username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Francesco Burgio

in archivio dal 03 feb 2020

08 luglio 1957, Niscemi - Italia

15 febbraio alle ore 11:46

Invertendo i fattori

 
 
Mi aggiorni sulle ultime? Oggi non sono connesso,
me stesso è intento a vagare per le vie dell’occulto.
Tutto uguale, un pedofilo scrivono s’è impiccato
dopo vent’anni d’onorata carriera, una miss sfigurata
dall’acido, un figlio che fa fuori i genitori
qualche attentato qui e là, focolai di guerra
e la terra che sta scomparendo dall’orizzonte
delle galassie. E io con la testa sul volante
fatico a seguire, ho visto dei fiori di serra
e radici di spose interrotte, la neve fuori
dalle rotte consuete, poi una nota stonata
nella canzone perfetta e numeri al quadrato
nel terno al lotto, persino il colore nero del lutto
e un fiotto di sangue su un tronco di cipresso.
 
E dimmi chi sta facendo qualcosa? I deputati
girano con gli scontrini dello zucchero filato, il cane
è ammaestrato per dire messa, l’attrice con la sottana
è rintanata nella sua tana, il sindaco in rosa
fa la cresta agli elettori, il prodotto non cambia
invertendo i fattori, i controllori e i controllati
fanno sesso nel fosso, l’ideologo della scienza
imperfetta e del tramonto dei soli è deceduto, l’astinenza
da cibo può essere interrotta nottetempo con strati
di gelato alla panna. Chi è arrivato dalla Colombia
è finito in prigione, era il presidente e la cosa
non è passata sotto silenzio. L’Oscar andrà a una puttana
e il Nobel a un cantastorie, il leader trovato nell’androne
del convento con la modella è finito nella lista dei deportati.
 
E dimmi che ne sarà di tutti? Dei matti e dei sani
virtuose e prostitute, farabutti e sacrestani, figli dei fiori
in avanzato stato di decomposizione e capi di Stato
imbalsamati nel ghiaccio. Se non c’è un destino scritto
il primo che si sveglia può cambiare lo spartito
dell’ordito con un gesto. Dio dicono s’è trasferito
ha traslocato in un’altra nebulosa, la segretaria
è stata licenziata senza giusta causa, sarà avversaria
nel processo intentato dai difensori del diritto
all’onnipotente. Lo vedi quel politico fallito
quello dei precetti? Col suo ultimo compare e guitto
è partito verso oriente, in segreto ha tramato
per il colpo di Stato dei trafficanti di cocaina e dei cuori
divisi da un accento. Lo spettro in giro è il domani.
 
 

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento