username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Walter Degrassi

in archivio dal 07 lug 2010

03 ottobre 1974, Trieste

segni particolari:
Essere UMANO fra esseri umani

mi descrivo così:
Carne da musica su uno scoglio

09 agosto 2010

Quanto è libero il mio cielo

Una cosa mi dirai stanotte
aggirandoti sinistro nel cielo,
una cosa che ora voglio sapere
da che ho visto le tue ali spocchiose
esistere oltre il telegiornale…
quanto è libero il mio cielo?

Perché una notte rincasando tardi
nel silenzio alberato del bosco
odioso rombo un mormorio nel buio
è sorto simile a un’alba di morte
e le mie orecchie ne sono piene…
quanto è libero il mio cielo?

Dio del cielo scendi giù
sganci bombe finchè non ne hai più. 

La vergogna della tua presenza
è un’offesa al colore del cielo
dentro gli occhi di ogni bambino
e non vali una goccia del sangue
di ogni cristo che vai a stanare…
quanto è libero il mio cielo?

Dio del cielo scendi giù
sganci bombe finchè non ne hai più.   

Una cosa chiederei stanotte
al tuo pugno in attesa sul bottone: 
con che diritto cavalchi il mio cielo
con che coraggio impesti la vita
con che diritto calpesti il mio cielo
quanto è libero il mio cielo?

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento