username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Enrico Danna

in archivio dal 20 giu 2014

27 agosto 1971, Torre Pellice (TO) - Italia

segni particolari:
Poeta

mi descrivo così:
Poeta

09 marzo 2015 alle ore 17:23

La mia bocca trema al solo evocare il tuo nome

Quanto rumore fa la notte

quando i pensieri sono polluzioni di sogni

e le incertezze gravitano nude

tra le parentesi dell'infinito.

L'amore sta

su una panchina vuota

come donna genuflessa al mattino

al cospetto di Dio

in sintonia di rosari e preghiere

tra le labbra l'Ave Maria.

E poi si scuote l'ombra

dal vento dipinta di forme

a riflettere coni d'anima

sulla risacca di orme sospese.

L'amore sta

sul boulevard delle illusioni

come donna genuflessa la sera

al cospetto dell'eros

in sintonia di amplessi e piacere

tra le labbra il nettare proibito.

Quanto rumore fa la notte

quando risuona l'eco di orgasmi lontani

e la mia bocca trema

al solo evocare il tuo nome.

 

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento