username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Poesie di Viola Corallo

Visita la scheda completa e tutti gli altri testi di Viola Corallo

  • 06 ottobre alle ore 13:25
    Le mie maree

    Mi perdo ogni volta
    che i tuoi occhi 
    scelgono me

    Mi perdo ogni volta 
    che il tuo sorriso
    si fonde con il mio

    Tu sei tutto ciò 
    che mi rende schiava
    Tu sei forza irrefrenabile 
    che mi fa ribellare i sensi.

    tu sei la luna 
    che smuove le mie maree

  • 06 ottobre alle ore 11:43
    Tra i miei pensieri

    A occhi socchiusi sogno
    cercando di ricrearti
    come una scultrice
    dalla freddda roccia
    estrae maemoree forme
    per renderle eterne.

    Io da pensieri ardenti
    estraggo frammenti di te
    che pur celandosi
    tra vaporosi ricordi
    ti stagliano lì come stelle.
    a un passo dal cuore

  • 23 settembre alle ore 6:39
    Emozioni

     Ci sono emozioni scomode,
    emozioni che
    le devi attraversare
    per comprenderle.

    Le devi cercare dentro di te,
    rincorrerle,
    spesso silenziarle,
    perché si muovono dentro
    facendo tanta confusione
    e non riesci a capire
    se si tratta di tristezza
    o di gioia.

    Ci sono emozioni
    che non ti fanno capire più nulla,
    ma forse fanno così tanto chiasso
    perché la tua coscienza
    non le ascolta,
    perché lei ha già capito tutto 

  • 17 settembre alle ore 11:38
    Bolla d'amore

    Camminiamo insieme,
    nelle valli
    e tra i deserti,
    nei cieli
    e sulle scie
    delle stelle.
    È il nostro amore
    che ci sostiene,
    che ci dà vita,
    sono le nostre lacrime
    e i nostri sorrisi
    che si fondono
    e si confondono.
    Siamo noi,
    un'immensa,
    grande,
    infinita
    bolla d'amore.

  • 21 agosto alle ore 11:21
    Tra le ombre della sera

    E l'anima canta..
    quelle note d'amore
    portate dal vento
    ad un cuore lontano.

    Un soffio lieve...come un sospiro
    tra le ombre della sera
    che non danno timore...

    Sale la voce
    granelli di polvere bruciano gli occhi...
    sembrano sogni, che respiri del tempo
    recano indenni, su sentieri del nulla...

    Forse son solo sussurri
    come foglie cadenti
    portati leggeri dal vento
    che nelle notti
    sfiorano i sensi sopiti.

  • 19 agosto alle ore 18:36
    Aurore perdute

    Oscuro abisso,
    Perché non posso berti?
    Inutile quella brocca a campana
    adagiata su un fondale
    incrostato di presente.
    Mille seicento anni di salsedine
    e un sogno intrappolato.
    “La mia bella è il sole,
    l’approdo che spegne l’amaro”.

    Gocce, bolle e spruzzi e bianca spuma.

    Riflessi di infinito
    le nostre anime
    come cristalli.

  • 19 agosto alle ore 16:01
    Come foglie cadenti

    E l'anima canta..
    quelle note d'amore
    portate dal vento
    ad un cuore lontano.

    Un soffio lieve...come un sospiro
    tra le ombre della sera
    che non danno timore...

    Sale la voce
    granelli di polvere bruciano gli occhi...
    sembrano sogni, che respiri del tempo
    recano indenni, su sentieri del nulla...

    Forse son solo sussurri
    come foglie cadenti
    portati leggeri dal vento
    che nelle notti
    sfiorano i sensi sopiti

  • 01 agosto alle ore 15:58
    Inedito spartito.

    Tempestosi effluvi
    di arcaiche acque
    giungono alle
    rive lontane
    di questa mia
    anima
    Perenne ricerca
    di te. Ombre
    generate
    dal sublime sguardo,
    a me
    giungono
    nell'orchestrale
    silenzio
    prepotente adagio
    dalle
    straordinarie note,
    tracciano
    inedito spartito.
    Gocce di mare
    trattenute
    alimentano
    linfa,
    radice.
    E di te,
    rimane
    indefinito contorno,
    confuso
    tra le pieghe
    dell'anima,
    tormentata,
    mescolata
    tra lo zucchero
    di un caffè
    altrimenti
    amaro.

  • 13 luglio alle ore 19:34
    Cercami

    Cercami tra i fiori,
    quelli semplici e profumati.
    Cercami tra le stelle
    quelle luminose e belle.
    Cercami tra le mani,
    carezzevoli e dolci.
    Cercami nel mare,
    in quello placido e spumoso.
    Cercami nel cielo
    in quello limpido e luminoso.
    Cercami, cercami, cercami,
    e se mi trovi
    il tuo cuore portami.
    Conosceremo insieme
    i fiori, il cielo, il mare, le stelle.

  • 03 luglio alle ore 11:04
    Labbra Dolci

    Coprono la pelle,
    di mille carezze dense,
    i tuoi pensieri
    bagnati di desiderio.
    Mi parli con respiri
    privi di confine,
    mentre il corpo
    trasuda lento il piacere.
    Corrono mani
    affamate di carezze
    e labbra dolci,
    dicono inganni di parole
    al tempo che verrà.
    Tutto è raccolto
    da questo corpo muto,
    immobile al tuo fianco.
    Siamo noi, avvolti,
    in una stretta di braccia.
    Potenti e indivisibili.
    Oltre l'orizzonte.

  • 26 giugno alle ore 11:26
    Un Nome

    Parliamo ai tramonti,
    sorridiamo alla Luna,
    ascoltiamo il vento.
    Lasciamo andare lacrime
    nella pioggia.
    Affidiamo un messaggio
    ad una farfalla,
    perché lo porti lontano.
    Siamo così:
    facciamo finta
    di non crederci più,
    mentre seguiamo attente
    una nuvola scomposta,
    sperando dipinga per noi
    ancora un disegno ed un nome.

  • 26 giugno alle ore 11:16
    Per troppo timore

    Non t'ho detto t'amo
    quel dí per troppo timore

    ma forse chissà
    quanto sarebbe durato quell'acerbo amore 

    non t'ho detto t'amo
    quel dí per troppo amore

    così oggi ti cerco
    e ti ritrovo in fondo al cuore

  • 12 giugno alle ore 18:13
    un sogno nella vita

    È inevitabile, ti penso molto. In quel disordine che hai negli occhi, in quel sorriso latente e nei tuoi passi quando vieni da me, siamo imprevedibili, come quella foglia che va in giro trascinata dal vento, siamo come sogni, inaspettati. Non voglio molto da te, fammi solo sentire attraverso le tue mani come si sente un sogno nella vita.È inevitabile, ti penso molto. In quel disordine che hai negli occhi, in quel sorriso latente e nei tuoi passi quando vieni da me, siamo imprevedibili, come quella foglia che va in giro trascinata dal vento, siamo come sogni, inaspettati. Non voglio molto da te, fammi solo sentire attraverso le tue mani come si sente un sogno nella vita.

  • 10 giugno alle ore 18:41
    IL FIUME

    Un fiume è vita,
    mentre lo attraversiamo,
    nuotando lungo il suo alveo.
    A volte seguendo la linea temporale dei fondali,
    dove la luce è scarsa,
    le paure raccolgono,
    i pensieri ti controllano,
    la negatività ti affoga.
    E a volte seguendo la linea temporale della superficie,
    dove la luce ti inonda,
    la speranza c'è,
    la gioia si annida nel tuo cuore,
    l'amore domina...
    Per quanto difficile possa sembrare,
    possiamo seguire solo una linea temporale.
    Quello della superficie.
    Semplicemente facendo la scelta.
    La scelta consapevole

  • 09 giugno alle ore 18:49
    Un Fiore

    Starò con te,
    perché altrove non potrei stare,
    perché sei come l'aria,
    l'acqua, la luce,
    perché ogni istante
    al tuo fianco,
    è ammantato di pura magia,
    perché ho bisogno
    del tuo calore,
    del tuo tocco,
    perché solo quando
    mi specchio nelle tue iridi
    sono ciò che sono.
    Un Fiore

  • 06 giugno alle ore 13:04
    Tra i sassi di un torrente

    Mi accartoccio sotto i dardi del cinismo.
    E come foglia morta cado.
    Vi lascio il mio ramo, il vento mi pora altrove.
    Mi spoglia di tutto ma non scuote i miei pensieri.
    E l'anima nel buio fa bussola ad un nuovo volo.

    Non pesa il respiro, poggiato sul vento,
    fiato corto come un trattino tra due parole
    che non stanno più insieme.
    Troverò nuova casa tra i sassi di un torrente
    senza appiglio e senza porto.
    E ritorna un raggio a mostrare un sorriso
    e un sentiero, in un giorno che viene.

  • 22 maggio alle ore 19:02
    O tutto o niente

    Non mi accontento più delle cose a metà,
    o è tutto o è niente.
    Non mi bastano più i mezzi sorrisi,
    i mezzi abbracci, i mezzi amori,
    le mezze persone.
    Non trovo più alcuno stimolo negli accenni,
    nelle briciole, nei giorni di attesa,
    nei “ti richiamo io”, nei “ci sentiamo”
    e nelle ore spese a fantasticare
    su situazioni tanto idilliache
    quanto impossibili.
    Non cerco promesse, non cerco futuri,
    cerco presenti da vivere adesso.

  • 25 aprile alle ore 10:22
    Frammenti di cuore

    Ti aggrappi
    ad uno spicchio di luna
    e ti spingi nel vuoto
    a interrogare la notte.
    Alzi il volume del mare
    per coprire i ricordi
    e rattoppi i pensieri di stelle
    per illuminare un sentiero.
    Ti aggiri in punta di piedi
    tra frammenti di cuore,
    scansandoli,
    per non farti male.
    Son strette ancora le ali,
    ma cammini e vai oltre.
    Perché iniziare a sperare
    è già, un po', come volare

  • 17 aprile alle ore 18:00
    Petali sciolti

    E' forte il desiderio di aggrapparsi alla terra
    tanto quello di spiccare il volo

    fiato corto nella rincorsa appena presa
    e inarrestabile impeto ad afferrar certezze.

    Cade il giorno dentro il silenzio di questa stanza
    tra i versi di un chiedere
    ed un se per sognare

    e fuori ancora vento a portare polline
    a mielare il presente di magnolie in fiore.

    Chissà se anche loro ricamano sogni
    nel breve adagio dal ramo alle zolle erbose.

    Di tramontana si è vestita la sera
    ha portato con se i petali sciolti

  • 17 aprile alle ore 18:00
    Il futuro sognato

    Oh, primavera!
    Ho una poesia in attesa
    Il tuo sorriso.
    Una poesia indecisa
    Tra coraggio e vigliaccheria.
    Una poesia di gioia lirica
    Trattenuta,
    Temendo di essere in ritardo
    Ed essere anticipata.
    Prima sei nata
    Quando ti ho annunciato.
    il passerotto cantava,
    E nel mio angolo è successo
    Come tempo dopo ha confermato.
    Ogni verso é il fiore che hai promesso
    Nel futuro sognato ...
    Ora, la legge è diversa: principi,
    E solo allora canto con sicurezza.

  • 24 marzo alle ore 20:03
    La tua pancia di miele

     Non cerco molle impossibili né desidero passioni violente lasciali dormire nel corso degli anni Sugli scaffali della memoria Solo il vecchio oro del sole della tua memoria, le tue mani su di me disegnare alfabeti di carezze, i giardini lussureggianti della tua pancia di miele e quel caldo abbraccio dove tutte le parole si fondono

  • 23 marzo alle ore 20:41
    Io, te, il mondo

    Come un fiore,
    come un sole,
    come te,
    come l'amore,
    come il vento
    di notte,
    le onde impetuose.
    Vita che ovunque ci collega.
    Io, te, il mondo.
    Una sola creatura

  • 23 marzo alle ore 20:31
    Abbracciami

    Abbracciami.
    Fermiamoci qualche minuto
    e abbracciami.
    Viandanti della vita,
    procediamo verso l'ignoto.
    Ecco il tuo odore,
    e il tuo calore,
    mentre mi stringi a te,
    forte, fortissimo.
    Quanto mi manca la tua aria,
    il tuo disegnare arcobaleni
    nei miei sogni!

  • 23 marzo alle ore 20:22
    Amore

    Nell’angolo morbido
    delle tue spalle
    C’è la cavità dell’amore
    Che mi riempie il viso,
    Un incastro preciso
    E meticoloso
    Tra il sonno e il sogno,
    E l’armonia
    È uno sfoggio di sguardi capiti
    E Nell’avvallamento delle guance
    Il graffio di un morso perdonato,
    Così tu m’insegnasti che ogni arto
    Richiede un amore diverso.

  • 22 marzo alle ore 9:12
    Forse

    Forse se tu fossi qualcuno diverso da te.
    Come polvere argentea, che galleggia nel vento.
    Forse se tu fossi una farfalla nella mia mano
    Almeno un giorno, almeno una notte.

    Forse se tu fossi la parola nella mia bocca
    Una ninna nanna quando vado a letto
    Potresti persino vedere uno qualsiasi dei miei sogni
    Quanto sei importante per me, quindi mi sto addormentando.

    Ma sei freddo come il ghiaccio, indifferente come un masso
    Preferisci essere solo, tutto solo
    Ma sei freddo come il ghiaccio, indifferente come un masso
    Non ti farò desiderare di condividere il mondo con me

    Forse se tu fossi un fuoco in cui brucio
    E lacrime che cadono nelle mie mani
    Forse allora amerei ogni nuovo giorno
    Forse allora avrei dimenticato che era un sogno