username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Gian Genta

in archivio dal 13 dic 2005

15 marzo 1944, Savona

segni particolari:
Non so di tappo.

mi descrivo così:
Sono ostile fin dalla più tenera età non so se questo è un bene ma ne vado orgoglioso.

21 dicembre 2005

Come un cieco

Come un cieco

che chiede perdono al sole

mi tormento per il suo destino .

Trovo gradevole

l’avermi coinvolto

col suo dolore .

Ho cercato di consolarmi

della sua disperazione

occupandomi di lui.

Morso dalla presunzione

dell’esperienza

gli ho regalato

l’illusione

di un esclusiva

inutile protezione.

Se continuo ad alimentare

la mia sincerità

finisco per torturare

la sua desolazione.

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento