Joseph Conrad
  • Berdicev (Ucraina), 03/12/1857
  • Kent (Inghilterra), 03/08/1924

Biografia

Meglio noto semplicemente come Joseph Conrad, sono stato uno dei più grandi scrittori moderni, capace grazie a un ricchissimo linguaggio (e nonostante l'inglese fosse la mia terza lingua, dopo il polacco e il francese) di ricreare magistralmente atmosfere esotiche e i dubbi dell'animo umano.

Segni particolari

Il mio nome di battesimo: Józef Teodor Nalecz Konrad Korzeniowski.

Scritti da Joseph Conrad

10 su 22

Una nave in darsena, circondata dalle banchine e dai muri, ha l’apparenza di una prigioniera che medita sulla libertà, con la tristezza di uno spirito libero messo a freno.

Come faccio a spiegare a mia moglie che quando guardo fuori dalla finestra sto lavorando?

Si dovrebbe andare oltre i limiti della normale sensibilità per influenzare profondamente le altre persone.

È tipico di un uomo privo d'esperienza non credere alla fortuna.

Giudica un uomo in base ai suoi nemici oltre che dai suoi amici.

Guai all'uomo il cui cuore da giovane non ha appreso a sperare, ad amare e a riporre fiducia nella vita!

Quanto più una persona è intelligente, tanto meno diffida dell'assurdo.

L'abitudine di riflettere profondamente è la più perniciosa fra tutte le abitudini prese dall'uomo.

L'uomo è un lavoratore: se non lo è, non è nulla.

Metti a nudo il tuo cuore, e la gente starà ad ascoltarti per quello – e solo quello è interessante.