username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Anna Maria Barletta

in archivio dal 10 set 2012

18 giugno 1965, Brindisi - Italia

mi descrivo così:
Scrivo da poco, ma dentro di me è uscito quel qualcosa che avevo dentro da sempre, parte tutto dal cuore, dall'anima, scrivendo sfogo il mio bisogno di esprimere le mie gioie, i miei dolori. Amo la poesia e lei ama me, ed era inevitabile questo innamoramento fra noi.

11 settembre 2012 alle ore 3:23

"Dallo scrigno dei miei dolci pensieri" Gelsomina (La strada) scritta il 9 settembre 2012

Povera Gelsomina
col tuo viso truccato
da pagliaccio
per nascondere 
le lacrime.
Con la tromba e il tamburello
suoni e canti 
stornelli già ascoltati
accanto a falò ormai consumati
dall' amore per lui
che ti ha calpestata
fino all'angolo più stretto
della tua femminilità
togliendoti la gioia di vivere:
uomo crudele e arido d'amore.
Aspettavi le carezze
un suo abbraccio
la mano nella tua,
vivevi di gioie allusive.
Povera Gelsomina...
Volevi sentire il suo
"ti amo"
che mai hai sentito pronunciare
morirai di speranza
d'illusione,
distrutta da un amore logorante
e spregiudicato.
Povero cuore distrutto
per amore.
Povera dolce Gelsomina...

copyright di Anna Maria Barletta [email protected] (piccolo omaggio a Giulietta Masina interprete di Gelsomina nel film LA STRADA di Federico Fellini)

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento