username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Claudio Volpe

in archivio dal 16 set 2011

17 luglio 1990, Catania - Italia

segni particolari:
Nel Comitato dei Lettori dal 2011. Nel mese di maggio 2011 pubblico il mio primo romanzo "IL VUOTO INTORNO" edito da Il Foglio letterario e presentato al premio Strega 2012. Il vuoto intorno è la storia di come si può ancora amare nonostante tutto il male del mondo.

mi descrivo così:
Sono un ragazzo che ama le parole, il modo nel quale esse si fondono per dare senso alla vita. Scrivo da sempre. Cosa? Di tutto: poesie, racconti, romanzi, quello che mi fa paura e quello che mi rende felice, quello che odio e quello che amo. Scrivo per non soccombere. Scrivo per vivere.

28 marzo 2012 alle ore 17:48

Il vuoto intorno

di Claudio Volpe

editore: Ass. Culturale Il Foglio

pagine: 280

prezzo: 12,75 €

Acquista `Il vuoto intorno`!Acquista!

Il romanzo è stato presentato al Premio Strega 2012 da Dacia Maraini e Paolo Ruffilli.
“Il vuoto intorno” è una spina che ti entra nell’anima e vi semina speranza e amore per l’essere umano in tutte le sue sfaccettature, è la ricerca di una felicità che non sia solo assenza di dolore ma gioia che circonda e avvolge. Il romanzo del giovanissimo autore, poco più che ventenne, narra in modo viscerale e con incredibile capacità narrativa una storia universale di dolore e di sofferenza, una storia di lotta interiore per cercare il proprio posto nel mondo e costruire con le proprie mani una meritata felicità. Achille, personaggio principale, è un giovane ragazzo padre che racconta la sua vita disastrata al piccolo Ettore, suo figlio. Il racconto illustra i vari momenti nei quali l’anima di Achille rischia di spezzarsi definitivamente. Per l’esattezza sono tre le vicende che segnano in modo indelebile la vita del giovane padre: la prima quando muore sua madre, una donna alcolizzata e brutalmente distrutta per i continui tradimenti di un marito cinico e assente, la seconda quando scopre di avere un figlio affetto dalla sindrome di Down, la terza quando muore la donna che ama, una zingara che vive in quartiere difficile e abbandonato nel paese campano di Agropoli e madre di suo figlio. Achille è terrorizzato dal vuoto. Il vuoto lo atterrisce, lo paralizza, lo gambizza. Ecco dunque che il suo racconto diventa una lunga fuga dalle cose, dalle paure umane, dalle persone, forse anche dalla felicità che è così vicina da sembrare irreale. “Il vuoto intorno è la storia di un uomo che cerca di annientare se stesso e la propria dignità mediante la più sfrenata prostituzione del proprio corpo. Ma “Il vuoto intorno” è anche la storia di una speranza che prova ad affacciarsi timida alla vita, la storia di una lotta dovuta e di una vittoria meritata. È la storia di come si possa nonostante tutto essere felici e imparare ad amare. Il tenore letterario del testo è alto e poetico.
Il romanzo convince, anzi cattura lasciando nello stomaco il desiderio di conoscere il vero significato della parola “umanità”.

recensione di Paolo Coiro

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento