username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Poesie di Walter Degrassi

Visita la scheda completa e tutti gli altri testi di Walter Degrassi

  • 06 gennaio alle ore 13:41
    Senza materia

    Se fossimo
    senza materia
    non conterebbero gli occhi
    gli anni.
    Volerei da te
    e ti vedrei
    senza guardarti
    per quello che sei,
    e ti direi
    vieni con me
    senza borsetta
    senza chiavi
    e senza materia.

  • 01 settembre 2019 alle ore 13:09
    Tatuami

    Tatuati sul mio petto
    stammi addosso
    fino a lasciarmi il segno
    tatuami le tue labbra il tuo viso sul cuore
    voglio i tuoi baci
    i tuoi morsi
    non è abbastanza stringersi
    devi tatuarmi di te. 

  • 01 settembre 2019 alle ore 13:01
    Non è niente

    Se non ti prende subito
    se non ti afferra la gola
    il petto
    le viscere
    e non ti prende le pupille all' amo
    non è niente.

    Ci vuole una forza prodigiosa
    per tirarti fuori da te.

    Se non è una calamita
    uno spazio morto
    che lei rende vivo
    una stanza vuota
    che lei rende piena
    allora
    non è
    niente. 

  • 17 novembre 2016 alle ore 19:22
    Senza ali

    Mastico la tua assenza
    Qualcosa di grigio
    La notte nel buio
    Stretto a un cuscino
    Col vento la' fuori
    Potessi volare
    Ho un cuore di piombo
    Senza
    Ali 
     

  • 17 novembre 2016 alle ore 19:20
    Stupido

    Non capisco questo mondo
    che non capisce me.
    Quindi siamo stupidi
    in due.

     

  • 17 novembre 2016 alle ore 19:18
    Storia

    Lasciata
    a stendere
    fra le corde dell'abitudine
    resta infeltrita
    buona per nessuna stagione.
     

  • 22 aprile 2015 alle ore 20:03
    LINEA 6 arrivo previsto in 6 minuti

    Vecchie
    feroci
    che sarebbero brutte
    anche da uomini

    Vecchi
    con l' alcool negli occhi
    e sui berretti unti

    Cani
    più belli dei padroni

    mentre ascolto Morricone
    sabbia e campane
    sognando un caffé.

    Tutti segretamente devastati
    dalle feste dalla vita
    e dall' attesa di un tram.

    L' autobus stamattina
    non è un mezzo di trasporto
    è un atto di coraggio.

     

  • 22 aprile 2015 alle ore 19:56
    Pigro su un molo svogliato

    Il sole
    ti balla addosso
    dai riflessi bagnati
    di piccole onde pigrotte
    troppo svogliate
    per incresparsi di più.

    Sole
    pallido sole
    della mattina dopo,
    beato stupore
    quando neppure il male
    fa poi tanto male
    e il tiepido ti carezza
    quel tanto che serve
    per sentirti vivo
    quel tanto che basta.

    E per una volta non chiedi di più. 
     

  • 22 aprile 2015 alle ore 19:51
    Ultima volta

    Dovremmo averla
    l' ultima volta.
     
    Dovremmo averla
    tutti
    la chance
    l' ultimo giro, amico,
    l' ultima giostra
    l' ultimo sorso insieme,
    il diritto
    di chiamarne un altro
    uno ancora
    per i vecchi tempi
    prima che chiuda bottega.

    Stavolta il conto l' hai pagato tu
    e lasceremo un sorso per te.
     

  • 22 dicembre 2013 alle ore 10:38
    Spettacolo

    Così bella 
    alla luce dello schermo 
    sento le voci 
    e la storia 
    passa dal tuo viso 
    E il tuo sorriso 
    fa cantare l'universo 
    in dolby surround 

  • 15 ottobre 2012 alle ore 19:50
    Fumo profumo

    Fumo
    profumo
    che ho addosso
    che ti lasci indietro
    che mi lasci intorno
    ne voglio ancora
    ne voglio di più
    come incenso in chiesa
    ci voglio affondare
    respirare
    dalle tue mani
    l'odore del tuo fumo

  • 04 settembre 2012 alle ore 0:12
    L' ultima alba

    L' ultima alba
    un soffio che ci porta via,
    domani è già oggi
    oggi è già tardi
    e noi siamo ieri
    solo ieri
    le foglie grigie dell'estate di ieri
    finita oggi
    adesso
    per sempre.

    Piove
    ed è giusto
    piove addosso
    ed è per noi
    piove ma piano
    come ogni alba dove ha fine qualcosa,
    il cielo piange le lacrime
    che ti amo troppo per poterti mostrare,
    mi strappi brividi
    che sembrano freddo
    e ti prendo per mano.

    Mi prendi per mano
    lascia che adesso resti ancora ieri
    lascia che adesso non sappia di domani
    prima che oggi ce lo porti via
    domani niente tracce di noi
    solo un attimo
    addormentati,
    dormimi in grembo
    lasciati cullare amore
    nel mare del sonno
    nel groppo delle nostre mani
    domani niente tracce di noi

    Perdonami
    se ti tengo ancora un attimo
    un attimo nostro dove tu sei mia.
     

  • 07 aprile 2012 alle ore 18:03
    Esci

    Esci
    non importa quanto è tardi
    incontriamoci
    non badare al vestito
    corro a prenderti
    ho voglia di vederti
    non chiedermi la meta
    ti prometto solo
    che torneremo vivi

    Esci
    non importa dove andremo
    ho voglia che mi parli
    magari sarà un posto
    nascosto
    per cospirare
    respirare
    l' aria di quelli che non dormono mai

    Esci
    non importa domani
    ho voglia di sentirti adesso
    e parlarci ancora
    fino a crollarci addosso
    finché l'alba ci consegnerà
    al nostro primo caffé.

  • 01 aprile 2012 alle ore 21:15
    Sarà una lunga notte

    Sarà una lunga notte ragazzi...
    e visto che non conoscete
    quanto al largo finirà
    tirate fuori i vostri sogni migliori,
    visto che non sapete
    quanto a fondo porterà
    aggrappatevi forte ai vostri sogni migliori,
    nuovi o vecchi tirateli  a lucido.

    Visto che non avete
    altro posto dove andare
    portateli con voi finché dura il viaggio
    teneteli con voi finché dura il buio,
    nessuno sa cosa vi aspetta
    dietro la curva di domani
    nessuno sa cosa si nasconde
    nel sorriso dello sconosciuto

    Portate alti i vostri sogni migliori,
    che si vedano da lontano
    come fari per chi si è perso
    e fate che vi scaldino
    quando la notte è più fredda,
    perché è allora
    che l'alba sarà più vicina.

  • 01 novembre 2011 alle ore 22:25
    Salperei

    Salperei stanotte
    se un porto sicuro ci fosse
    troverei velieri veloci per noi
    corsari delusi
    ma non ancora vinti,
    partirei stanotte
    se in mezzo alle stelle trovassi
    i tuoi occhi a guidarmi nel buio.

    Vele spiegate
    il mio veliero avanza
    spedito fra flutti e futuro
    ma la rotta che seguo non è scritta
    navigo a vista cavalcando onde

    follia a poppa e prua
    la tempesta infuria
    cuori spezzati si infrangono
    lungo la mia chiglia
    e le scialuppe sono già lontane.

    Con la testa al timone
    e il cuore di vedetta
    alte le mie insegne al vento
    e mai una bandiera bianca.

  • 09 ottobre 2011 alle ore 22:24
    Indignata

    Che farai adesso? 
    Di soppiatto busso alla tua porta
    sono l'amante scomoda
    che hai avuto troppa fretta
    di lasciare
    sono la strada ripida
    che non hai mai avuto fretta
    di percorrere

    Entro ed esco
    ho mille volti
    mille modi per mostrarmi
    mille voci per gridarti
    che il tuo tempo muore qui.

    Hai fatto il tuo tempo
    avuto il tuo regno
    raggiunto il tuo scopo.

    Una spinta e tu cadrai
    solo un colpo e sparirai
    solo un bacio ti dirà
    che il mio nome è
    Libertà

  • 20 luglio 2011 alle ore 19:03
    Ghiaccio e fuoco

    Siamo ghiaccio e fuoco
    è questo che non va
    fra mani di fuoco
    un cuore di ghiaccio
    si scioglierà

    Puoi scaldarti ma quanto vicina?
    quanto resiste la brina?
    Posso scaldarti 
    ma quanto distante
    devo restarti?

    Gioco col ghiaccio
    giochi col fuoco
    vicino ti schiaccio
    lontano per poco

    rimarrò solo
    con l' acqua gelata
    fra dita di fuoco.

  • 15 luglio 2011 alle ore 21:52
    Ancora la vita

    Ancora la vita
    gli ormeggi le pietre
    la gente che sciama lungo il tramonto
    le scaglie di luce riflessa sull'acqua
    come ogni volta
    come stavolta
    come chiunque
    e uguale a nessuno

    Ogni passo ti pesa
    ogni passo ha un respiro
    ogni passo una spina
    ogni passo una svolta
    ogni passo una scelta
    di andare ancora
    incontro alla vita .

  • 24 giugno 2011 alle ore 17:54
    Come un cane da pioggia

    Segui le nuvole
    fallo in fretta
    ora che il vento sta cambiando

    Viaggia leggero
    e chiudi i tuoi pensieri
    fuori dalle favole
    non è una giornata per agnelli...

    Non possiamo sempre
    sceglierci il sole
    a volte neanche la strada
    ma un varco si
    lo possiamo scavare
    anche nei giorni di piombo

    E oggi la pioggia mi sta bene
    lampeggiando occhi
    color del tuono.

  • 13 maggio 2011 alle ore 1:38
    Mia dolce musa

    Mia dolce musa dannata
    liberami dal tuo sguardo
    intenso e dolce
    furbo e indolente
    mi scruta l'anima fingendo di poltrire...

    Mia dolce musa dannata
    liberami dal fuoco
    che fai ardere in queste vene
    e mi brucia svelto come il tuo tabacco

    Mia dolce musa dannata 
    libermi dal tocco
    delle tue mani che non conosco
    e desidero come vino
    nella gola riarsa

    Mia dolce musa dannata
    sapresti liberarmi da tutto
    ma scegli la libertà
    di non liberarmi
    da te. 

  • 18 aprile 2011 alle ore 19:48
    La parte migliore

    La parte migliore del viaggio...
    posata la valigia
    rinfrescate le ossa
    un' occhiata alla carta
    scendere le scale
    e fuori dall' albergo
    tuffarsi pigramente curioso
    per mano al mio vecchio mondo
    bighellonando incontro
    a un mondo nuovo.

  • 10 febbraio 2011 alle ore 0:42
    Tatuata

    Trattenendo il respiro
    vorticando la vita fra le labbra e la carne
    come l' ultimo tabacco nel braccio della morte

    rapida frenesia che lascia traccia
    di un patto a occhi semiaperti
    stretto non detto boccheggiando attesa
    come pesci nelle maglie del letto
    spasmodico climax nell' arco

    ed eccoci
    siamo
    tatuati

  • 26 ottobre 2010
    Autunno

    Brezza scarlatta all'imbrunire terso
    immenso e dolce indolente d’arancio...
    già il soffio della sera fa fremere le foglie
    non è una carezza o una danza, si affretta
    semina e raccoglie ai lati del tramonto...
    dagli alberi foglie che paiono d’oro
    sommacco scarlatto avvinghiato alla roccia
    "Non voglio cadere… Non voglio finire…"

    Un nuovo autunno e ne prendo la scia
    lo sfioro… poterlo afferrare per sempre…
    ricordati adesso di fare provvista
    di foglie e colori, di vino e canzoni
    che l’inverno ti dissiperà.

    Carso e tutto sembra di fuoco
    si accende e mi accende, sentore di terra
    Momento dipinto e ci colora dentro
    sommacco scarlatto avvinghiato alla roccia
    non voglio cadere… non voglio finire…

    Un giorno te ne andrai, scivolerai dal ramo
    in quale autunno sfiorirà il tuo amore
    lasciandomi foglie che paiono d’oro
    vecchio e stupido come un ceppo cavo

  • 09 agosto 2010
    Acrobat ?.?

    C'è chi paga col sudore...

    Noi paghiamo a metà
    fra la rabbia e la pazienza
    al confino di un eterno presente
    dove tutto cambia senza poter
    cambiare.

    Se credete che sia facile
    provate a toccare l'Italiya

    dal bilico di una cuffia.

  • 26 luglio 2010
    Ho visto il mare

    Stanotte ho visto il mare
    silenzio soffuso di luci
    nude davanti a me le onde
    lenti fremiti lungo il molo... 
    e avrei voluto una mano
    a riscaldarmi il cuore.

    Stelle stanche stanotte
    di vedermi vagare nel buio
    a parlare per chi non c’è più... 
    e avrei voluto una donna
    a scaldarmi la mano.

    Stanotte ho visto il mare
    e c’era tanta calma intorno
    da farmi dubitare che vivi
    fossero altri da te e me...
    e avrei voluto una chitarra
    a piangere per me.

    Stanotte ho visto la vita
    passarmi accanto a sorsi
    come il vino che bevi per dimenticare... 
    stanotte ho visto i miei vent’anni scorrere
    e non poterli fermare.