ci sono strade sbagliate e persone indifferenti. Ho imparato ad avere solo una direzione e quella direzione si chiama "Avanti". Non seguo più, tanto meno inseguo ... Nessuna pretesa di essere seguito o inseguito, ma chi mi ama solo non mi lascia, chi cambia direzione con futili motivi non mi ha mai amato. Ho conosciuto il male e l'ho stretto tra i denti per anni... Ho conosciuto la cattiveria e me la sono sentita come un abito per molto tempo, ma non ho mai scelto di indossarla. Poi... Ho conosciuto il bene ed ho imparato ad apprezzarlo. Mi ha insegnato cosa significasse amarsi e scegliersi ogni giorno per poter essere sereni e in pace con se stessi ed ho imparato a non farne più a meno. Ecco perché nessuno mai mi toccherà nel dirmi "Chi sono e come sono" perché solo io so chi sono e come sono veramente. Chi "Crede di sapere" sarà sempre solo una presenza di passaggio nella mia vita. La mia vita non sarà mai più fatta di chi crede di sapere chi sono, ma di chi sa chi sono perché ha voluto conoscermi veramente.

  • 10 agosto alle ore 1:46

    Ricordatemi quanto bello sia sorridere. Anche poco, anche con difficoltà, ma il prezzo di un sorriso non è ancora stato stabilito e questo perché probabilmente un prezzo non lo ha. Ricordatemi quante volte la vita mi abbia messo in ginocchio e quante volte io abbia trovato modo, tempo e forza per rialzarmi. Ricordatemi che il sole è qualcosa che sorge sempre e solo dopo la notte, quindi per ogni momento buio saprò farne sorgere uno pieno di luce. Ricordatemi che il tempo non mi viene restituito, così laddove mi rendo conto che lo sto "Perdendo" saprò riprendermelo e dedicarmelo. Ricordatemi che la vita è amarsi e solo dopo trovare qualcuno da amare e che ci ami.

  • 08 agosto alle ore 12:04

    Il percorso che facciamo, la vita, le esperienze ed ogni cosa che viviamo ci porta a nascondere molte cose di noi. Ci porta a sotterrare quei lati con cui troppo spesso le persone hanno giocato. Sotterriamo nel posto più nascosto di noi tutto ciò che potrebbe diventare gioco e arma nelle mani di chi abbiamo di fronte. Malgrado quella parte di te ti manca e ti manca in modo pesante, la lasci là... In quell'angolo perché adesso per te "Proteggerti" sentirti al sicuro è più importante. Poi... Un giorno qualcuno ti guarda in un modo un po diverso, sorride in un modo unico e quel qualcosa comincia a ballarti di nuovo dentro, ma tendi a non ascoltarlo. La verità è che solo chi davvero sa guadagnarsi ciò "Che eri" potrà goderne, facendo in modo che "Ciò che eri" possa tornare ad essere "Ciò che sei"!

  • 03 agosto alle ore 22:49

    SI! Io sono una di quelle persone che si arrabbia. Non posso farci nulla. Quando qualcosa mi tocca dentro e mi ferisce io lo dico. Non penso ai modi e ai toni.. Semplicemente esce! La vera natura di una persona, nel bene e nel male è bene vederla subito. Io amo sapere con chi ho a che fare... Per questo cerco la stessa cosa in chi ho di fronte.! 

  • 03 agosto alle ore 22:38

    Sono la prima a piangere per una cazzata, ad isolarmi se non capita o ad arrabbiarmi per una sciocchezza. Sono la prima a sentire rabbia per un gesto mancato, per una parola di troppo e sono sempre pronta ad alzare muri e stati d'animo difensivi. Sono la prima ad avere un carattere difficile e spesso incomprensibile. Ma c'è una cosa di me che non cambierei mai... Ed è quella mia capacità di capire i modi "Sbagliati" di altri. A cercare di capire da dove nascono e ad andare loro incontro. Fino a quando il mio "Comprendere" loro non diventa un "Dimenticarmi" di me.

  • 02 agosto alle ore 15:08

    - INVECE DI "PREGARE" INIZIA A "PRATICARE" -

    Non serve lamentarsi delle cattiverie che ci vengano fatte se poi siamo i primi a vivere regalando cattiveria. A niente serve accusare li altri delle proprie lacrime se poi siamo responsabili di quelle altrui. Non serve pretendere una lealtà che mai abbiamo messo in pratica. Non ci rende migliori puntare il dito su qualcosa che abbiamo messo in pratica per primi. Non ci aiuta a crescere rendere il resto del mondo responsabile dei nostri fallimenti. Non si diventa grandi con gli insulti, ma con l'umiltà. Non resto più a guardare determinati atteggiamenti, non mi fermo più di fronte a parole di troppo di chi è "poco". Non interrompo il mio cammino per chi non ha avuto la forza di intraprendere a pieno il suo! Io non prego.... Pratico! E se prego non ho bisogno di dirlo, la preghiera è qualcosa che appartiene all'anima, all'intimo... Essa è sostanza e mai apparenza. Io vivo serena e lo faccio nella piena consapevolezza che prima o poi "Ciò che si semina si raccoglie" sempre! Il tempo passa, ma certe cose non le cancella e quando è il momento le restituisce, nel BENE o nel MALE... E questo dipende solo da TE.

  • 30 luglio alle ore 1:46

    Probabilmente non sono nessuno. Probabilmente sono ben poca cosa, ma lasciatemi dire che della mia "Pochezza" ne vado fiera; perché io quel poco ce l'ho con certezza... A differenza di molte "Grandezze" inesistenti sbandierate da altri. 

  • 23 luglio alle ore 17:14

    Non guardarmi in quel modo, non sono un essere stupido... Sono dotato di una notevole intelligenza. Una di quelle intelligenze che non sentono il bisogno di essere dimostrate in ogni modo... Sanno di esserci e gli è sufficiente! Non viaggio con la testa... E' la testa a viaggiare con me. Sono una creativa, ma estremamente realista! Non mi si può comprare e nemmeno azzittire. Una persona che cammina da sola perché consapevole che la sua presenza e la sua compagnia te la devi meritare. Stronza, indurita dalla vita, dotata di altissimi muri. Non mi racconto lascio fare al fato... Chi è dotato della mia stessa intelligenza coglierà l'essenza che c'è oltre la corazza... Chi non sa farlo è bene che resti nella sua superficialità ovattata di cazzate!

  • 22 luglio alle ore 13:25

    Capiamoci bene:
    Io un'anima ce l'ho e sono disposta a giocarmela per chi vale e merita. Sono una buona, una persona tranquilla e socievole... Però ho anch'io un lato "Non buono". Quel lato così comunemente chiamato: "Di merda"! Non scatenarlo e non provocarlo oltre, perché ciò che fai tu so farlo pure io e anche meglio. Io non mi limito a parlar male alle spalle... A me hanno fatto un cervello e quel cervello mi dice che le cose dette in faccia e due pedate nel sedere funzionano meglio di tanti chiacchiericci inutili!

  • 22 luglio alle ore 3:00

    Ci sono uomini che l'unica cosa che hanno saputo raggiungere nella vita è una perfetta conoscenza del corpo femminile. Conoscono di esso ogni minimo dettaglio, conoscono di esso gli angoli più nascosti e più piacevoli, le posizioni più audaci e più spinte... Ma vi posso assicurare che è un'esperienza ed una conoscenza di cui non è bene vantarsi molto, considerando che del cuore e dell'anima di una donna non hanno capito niente!