username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Andrea Zanzotto

in archivio dal 28 lug 2010

10 novembre 1921, Pieve di Soligo, Belluno

18 ottobre 2011, Conegliano (TV)

segni particolari:
Ho collaborato con Fellini per diversi film.

mi descrivo così:
Ero un poeta. I critici trovano difficoltà nel trovarmi una collocazione all'interno delle correnti poetiche italiane.

11 ottobre 2011 alle ore 15:38

Sonetto di sterpi e limiti

Sguiscio gentil che fra mezzo erbe serpi,
difficil guizzo che enigma orienta
che nulla enigma orienta, e pur spaventa
il cor che in serpi vede, mutar sterpi;

nausea, che da una debil quiete scerpi
me nel vacuo onde ogni erba qui s'imprenta,
però che in vie e vie di serpi annienta
luci ed arbusti, in sfrigolio di serpi;

e tu mia mente, o permanere, al limite
del furbo orrido incavo incastro rischio,
o tu che a rischi e a limiti ti limi:

e non posso mai far che non m'immischio,
nervi occhi orecchi al soprassalto primi
se da ombre e agguati vien di serpe il fischio.

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento