username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Poesie di Daniele Bardelli

Visita la scheda completa e tutti gli altri testi di Daniele Bardelli

  • 06 novembre 2009
    Se essere uomo

    Se essere uomo significa questo
    non ho voglia di esserlo.
    Se essere uomo significa
    arrendersi a questa omologazione violenta
    non ho voglia di esserlo
    Se essere uomo significa
    fingere sorrisi quando dentro muori
    non ho voglia di esserlo
    Se essere uomo significa
    perdere ogni passione
    non ho voglia di esserlo
    Se essere uomo significa
    negare se stessi per non sentirsi in colpa o per non essere l'unica nota stonata
    non ho voglia di esserlo
    Se essere uomo significa
    dover provare vergogna per una debolezza
    non ho voglia di esserlo
    Se essere uomo significa
    nascondersi dentro a una folla per essere invisibile
    non ho voglia di esserlo
    Se essere uomo significa
    amare una donna per abitudine e paura della solitudine
    non ho voglia di esserlo
    ma guardiamoli questi uomini... coloro che ti puntano il dito
    Se non ti arrendi a questo lento suicidio dell'anima:
    impettiti nei loro loculi chiamati luoghi di lavoro
    svuotati di qualsiasi parvenza di umanità
    curvi, avvolti da abiti sempre più sfarzosi
    ma che dentro nascondono terrore e solitudine
    che svolgono il loro misero compitino senza saperne neanche il perchè
    odio il loro sorridere di fronte alla loro alinienazione
    di cui sono consapevoli
    è per questo colpevoli
    di pigrizia, di noia, di vizio, di mancanza di coraggio, di codardia
    voglio essere uomo
    voglio morire per una passione, per un ideale, per una donna, per una missione, per qualcosa per cui valga la pena
    voglio essere un uomo
    voglio che mi sputino in faccia per invidia, voglio essere preso a calci perché sono diverso
    voglio gli insulti di chi non mi capisce
    voglio essere un uomo
    voglio sentirmi dare dell'illuso, del nullafacente, del negro, del clandestino, del drogato, del qualunquista.
    Voglio essere uomo
    voglio essere vivo
    voglio essere libero
    voglio essere io

  • 22 settembre 2008
    C'è crisi

    Auto sempre nuove e fiammanti
    c'è crisi
    centri commerciali stracolmi
    c'è crisi
    locali esclusivi
    c'è crisi
    borsette griffate
    c'è crisi
    sorrisi smaglianti
    c'è crisi
    dentisti contenti
    c'è crisi
    vacanze in villaggio
    c'è crisi
    televisori al plasma
    c'è crisi
    guide satellitari
    c'è crisi
    videotelefonini e sms
    c'è crisi
    gente di un certo livello
    c'è crisi
    tutti i giorni in palestra
    c'è crisi
    satelite e pay tv
    c'è crisi
    weekend in montagna
    c'è crisi
    weekend in campagna
    c'è crisi
    solo alberghi a quattro stelle
    c'è crisi
    centri benessere e spa
    c'è crisi
    appartamento in centro
    c'è crisi
    c'è crisi?!?
    c'è crisi?!?
    c'è crisi?????????

  • 22 agosto 2008
    Salici piangenti

    E' una prigione dalle sbarre d'argento
    quella di questi schiavi del job.
    Hanno scelto divise sfavillanti
    ma che dentro racchiudono salici piangenti.
    Che spettacolo raccapricciante!
    Quale sforzo profuso per essere
    gli eletti tra gli inetti!
    Una recita da commedia dell'arte...
    un canovaccio conosciuto ormai da tutti
    che nessuno mai avrà il coraggio di smascherare!

  • 03 maggio 2006
    Vie di fuga

    Voi che avete vestiti nuovi!

    Puzzate d'acqua di stagno!

    Io che del fiume adoro solo lo scorrere

    vorrei essere una goccia per essere invisibile

    Come sono sottili le sbarre di questa galera

    e alcuni la chiamano libertà!

    sembra un cielo quasi azzuro

    quasi...

    Meglio morire affogando che assopiti a guardare il mare

    Mi sento solo in mezzo a gente che parla altri idiomi

    e non ne capisco neanche gli ingenui vani gesti

    Mi annoiano tutte queste faccie senza emozione

    preferisco la risata isterica del clown!

    Meglio un vestito vecchio, una bottiglia vuota, una nota

    stonata  che questa strada dritta senza vie di fuga..

  • 03 febbraio 2006
    Cambiare

    La gente cambia....
    sceglie? ne è consapevole?
    bisognerebbe fermare tutto
    in un barattolo di vetro opaco...
    tenerlo lì...
    pronto per essere immortalato

    E' sempre quell'aura di solitudine
    ad avvolgere i miei istanti....
    ormai mia prigione...
    E' l'odore delle castagne ad ispirare i poeti
    tra sensazioni di incompiuto
    e sfumature di ricordi

    Povera stupidità!
    ... così ingenua...

    Il pittore è sempre l'ultimo...
    a salutare la sera
    noi... malati di nostalgia
    chiamala pure follia!
    ci sono poesie da finire
    e nessuno lo sa.

  • 03 febbraio 2006
    Come un pagliaccio

    La vita è ben poco tempo
    rispetto a quello passato qui...
    che tenerezza fa il pagliaccio
    che tenta di coglierla per intera!
    La sua dolce utopia è
    un motivo stesso da anni
    ne divento un fine ammiratore
    per quel filo di poesia
    che riesce ancora a strapparmi
    e per quella noia e bruciante scontentezza
    che alimenta i burattini attraverso fili invisibili
    Bravo pagliaccio! Tagliali ancora!
    Spaventami ancora!
    Non voglio più essere l'ennesimo
    figlio della rabbia e del passato
    ma ormai andato e vestirò
    i panni del clown per te
    che chiami ancora le inutile mie parole
    voglio essere processato per incoerenza
    voglio che tutti ridano di me
    voglio odorare di sangue e di fiori
    Bravo pagliaccio! Coglili ancora!
    Strappali ancora! Spaventami ancora!

  • 03 febbraio 2006
    Fantasma

    Io sono un fantasma
    sono un difetto
    non c'entro niente qui dentro
    portami via... portami via
    raccontalo alla gente
    dillo a chi ti vuole perfetto
    chiedilo alla noia
    chiedilo ai poeti
    è tutto così stupido
    è tutto così inutile
    non credi?
    Digli pure che
    io sarò sempre un fantasma
    sarò sempre un difetto
    non c'entrerò mai niente qui dentro
    se mi avessi portato via… se mi avessi portato via...