Curzio Malaparte
  • Prato, 1898
  • Roma, 1957

Biografia

Sono stato uno scrittore, giornalista e diplomatico italiano del Novecento. Particolarmente noti, soprattutto all'estero, sono i romanzi "Kaputt" e "La pelle", resoconti autobiografici della mia esperienza di giornalista e ufficiale durante la seconda guerra mondiale.

Segni particolari

Il mio nome di battesimo è Kurt Erich Suckert.

Scritti da Curzio Malaparte

7 su 7

La libertà è un fatto dell'intelligenza: ed è quella che dipende da questa, non l'intelligenza dalla libertà.

È certo assai più difficile perdere una guerra che vincerla. A vincere una guerra tutti son buoni.

La legge in Italia, è come l'onore delle puttane.

L'epigramma è una pistola corta, e ammazza più sicuramente di un archibugio.

Gli organi genitali hanno sempre avuto una grande importanza nella vita dei popoli latini, e specialmente nella vita del popolo italiano. La vera bandiera italiana non è il tricolore, ma il sesso, il sesso maschile.

Oggi si soffre e si fa soffrire, si uccide e si muore, si compiono cose meravigliose e cose orrende, non già per salvare la propria anima, ma per salvare la propria pelle. Si crede di lottare e di soffrire per la propria anima, ma in realtà si(…)