username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Poesie di Andrea Callegaro

Visita la scheda completa e tutti gli altri testi di Andrea Callegaro

  • 03 maggio 2006
    Un bruco

    Un bruco tra i fiori

    non è mai bello

    la mosca non

    lo guarda più

     

    Sfoglio una rivista di moda:

    No!

    Neanche lei ti assomiglia

     

    Come raggi di sole su questo termosifone

    Così

    telefono a te

     

    Scarpe sporche di fango

    posacenere in un letto

    Quadri appesi

    a riempire

    un vuoto

     

    telefono a te

    Così

    telefono a te

  • 28 aprile 2006
    Metropolitana

    Hai presente i fondali quando si prende il largo e
    si sciolgono nel blu
    Hai presente le facce in metropolitana, dopo le ferie,
    la prima settimana

    Hai presente le rondini quando i cieli sono grigi e
    si radunano sui fili
    Hai presente il gatto che si scalda sopra il cofano
    dell'auto appena arrivata

    Ma perché non ti fai vedere più,
    perché non ti fai sentire

    Potrei darti, potrei darti sì di più,
    una canzone allegra come vuoi tu
    Vorrei darti, vorrei darti sì di più,
    una canzone allegra come vuoi tu

    Ma mi senti, ma mi senti almeno tu, in mezzo a tutto
    a tutto questo blu

  • 26 aprile 2006
    Sagra paesana

    Musica nell'aria

    diversa dalle campane

    dai grilli e dalle rane.

    Un forte odor di ciambelle

    che nausea ma che piace

    come il profumo delle donne

    come il vino troppo dolce.

    Una finestra aperta

    può fare entrare questi umori

    nelle case più lontane

    in quella dei due vecchi

    che stanno ad aspettare.

    Un ribollir di valzer li sorprende nel sonno

    si alzano, si vestono a festa

    e nell'aia dei ricordi balbettano un ballo

    sotto la luna.