username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Giuseppe Iannozzi

in archivio dal 21 apr 2017

30 marzo 1972, Torino - Italia

segni particolari:
Torinese, giornalista regolarmente iscritto all’Ordine Nazionale dei Giornalisti, critico letterario e scrittore.

01 maggio 2017 alle ore 19:57

Futurismo

Saluto veloce,
veloce veloce
con la mano

La sera alla sera
E no, lei non c’è
come la vorresti te
E non è che
si possa far da soli
Spiccioli
in tasca non ho
D’accordo,
sì va per andare
D’accordo,
tentiamo l’accordo
con un goccio,
con uno solo di vino

Poi d’improvviso
la finestra si snuda
E la spada rinfoderata
dentro,
sempre più dentro
al pigiama sonnambulo
Poi come sempre
la donna è vestita vestita
persa persa in sé,
sempre più dentro
a uno spavento
preso per i capelli

E vuoi che sia
diversamente
la mente che annega
E invece sol è un
“Che vuoi che sia!”

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento