username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Gian Genta

in archivio dal 13 dic 2005

15 marzo 1944, Savona

segni particolari:
Non so di tappo.

mi descrivo così:
Sono ostile fin dalla più tenera età non so se questo è un bene ma ne vado orgoglioso.

13 dicembre 2005

Scriviti

Scriviti

non  hai bisogno di parlare

scrivi almeno due righe

per dire quanto poco importa

la tua compassione.

Scrivi per dare un senso

al tuo misero compiacimento.

Sei il migliore dei genitori.

Sei il migliore dei figli.

Sei il migliore dei pretendenti

nudo e sottomesso

alle ragioni del pudore

della pietà, del disagio

del vivere tra gli uomini.

Scrivi anche se l’alito di un verso

può farti il torto d’essere onesto.

Scrivi per amore non per condanna.

Scrivi a te stesso le nostalgie

e quella illusione di verità

che sei riuscito a strappare al tuo orgoglio.

Racconta il coraggio che non hai avuto

le vertigini del dolore

le campane del tuo cuore

il silenzio che ride.

Non  hai bisogno di parlare

per migliorare il tuo egoismo

scrivi le parole che hai dentro

scriviti e rileggiti

il primo è un modo di essere

il secondo un modo di esistere.

 

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento