Attilio Del Giudice
  • Santa Marinella (RM)
  • 22/05/1935

Biografia

Dopo le lauree in Filosofia e Psicologia ho operato nelle istituzioni come psicologo applicativo e ricercatore. Forte l’interesse per le arti visive: la militanza nei gruppi d’avanguardia e i film sperimentali, alcuni selezionati dall’Archivio Storico della Biennale di Venezia, dal Dams e dall’Università di Trieste. Il coinvolgimento nella narrativa con romanzi e racconti pubblicati da vari editori (Minimum Fax, Gaffi, Leconte, ecc) e riviste letterarie è stato ed è per me inderogabile.

Segni particolari

Dal 2007 a tutt’oggi realizzo quotidianamente opere visive per il mio blog: “Le Pittate d’ogni Giorno” e per il mio spazio Facebook. Attualmente sono circa 13.000 questi dipinti (“pittate”). Rispondono a un interesse visivo-comunicativo, ma hanno anche, senza ombra di dubbio, una funzione terapeutica. L’esperienza è viva e vitale.

Scritti da Attilio Del Giudice

10 su 12

Il gelo

Si chiamava Ciro. Una vita di lavoro. Da bambino, nonostante venisse considerato precoce(…)

Nella Narrativa, la fantasia è poco utile, a meno che la si usi per raggiungere la verosimiglianza con la realtà.

Gli uomini vogliono essere invidiati. Oppure vogliono essere compatiti. Essere amati è molto rischioso.

Le associazioni libere sono libere di condizionarci.